Notizie Stagione 2013-2014

2014-05-31: Quota 3000... obiettivo raggiunto 

È stato un utente di Kiev (Ukraina) che ci ha fatto raggiungere l'ambita quota di 3000 accessi unici al nostro sito.

Questa giornata del 31 maggio è, peraltro, importante per una curiosa coincidenza: oggi abbiamo conquistato ben quattro nuove bandierine: TH (Thailandia), TW (Taiwan), KZ (Kazakhstan) e BY (Bielorussia).

A questo punto mi sembra opportuno riepilogare i nostri tremila e passa accessi raggruppandoli per bandierina, così come risultano a tutt'oggi, e quindi ecco il risultato:

StatoAccessi
AL (Albania) 17
AT (Austria) 1
BY (Belarus) 1
BA (Bosnia and Herzegovina) 1
BR (Brazil) 8
BG (Bulgaria) 1
CA (Canada) 4
CN (China) 37
HR (Croatia) 3
CZ (Czech Republic) 1
EG (Egypt) 1
EE (Estonia) 1
FR (France) 16
DE (Germany) 97
GR (Greece) 1
IS (Iceland) 6
IE (Ireland) 6
IT (Italy) 1907
CI (Ivory Coast) 4
JP (Japan) 4
KZ (Kazakhstan) 1
LV (Latvia) 1
LT (Lithuania) 1
LU (Luxembourg) 2
MY (Malaysia) 2
MX (Mexico) 1
MA (Morocco) 1
NL (Netherlands) 103
NO (Norway) 1
PL (Poland) 3
TW (Repubblica di Cina) 1
RO (Romania) 8
RU (Russia) 20
KR (South Korea) 3
ES (Spain) 1
SE (Sweden) 4
CH (Switzerland) 2
TH (Thailand) 1
TR (Turkey) 3
UA (Ukraine) 10
GB (United Kingdom) 12
US (United States) 721

Il totale è 3019 accessi effettuati da ben 42 nazioni diverse!

Come ultima curiosità statistica aggiungiamo che, essendo nato il nostro sito il 16/05/2013, abbiamo raggiunto le nostre quote significative con questa progressione:

  • 1000 accessi: 04/11/2013 ossia 172 gg per i primi 1000
  • 2000 accessi: 17/02/2014 ossia 105 gg per i secondi 1000 accessi
  • 3000 accessi: 31/05/2014 ossia 103 gg per i terzi 1000 accessi

Poiché diventiamo più ambiziosi, ci diamo appuntamento a quota 5000!

Marcello Cremente

2014-05-31: Una stagione... insieme 

È passata anche questa stagione 2013-2014 di attività agonistica... o meglio, la gran parte della stagione perché mancano ancora all'appello i Campionati Italiani di categoria che si stanno tenendo in queste settimane a Terni e alla quale partecipano i nostri due atleti più rappresentativi (in termini di classifica) Bongini Andrea (n.28 del ranking nazionale) e Cattoni Massimo (n.52 del ranking nazionale). Danno invece forfait gli altri due atleti che avrebbero potuto partecipare, Michele Bertolotti per infortunio e Edoardo Cremente per insufficiente preparazione.

Tutti gli altri atleti, invece, oltre a fare il tifo per Massimo e Andrea, continuano a frequentare la palestra senza più nessun obiettivo agonistico se non quello di prepararsi al meglio per la prossima stagione, nella quale ognuno spera, ovviamente, di far bella figura e di permettere alla nostra società di raccogliere qualche buon successo. Certo ripetere i fantastici risultati di quest'anno (vedi articolo del 16 maggio u.s.) non sarà facile, ma questo sport è bello perché la pallina, come la passione, è sempre tutta tonda!... e perciò non si sa mai.

Intanto, per festeggiare il buon andamento della stagione, ieri, 30 maggio, la società si è riunita al gran completo (eravamo oltre 40 persone) in una seduta di allena-mento (e tutti l'hanno allenato molto bene il proprio mento) presso il ristorante I Contadini, uno dei nostri sostenitori di quest'anno, che speriamo voglia continuare a sostenerci anche l'anno prossimo.

La favorevole occasione è stata colta dal direttivo per distribuire dei riconoscimenti formali a tutti gli atleti che quest'anno hanno ottenuto dei risultati tangibili durante la stagione agonistica: sono stati premiati gli atleti delle squadre (D3, D2, D1) che hanno ottenuto la promozione alla serie superiore; è stato premiato Giacomo Palomba per la meravigliosa medaglia d'argento conquistata ai recenti Campionati Italiani Giovanili; è stato premiato anche l'atleta Michele Maggi per l'attaccamento ai colori sociali e per la dedizione con cui ha svolto la propria attività.

Nei prossimi giorni l'evento sarà documentato nella sezione "Galleria fotografica" nella quale verranno pubblicate una selezione di foto ricordo della serata.

Infine la serata è stata allietata dalla proiezione di due filmati, realizzati tecnicamente dal sottoscritto, ma progettati e sviluppati dal nostro Raffaele Mazziotta che ha voluto raccontare l'andamento della stagione punteggiando gli eventi più importanti con delle foto che scorrono sotto la colonna sonora che ha accompagnato per tutta la stagione gli incontri casalinghi di serie A2.

I due filmati sono liberamente visionabili (e scaricabili per chi desiderasse tenerli per ricordo) nella sezione "Galleria video".

Marcello Cremente

2014-05-16: 1° Compleanno ttclublaspezia.it 

Buon Primo Compleanno www.ttclublaspezia.it

È passato un anno dal momento in cui la prima pagina del nostro sito ha visto la luce.

Certo dopo un anno è doveroso fare gli auguri al sito e i complimenti a quanti hanno contribuito, in ogni forma e maniera, a che questo risultato potesse essere raggiunto.

Non mi dilungherò certamente a fare la lista ed a enumerare i meriti di ciascuno per questo primo traguardo del sito, perché in definitiva questo non è un gran traguardo! Sì perché in una società sportiva come la nostra, benché dilettantistica (ma forse soprattutto perché dilettantistica), i meriti non si misurano con la longevità del proprio sito istituzionale, ma con i risultati sportivi e con la capacità di soddisfare, tra adulti e giovani, il bisogno di trovare forme di aggregazione positive (lo ricordate? È uno degli obiettivi della mission della società).

E allora elenchiamo brevemente i risultati sportivi di quest'anno:

Campionato serie D3 girone C

T.T. Club La Spezia 'A': Primi classificati (promossi in D2).
Agrillo Alessandro, Celani Antonio, Di Palma Franco, Fontana Bruno.

T.T. Club La Spezia 'B': Secondi classificati.
Cattoni Leonardo, D'Ippolito Tommaso, Salomoni Gianni, Vaccaro Pietro:

Campionato serie D2 girone D

T.T. Club La Spezia A.S.D. 'B': Secondi classificati.
Bracelli Roberto, Foce Andrea, Mazzoni Mirco, Palomba Roberto:

T.T. Club La Spezia A.S.D. 'C': Terzi classificati.
Bonfigli Roberto, Cremente Antonino, Menconi Paolo:

T.T. Club La Spezia A.S.D. 'D': Ultimi classificati (giocherà i play out per cercare di rimanere in D2)
Colli Lorenzo, Cosci Andrea, Palomba Giacomo, Ravani Gianluca, Salomoni Gianni, Vergassola Alessandro:

Campionato serie D2 girone C

T.T. Club La Spezia A.S.D. 'A': Primi classificati (promossi in D1).
Apeddu Ivan, Calugaru Paul-Sebastian, Di Palma Donato, Di Palma Franco, Paita Giordano:

Campionato serie D1 girone B

T.T. Club La Spezia A.S.D.: Primi classificati (promossi in C2).
Biagioni Massimo, D'Ippolito Tommaso, Loritto Claudio, Mazziotta Raffaele, Perfigli Sergio, Scarpato Claudio:

Campionato serie C1 girone G

T.T. Club La Spezia A.S.D.: Sesti classificati (conquista la salvezza all'ultima giornata).
Agrillo Alessandro, Apeddu Ivan, Bertolotti Michele, Biggio Tiziano, Fontana Bruno, Giannoni Claudio, Grossi Giordano, Maggi Michele, Mazziotta Raffaele, Orlandi Damiano Podestà Lucciardi Giacomo:

Campionato serie A2 girone B

T.T. Club La Spezia: Quinti classificati (conquista la salvezza all'ultima giornata).
Bertolotti Michele, Bongini Andrea, Cattoni Massimo, Cremente Edoardo, Palomba Roberto, Perfigli Sergio:

Come si vede, con le promozioni ottenute (evidenziate con questo colore) l'anno prossimo la società sarà presente con almeno una squadra in tutti i campionati regionali (D3, D2, D1, C2), essendo riuscita, con fatica - lo ammettiamo - ma proprio per questo con la massima gioia, a confermare la sua presenza nei due campionati nazionali (C1 e A2).

E poi...

Sul fronte dei risultati agonistici, non si può non esaltare la medaglia d'argento ai recenti Campionati Italiani Giovanili di Giacomo Palomba (classe 2003) nella gara di Doppio Maschile Giovanissimi che ricordiamo qui per rendere merito, senza elencarli puntualmente, le numerose presenze dei nostri atleti ai vari tornei nazionali e regionali nei quali si è racimolato un buon numero di coppe e medaglie oltre alla grande soddisfazione della partecipazione.

Il ruolo del sito

Numerosi sono stati gli articoli che il nostro sito ha pubblicato sui vari eventi che ci ha visti coinvolti; in essi l'evento veniva raccontato non solo per rendere un servizio di cronaca ma anche e soprattutto per trasferire il cumulo di emozioni, sensazioni, sentimenti che il reporter di turno riceveva dall'esperienza vissuta. Il sito è stato in questo caso, il veicolo attraverso il quale queste emozioni sono state trasferite a tutti coloro che quell'evento non l'avevano potuto vivere in prima persona.

Il sito è stato finora, e l'augurio è che lo diventi sempre più, uno strumento di comunicazione tra il mondo del tennistavolo spezzino e il resto del mondo (e quando dico resto del mondo lo intendo letteralmente perché, come potete verificare, abbiamo avuto contatti dall'America alla Cina, dalla Svezia alla Costa D'Avorio); attraverso il sito (ma non solo) la società promuove le proprie iniziative, e spera di attirare sempre più persone che si possano interessare, a vario titolo, al nostro sport. Buona parte dei nuovi tesserati di quest'anno hanno conosciuto la società attraverso il sito. Esso, nel suo primo anno di vita, ha ricevuto più di 25.000 visite. Nel sito vengono pubblicate foto (alcune belle, altre meno) liberamente scaricabili.

Insomma, il sito è uno strumento di supporto, ma non avrebbe motivo di esistere se non ci fosse dietro una realtà da raccontare; una realtà fatta di allenamenti, di dedizione, di amore per il tennistavolo; una realtà che ha bisogno di essere sostenuta e valorizzata nel nostro territorio.

A tal proposito, nel primo anno del sito, vogliamo cogliere l'occasione per ringraziare, dal profondo del cuore, i nostri sostenitori economici, elencati qui a destra. Essi, col loro contributo, ci permettono di poter sostenere parzialmente i costi di un'attività che richiede un importante sforzo economico, tanto maggiore quanto più si tende ad ottenere risultati prestigiosi soprattutto in ambito nazionale. Vogliamo quindi cogliere l'occasione di questo traguardo del sito, per diffondere un appello:

Siamo immensamente grati ai nostri sostenitori presenti e passati, che invitiamo a continuare a sostenerci, e informiamo che stiamo cercando il nostro main sponsor, quell'azienda cioè che voglia legare il proprio brand a quello del T.T. Club La Spezia, condividendone gioie e dolori, successi e sconfitte, oltre, naturalmente a garantire il necessario sostegno economico insieme a tutti gli altri sponsor. Invitiamo chiunque fosse interessato a mettersi in contatto con il presidente o il responsabile marketing della società i cui recapiti sono qui

Arrivederci al compleanno numero 2!

Marcello Cremente

2014-04-29: C.I.G. 2014 

29 aprile 2014

Sono le 7:30 si parte verso Terni col piccolo Giacomo. Sereni e fiduciosi, convinti di aver svolto un lavoro scrupoloso in palestra, siamo pronti per affrontare le due gare dei Campionati Italiani Giovanili 2014.

La gara del doppio maschile, 22 coppie, inizia alle 14:30. La Liguria col nostro Giacomo Palomba e il genovese Puppo Andrea affrontano una coppia di Taranto, battuti agevolmente entrando nei quarti.

Atleti12345
Di Castri Massimo/Serio Gioele
A.S.D.C. T.T. Taranto/A.S.D. TT Olimpia Martina
5850
Palomba Giacomo/Puppo Andrea
T.T. Club La Spezia A.S.D./A.S.D. Tennistavolo Genova
1111113

Anche nei quarti di finale contro la coppia siciliana non si presentano problemi. I liguri partono decisi, forse troppo baldanzosi, convinti della loro forza rischiano di sottovalutare gli avversari, ma è bastato il risultato del primo set per riportare la loro concentrazione al massimo, sono perfetti! Siamo in semifinale!

Atleti12345
Cappuccio Costantino/Biltes Matias
Pol. Mar. Cos. ASD/Pol Mar. Cos. ASD
8560
Palomba Giacomo/Puppo Andrea
T.T. Club La Spezia A.S.D./A.S.D. Tennistavolo Genova
1111113

Ora la gara si fa dura, contro i laziali di buona classifica individuale, non si scherza. Lo sanno bene Giacomo e Andrea con i loro rispettivi tecnici, abbiamo almeno conquistato il bronzo, ma non basta!

Il primo set è nostro, ma nel secondo, già dai primi scambi, il genovese Andrea Puppo da segni di cedimento commettendo talvolta errori grossolani, deve pagare la fatica e la tensione della gara precedente (doppio misto). Giacomo non ci sta, si comporta da vero doppista, copre il compagno giocando in maniera egregia, nel frattempo attirati dalla spettacolarità dei colpi si avvicinano sempre più persone, qualcuno mormora: "Il livello dei giovanissimi si è alzato tanto"; "sembra la finale!". Vinciamo di misura al quinto e la squadra avversaria si complimenta con Giacomo affermando, insieme ad alcuni spettatori, che è lui che ha fatto la differenza, giocando sin dalle prime battute in maniera stellare.

Atleti12345
Paniccia Giorgio/Giovannetti Tommaso Maria
ASD Top Spin Frosinone/ASD Tennistavolo Monterotondo
811101182
Palomba Giacomo/Puppo Andrea
T.T. Club La Spezia A.S.D./A.S.D. Tennistavolo Genova
119128113

Argento sicuro! Siamo in finale. Giacomo e Andrea consapevoli di non essere più efficienti al 100%, stremati dalla tensione e in parte appagati dalla partita precedente, nonostante il loro massimo impegno, vengono sconfitti dai piemontesi 3-0

Bravi Giacomo e Andrea, medaglia meritatissima!

Atleti12345
Sulis Jacopo/Cagna Simone
A.S.D. - T.T. Biella/A.S.D. - T.T. Biella
1111113
Palomba Giacomo/Puppo Andrea
T.T. Club La Spezia A.S.D./A.S.D. Tennistavolo Genova
4990

30 aprile 2014

Giornata del singolare maschile giovanissimi, 65 partecipanti. Il risultato di Giacomo ottenuto il giorno prima mi fa ben sperare per la gara singolare. Infatti Giacomo con la concentrazione dovuta ma in tutta calma e tranquillità supera il girone 8 perdendo solo un set col pugliese Serio Gioele.

Atleti12345
Bisonni Gianmarco
A.S.D. - TT Campomaggiore Terni
3450
Palomba Giacomo
T.T. Club La Spezia A.S.D.
1111113

Atleti12345
Palomba Giacomo
T.T. Club La Spezia A.S.D.
1111113
Zambelli Nicola
A.S.D. - TT Campomaggiore Terni
4670

Atleti12345
Cice Emanuele
Unione Sportiva Dil. Villazzano
6990
Palomba Giacomo
T.T. Club La Spezia A.S.D.
1111113

Atleti12345
Palomba Giacomo
T.T. Club La Spezia A.S.D.
111111113
Serio Gioele
A.S.D. TT Olimpia Martina
613441

Giacomo entra nei 16mi di finale affrontando il romagnolo Monaco Matteo, non gli da scampo, anche quando l'avversario sembra acquistare sicurezza dopo fatto qualche punto.

Atleti12345
Monaco Matteo
ASD Circolo Bocciofilo Massese
5360
Palomba Giacomo
T.T. Club La Spezia A.S.D.
1111113

Mano a mano che si sale, si sa, il tabellone è sempre più difficile, avversari ostici di buona classifica. Negli 8vi infatti incontra il toscano Nardi Samuele, avversario col quale almeno un paio di occasioni non ha mai vinto, l'ultima risale al 1° marzo dove subisce un pesante 3-1.

Ma qui Giacomo dimostra come non mai la voglia di vincere, col giusto atteggiamento, concentrazione, lucidità e agonismo, segue ogni consiglio con attenzione, mettendoli in pratica con freddezza chirurgica. Bellissima partita, forse fra le migliori giocate quest¿anno.

Atleti12345
Nardi Samuele
A.S.D. - T.T. Valdarno
68110
Palomba Giacomo
T.T. Club La Spezia A.S.D.
1111133

Le gare nel tabellone si susseguono senza sosta, siamo giunti ai 4rti di finale, si affrontano gli 8 giovanissimi pongisti migliori d'Italia.

Il piemontese Sulis vince i primi 2 set, dobbiamo escogitare velocemente una soluzione, anche se nei set precedenti già si notava un calo, nella posizione troppo arretrata e nell'esecuzione dei servizi non più efficaci e i colpi non avevano più la dovuta rotazione. Giacomo dava l'impressione di aver perso la determinazione e la calma dei primi incontri, l'unica, pensiamo insieme, è quella di cominciare tenendo un palleggio corto, aspettare la palla giusta e con mobilità di gambe aprire con effetto per poi chiudere al centro o molto angolato in funzione dell'apertura fatta dal dritto o dal rovescio e dalla posizione dell'avversario. Sembra corretto! Vince il terzo set, ma ahimé l¿incoraggiamento di questo set non serve a ripetersi, deconcentrato, forse impaurito nel sapere con molto anticipo che lo avrebbe affrontato; non apre più il gioco, le gambe sono ferme, palleggia corto e basta. Sulis porta a casa l'incontro 3-1.

Piccola soddisfazione, è significativo che Sulis, prima testa di serie, ha perso un set solo da Giacomo, negli incontri precedenti fino alla fine vinti tutti 3-0.

Tirando le somme sono contento della prestazione di Giacomo sia nel doppio che nel singolo fino all'ultima partita.

Infine ringrazio Giacomo per l'atteggiamento dimostrato in attenzione, esecuzione delle direttive dategli, per il rispetto che ha dimostrato nei miei confronti, durante i riscaldamenti e nelle partite.

Atleti12345
Sulis Jacopo
A.S.D. - T.T. Biella
11119113
Palomba Giacomo
T.T. Club La Spezia A.S.D.
751111

Michele Rossi

2014-03-22: SALVI!!! 

SIAMO SALVI!!!

Ieri, sabato 22 marzo 2014, il T.T. Club La Spezia A.S.D. ha ospitato, per l'ultima giornata del campionato nazionale di A2 girone B, la squadra del Sant'Espedito Napoli che, come noi, riponeva in questa giornata tutte le speranze di non vanificare un intero anno di sacrifici e di duri allenamenti. Purtroppo per loro e fortunatamente (ma anche meritatamente, credo) per noi, non ci sono riusciti, e mentre noi esultiamo per aver aggangiato proprio all'ultima giornata l'agognata salvezza, loro retrocedono in serie B1. Intendiamo, sinceramente e sportivamente, rendere merito ai nostri avversari e riconoscere loro la correttezza con la quale hanno affrontato la gara.

Dovrei, a questo punto, passare alla cronaca dell'incontro; dire che è stato diretto impeccabilmente dal giudice arbitro sig. Palagi Stefano; raccontare che la prima partita è stata giocata dal nostro Andrea Bongini (28) contro Gammone Alessandro (69), che la partita è finita, come da pronostico, 3-0 e che, quindi, andiamo in vantaggio per 1-0; dire poi che Massimo Cattoni (65) perde 1-3, contro il pronostico, con Palladino Gerardo (96) e che quindi la partita si porta sull'1-1; dire ancora che il nostro presidente Michele Bertolotti (179) perde 2-3 (11-13 al quinto) con Galdieri Mattia (73) e la partita va sull'1-2 in nostro sfavore; continuare dicendo che ci pensa Andrea Bongini (28) a riportare la partita in pareggio sul 2-2 battendo 3-1 Palladino Gerardo (96); e poi ancora narrare dell'ennesimo miracolo di Michele Bertolotti (179) che, contro ogni pronostico, batte Gammone Davide (63), riportando la partita sui giusti binari sul 3-2; e infine raccontare la partita di Massimo Cattoni, tutta cuore e... attibuti, contro Mattia Galdieri (73) che col risultato finale di 3-2 (11-9 al quinto) regala al T.T. Club La Spezia, la salvezza e la possibilità di giocare anche il prossimo anno nel campionato di serie A2. Sì, dovrei raccontare di tutto questo, ma...

... ma non ne ho molta voglia. Mi piace piuttosto assaporare i ricordi di questa stagione, uno a uno, così come si affacciano alla mia mente.

Ricordare per esempio l'affetto, il calore, e il continuo incitamento del pubblico, per l'occasione davvero folto, che ha dato alla squadra quella marcia in più e quello stimolo per tirare fuori una prestazione maiuscola che ci fa ottenere, tra l'altro, anche la prima vittoria in questo campionato, dopo una serie di 4 pareggi e 5 sconfitte.

E poi si affaccia alla mente il time-out tecnico che il coach Michele Rossi ha chiamato durante il 4° set della partita tra Massimo Cattoni e Mattia Galdieri, allorché Massimo, che era riuscito a rimontare da 7-9 a 9-9, perde il punto e Galdieri si ritrova in mano il suo primo match-point. Dopo quel time-out Massimo annulla il match-point. Grande Massimo e grande coach!

E mi viene anche in mente il punto immediatamente successivo: siamo sul 10-10 e Massimo si appresta ad effettuare il suo servizio... fa un servizio lungo... troppo lungo. Fuori! Noooo...!!! Galdieri si ritrova perciò a giocare un altro match-point e col servizio a favore per giunta... Meno male che non riesce a sfruttarlo e alla fine il set è appannaggio di Massimo che pareggia 2-2 e rimanda il verdetto finale al quinto ed ultimo set della stagione!

E poi ricordo l'ultimo punto fatto da Massimo, che dopo averlo conseguito, per scaricare la tensione "stramazza" al suolo subito sommerso dal calore e dall'affetto dei suoi compagni e dei tifosi che si catapultano su di lui con una gioiosa invasione di campo (vedi foto sopra).

Ma ricordo anche la pacata e cinica freddezza con cui Andrea Bongini ha liquidato i suoi due avversari di turno. E poi mi ha assalito una punta di rammarico perché, ho pensato, quest'anno la sorte non è davvero stata benevola con la nostra squadra: e mi vengono in mente gli acciacchi di Andrea nella prima parte del campionato; e poi i problemi di Edoardo che l'hanno costretto a non poter più dare il suo contributo a questa squadra che all'inizio contava tanto su di lui.

E poi... vediamo... ah già! Michele, il nostro presidente. Ecco mi viene in mente un verso di De Andrè "...dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior". Parafrasando questo verso, se il letame è la sfortuna che ci ha accompagnato in questa stagione, allora il fiore è sicuramente Michele Bertolotti. Per far fronte alla sfortuna è stato sottratto alla compagine della C1 ed ha fatto il suo esordio in A2. E lì sboccia il fiore. Che esordio! E che rendimento! Se andiamo a vedere lo score, Bertolotti, insieme a Bongini, ha la migliore percentuale di positivi: 50%!

Mi viene anche in mente la trasferta di Cagliari. Il viaggio di coach Rossi e di Edoardo, che non potendo quest'ultimo viaggiare in aereo, affrontano un viaggio di 10 ore (all'andata e altrettante al ritorno), tra macchina e traghetto, e l'attraversamento di quasi tutta la Sardegna, da Olbia a Cagliari... e mi viene da pensare: "Ragazzi, questa è passione vera, è dedizione suprema!", e con un sorriso mi si accavalla il pensiero di quanti, al contrario, si inventano mille scuse, mille impegni pur di non andare al di là di Genova.

E come poter dimenticare il contributo, senz'altro meno eclatante ma altrettanto prezioso, di Roberto Palomba prima, e di Sergio Perfigli dopo, che si sono sobbarcati un'improbabile trasferta, il primo a Cori (LT) e il secondo a Palermo, semplicemente per permettere alla società di poter onorare gli impegni di campionato e di non incappare in penalità che ci avrebbero tagliato fuori dai giochi.

Beh, i ricordi di questa stagione sono tanti, ma non possiamo fare a meno di gettare uno sguardo speranzoso anche sul futuro. Cosa saremo in grado di fare l'anno prossimo? Dovremo ancora battagliare contro la sfortuna oltre che contro gli avversari? Sapremo attrezzarci per affrontare gli impegni che ci aspettano in maniera più tranquilla?

Ai posteri l'ardua sentenza... ma per il momento...

VIVA IL T.T. CLUB LA SPEZIA

Marcello Cremente

2014-03-02: Torneo Naz. Giovanile Terni 

Si è svolto nel primo fine settimana di marzo il 4° Torneo Nazionale Predeterminato Giovanile 2013/2014 al Palatennistavolo Aldo De Santis di Terni. L'onere di rappresentare il T.T. Club La Spezia A.S.D. ricade solo ed esclusivamente sulle spalle del nostro Giacomo Palomba che si presenta alla gara del Singolare Maschile Giovanissimi accreditato della testa di serie numero 7 del torneo su un totale di 25 partecipanti. Gli atleti in gara vengono suddivisi in sette gironi (i primi tre gironi da 3 atleti e gli altri quattro da 4 atleti). In virtù della sua posizione Giacomo (3169) risulta la testa di serie numero 1 del girone 7, nel quale se la dovrà vedere con Nardi Samuele, con Giannino Andrea e con Felici Giacomo.

Per la prima volta si sperimenta una formula (denominata TopAB) in cui tutti gli atleti passano ad una fase successiva che prevede due tabelloni (uno principale al quale accedono il primo e il secondo di ogni girone ed uno di consolazione al quale accedono il terzo e il quarto di ogni girone). Ogni tabellone, ad ogni turno successivo, si divide ancora in due semitabelloni: a quello superiore accedono i vincenti del turno precedente e a quello inferiore accedono i perdenti del turno precedente. Alla fine si arriverà a disputare gli incontri per determinare ogni singola posizione: finale 1° e 2° posto, finale 3° e 4° posto, e così via fino alla finale per le ultime due posizioni (per chi volesse capire meglio il meccanismo basta scaricare dal nostro sito il file Tabellone 16 classifica completa + Refertini (xls con macro), presente nella sezione Download, dove è stata implementata la suddetta formula di gioco).

Ma torniamo al nostro Palombino. La prima partita di Giacomo lo vede opposto a Giannino Andrea (1657). Tra i due c'è un grosso divario in classifica ma nella categoria dei giovanissimi questo non è molto significativo poiché, si sa, a questa età i valori degli atleti non sono molto ben delineati e il punteggio, a volte, può essere ingannevole. Giacomo comunque vince questo incontro iniziando bene il suo torneo, ma deve comunque faticare più dei previsto; perde infatti il primo set (9-11) ritrovandosi subito a dover inseguire l'avversario. Si porta poi in vantaggio vincendo i successivi due set per 11-8 e per 11-6. Tuttavia non riesce a chiudere definitivamente l'incontro e subisce il ritorno di Giannino che conquista ai vantaggi (10-12) il quarto set. Tutto si gioca quindi nell'ultimo e decisivo set. Il punteggio di 11-5 ci dice comunque che Giacomo ha giocato l'ultimo set con estrema sicurezza e controllando bene il gioco del suo avversario.

Il secondo incontro con la testa di serie numero 2 del girone, Nardi Samuele (2862), è senz'altro il più insidioso. Ancora una volta Giacomo parte cedendo il primo set (7-11) e rimonta nel secondo set 11-9. Tuttavia, causa una condotta di gioco certamente non al suo livello - così racconta il suo accompagnatore Palomba Roberto - Giacomo cede gli altri due set (9-11 e 8-11) perdendo l'incontro.

L'ultimo incontro, che bisogna assolutamente vincere per passare il girone e accedere al tabellone principale, è contro colui che, sulla carta, è il più abbordabile degli avversari, Felici Giacomo (751). Il risultato (11-2, 11-7, 11-3) racconta di una partita condotta in scioltezza e vinta con sicurezza.

Giacomo è quindi nel tabellone principale da 16 atleti dove si giocherà per la posizione da 1 a 16. Il sorteggio gli oppone Moser Juri (2315, vincitore del girone 5). Come di consueto Giacomo perde il primo set (7-11), ma questa volta, forse giocando con quel pizzico di concentrazione in più necessaria per fare buoni risultati, si aggiudica i successivi tre set (11-6, 11-7, 11-8) portando a casa quello che alla vigilia del torneo era il risultaro minimo: arrivare ai quarti di finale.

La vittoria con Moser lo proietta quindi nel tabellone superiore dove si gioca per la posizione da 1 a 8. L'avversario di turno è Paniccia Giorgio (2691). Palomba Roberto ci racconta che in questa partita Giacomo ha sfoderato una prestazione maiuscola e il risultato di 3-0 (11-9, 11-2, 11-8) che Giacomo infligge all'avversario, confermano le parole del nostro inviato speciale. Con questo risultato Giacomo ha già fatto un'impresa perché adesso, accedendo ancora al semitabellone superiore, andrà a giocare per le posizioni da 1 a 4, essendosi già assicurato un posto sul podio di un torneo nazionale giovanile. Complimenti!

Nel turno per le posizioni da 1 a 4 Giacomo incontra il suo avversario di sempre Puppo Andrea (4949) che ancora una volta castiga il nostro portacolori con un 3-1, che però mostra, nei parziali (9-11, 9-11, 11-6, 4-11) che la vittoria non è stata, per il bravo Andrea, una passaggiata. Giacomino ha perso sì, ma vendendo cara la pelle e cedendo realmente solo nell'ultimo set. Pazienza questa volta Giacomo dovrà prendere la strada del semitabellone inferiore dove giocherà la finale per il 3° e 4° posto.

Nell'ultimo incontro, per la posizione da 3 a 4, Giacomo incontra Giovannetti Tommaso Maria (4862). La lettura dell'andamento della gara (8-11, 11-5, 7-11, 11-7, 10-12) ci dice che, nonostante il grande divario in classifica a favore di Giovannetti, l'esito dell'incontro è stato sempre in bilico e solo per un nonnulla la bilancia non ha peso dalla parte di Giacomo. Il nostro inviato ci riferisce che è mancato quel pizzico di malizia nella variazione dei servizi, troppo spesso identici a se stessi e perciò, dopo un po', prevedibili da parte dell'avversario. Sicuramente un aspetto sul quale si potrà lavorare.

In definitica ci si appresta a tornare a casa contenti dell'andamento generale del torneo; consapevoli di avere fatto il proprio. Giacomo infatti, tranne una partita nel girone, ha vinto sempre con chi gli stava dietro in classifica ed ha ceduto solo contro due avversari che gli stanno davanti, molto davanti, giocandosela tuttavia con entrambi alla pari.

Bravo Giacomo! Grazie Giacomo per il podio conquistato... sicuramente un gradito regalo per il tuo allenatore Michele Rossi!!!

Marcello Cremente

2014-02-25: Camp. Reg. Giov. visti da Ivan Apeddu 

Lo scorso 23/02/2014 si è svolto a San Lorenzo al mare (IM) l'edizione 2013-2014 del Campionato Regionale Giovanile nel quale venivano assegnati i titoli di "Campione Regionale" per le varie categorie giovanili. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. era presente con il sottoscritto (Apeddu Ivan), Donato di Palma accompagnati da Franco Di Palma. Era presente anche Palomba Giacomo accompagnato da suo papà Roberto del quale, non avendolo seguito da vicino, non posso raccontare grandi cose se non la più importante e cioè che si è laureato Campione Regionale Giovanissimi 2013-2014. Un applauso al nostro Giacomo (clap clap clap...)

La nostra spedizione è partita alle 07:00 per arrivare sul luogo della manifestazione alle 09:00: viaggio faticoso, costoso e, soprattutto, ansioso. In questo campionato regionale si assegnavano i titoli di Campione Regionele per i seguenti settori: giovanissimi, ragazzi, allievi e Juniores, sia maschile sia femminile. Io renderò conto della gara Juniores, quella che vedeva impegnati sia me sia Donato Di Palma.

Donato affronta il suo girone come testa di serie n° 2, preceduto da Andrea Bottaro testa di serie n° 5 del torneo, e come ultimo Sorrenti. Il nostro atleta gioca una bella partita con Bottaro che però perde 3-1, vince con Sorrenti 3-0 e, quindi, passa al tabellone a eliminazione diretta come 2° del girone.

Io sono invece testa di serie n° 1 del mio girone, e sarò, scusate la modestia, la grande sorpresa della giornata; trovo nel girone il mio caro amico di Toirano Davide Ratto (testa di serie n° 2) e, come terzo, un ragazzo che ha appena iniziato, Arbusti. Rispettando le attese supero agilmente il girone perdendo un solo set con Ratto.

Io e Donato ci troviamo così nel tabellone dove da 10 atleti bisogna passare a 6 per entrare nel TOP 6. Donato si becca il pre-turno e prende Tavilla Stefano del Toirano che batte 3-0 abbastanza facilmente, poi prima di entrare nel top si trova Picardi Giorgio (TT Genova) e lì Donato si deve arrendere alla supremazia dell'atleta avversario che gli rifila un 3-0, comunque Bravo Donato che alla fine si classificherà Settimo.

Io, invece, prendo la "X" e mi trovo Serpico Michelangelo (TT Genova), testa di serie n° 7 del torneo; partita aperta, divertente e corretta da parte di entrambi che vinco io per 3-2 (11-9 al quinto) con una retina molto fortunata; sono quindi nel TOP 6. La gara è iniziata alle 14:00 e la prima partita è stata Apeddu-Burzese (TT Bordighera, che gioca in C1); io ci metto tutto l'impegno possibile ma alla fine l'avversario ha vinto 3-2. La seconda gara è stata contro Marini Federico, altro grande amico del Villaggio Sport Chiavari che, mi asfalta in 3 set (11-2, 11-4, 11-2)... mai giocato così senza capire nulla! No Comment! Passiamo alla terza gara che mi vedeva contro Rigoli Simone (TTBaragallo); qui mi porto in vantaggio per 2-0 ma, la poca concentrazione e la paura di perdere fanno rimontare Rigoli facendolo vincere al 5° set (11-9). Soltanto amarezza per me che perdo una partita praticamente già vinta! Oramai sconsolato, mi avvicino al tavolo per giocare la quarta partita contro una delle mie bestie nere, Picardi Giorgio, col quale non ho mai vinto né in campionato né in tornei. Ma, come a volte mi capita, in questa partita divento un leone e abbatto Picardi 3-2 (11-9 al quinto) esplodendo in grido di esultazione a fine gara! Oramai alla fine, e con il morale a 1000, mi appresto a disputare l'ultima partita contro Andrea Bottaro che valeva il 3° posto. Tiro fuori le ultime energie fisiche, ma soprattutto mentali, e vinco alla grande dando un 3-0 al mio avversario ed esultando, ancora, con un urlo di liberazione.

Alla fine, stremato per l'impresa mi classifica terzo a pari merito con Picardi, preceduti da Marini "2°" e Burzese "1°".

Questo lo svolgimento di questi campionati regionali dal mio punto di vista. Vorrei dedicare la vittoria di questa medaglia al mio allenatore Michele Rossi per tutto quello che mi ha insegnato sia di gioco sia come persona. Grazie Michi!

Ivan Apeddu

P.S. A parziale rettifica di quanto scritto dall'entusiasta Ivan occorre precisare che nel Top6 Juniores, la classifica finale lo vede al 4° posto anziché al 3°. Infatti Apeddu, Rigoli e Picardi concludono tutti e tre con 7 punti (2 vittorie e 3 sconfitte), ma la differenza set premia Picardi (+1), segue Apeddu (0) e infine Rigoli (-1). Non ce ne voglia il comunque bravo Apeddu per la precisazione.

Marcello Cremente

2014-02-23: T.T.Club La Spezia A.S.D. in lutto 

Questa notte è venuto a mancare all'affetto della sua famiglia il papà del nostro tecnico Michele Rossi.

Tutta la società "T.T. CLub La Spezia A.S.D.", direttivo e atleti, si stringono in un caloroso e affettuoso abbraccio attorno a Michele e alla sua famiglia e porgono loro le più sentite condoglianze in questo momento di profondo dolore.

2014-02-17: Raggiunta quota 2000 accessi unici 

Il 17 febbraio 2014 è stata raggiunta la quota di 2000 Visite uniche al nostro sito. Il traguardo è stato raggiunto da un utente di Redmond negli Stati Uniti (probabilmente un web crawler).

Ricordiamo che il 4 novembre 2013, ad appena 172 giorni dalla nascita del sito (16/05/2013), avevano raggiunto quota 1000. Adesso abbiamo impiegato 105 giorni per raddoppiare il numero di Visite uniche.

Inoltre, già che ci siamo, comunichiamo anche che, a tutt'oggi, abbiamo "conquistato" 31 bandierine del mondo (ultima in ordine di tempo la MALESIA - MY). Tanti sono infatti gli stati del mondo da cui abbiamo avuto almeno una visita.

Appuntamento al prossimo traguardo: quota 3000!

Marcello Cremente

2014-02-16: 3ª di ritorno. Il punto della situazione 

Sabato 15 e domenica 16 febbraio 2014 si è svolta la terza giornata di ritorno dei vari campionati regionali e nazionali. Le compagini del T.T. Club La Spezia A.S.D. hanno tutte ben figurato e talune, come meglio dettagliato di seguito, hanno se non raggiunto, messo almeno una seria ipoteca sull'obiettivo di stagione. Partendo dalle serie inferiori e risalendo man mano i livelli dei campionati ecco i risultati conseguiti dalle nostre squadre:

Serie D3 girone C

Si è giocato domenica 16. Il terzo concentramento del campionato di D3 girone C si è tenuto a Sestri Levante (GE) ed è stato organizzato dalla società Segesta Nova. La nostra squadra "A" - T.T. Club La Spezia A.S.D. "A" (Agrillo Alessandro, Di Palma Franco, Fontana Bruno, con la partecipazione straordinaria di Celani Antonio) - ha battuto col massimo dello scarto (6-0) sia il VILLAGGIO SPORT "Golden Boys" (5-1 all'andata) sia la squadra di casa A.S.D.T.T. SEGESTA NOVA (6-0 all'andata) confermando quindi con pieno merito la posizione di leader della classifica. L'altra nostra squadra, T.T. Club La Spezia A.S.D. "B" (Cattoni Leonardo, D'Ippolito Tommaso, Salomoni Gianni e Vaccaro Pietro) ha battuto 6-0 il VILLAGGIO SPORT "Young Boys" (6-0 all'andata) e 5-1 il VILLAGGIO SPORT "Golden Boys" (5-1 all'andata) confermando la seconda posizione in classifica avendo perso una sola partita nel derby intra-societario. Particolarmente gradito è l'inatteso risultato di questa squadra composta per una buona metà da assoluti esordienti del nostro sport, il cui obiettivo iniziale era quello di fare esperienza divertendosi e dalla quale non ci si aspettava davvero un risultato così prestigioso. Alla fine di quella che potremmo definire la regular season di questo campionato la nostra società piazza due squadre nelle prime due posizioni le quali dovranno disputare i play-off per giocarsi la promozione nella superiore serie D2.

La formula dei play-off, che dovranno decretare le tre squadre che verranno promosse in D2, vedrà le seguenti squadre:

  • D3/A: A.S.D. TOIRANO 2; C.S.BARAGALLO SANREMO A.S.D. BLOCK; A.S.D. TOIRANO 3;
  • D3/B: T.T. ATHLETIC CLUB A.D. 'E'; VICTORIA A.S.D. TENNISTAVOLO 'C'; A.D. TENNISTAVOLO GENOVA SENIOR;
  • D3/C: T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D. 'A'; T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D. 'B'; VILLAGGIO SPORT "Golden Boys";

rispettivamente prime, seconde e terze dei rispettivi campionati, affrontarsi in tre gironi formati ognuno da una 1ª classificata, da una 2ª classificata e da una 3ª classificata estratti a sorteggio. I vincitori di tali gironi saranno promossi in D2. Le possibili combinazione per le nostre squadre sono quindi:

  • T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D. 'A'; C.S.BARAGALLO SANREMO A.S.D. BLOCK; A.D. TENNISTAVOLO GENOVA SENIOR;
  • T.T. ATHLETIC CLUB A.D. 'E'; T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D. 'B'; A.S.D. TOIRANO 3;

oppure

  • T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D. 'A'; VICTORIA A.S.D. TENNISTAVOLO 'C'; A.S.D. TOIRANO 3;
  • A.S.D. TOIRANO 2; T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D. 'B'; A.D. TENNISTAVOLO GENOVA SENIOR;

In bocca al lupo alle nostre due squadre!

Serie D2 girone D

Si è giocato sabato 15. In questo campionato erano impegnate 2 delle nostre 3 squadre. Unica nota parzialmente negativa la sconfitta per 6-0 del T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D. 'D' (Coscia Andrea, Ravani Gianluca, Vergassola Alessandro) da parte del VILLAGGIO SPORT SEZ. T.T. CHIAVARI. La nostra squadra "D" si conferma fanalino di coda di questo campionato che deve servire loro da esperienza per una crescita che aspettiamo di veder sbocciare per poterla poi apprezzare in pieno.

Vittoria per 4-2 del T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D. 'C' (Bonfigli Roberto, Cremente Antonino, Menconi Paolo) ai danni del VICTORIA A.S.D. TENNISTAVOLO 'A' (all'andata fu 5-1). Questa squadra conferma per ora la sua terza posizione in classifica.

Il T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D. 'B' (Bracelli Roberto, Foce Andrea, Mazzoni Mirco, Palomba Roberto) ha osservato, in questa giornata, il proprio turno di riposo.

Serie D2 girone C

Si è giocato sabato 15. Grandissimo risultato di questa squadra, il T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D. 'A' (Apeddu Ivan, Calugaru Paul, Di Palma Donato, Paita Giordano) che affrontava l'altra protagonista di questo campionato, il T.T. ATHLETIC CLUB A.D. 'D'. Le due squadre condividevano, fino a questo momento, la vetta della classifica in una coabitazione frutto di un percorso fatto di 8 vittorie per entrambe e del pareggio nello scontro diretto dell'andata. Giocando con più determinazione rispetto all'andata questa volta i nostri fantastici 4 hanno conseguito una vittoria corale grazie ai due punti di Calugaru (che sopperisce al parziale passo falso del mattatore Apeddu che perde purtroppo la sua imbattibilità ed anche la sua fantastica percentuale del 100% che aveva fino a questa giornata), e ai preziosi punti di Apeddu e Di Palma. A 4 giornate dalla fine del campionato e dopo aver affrontato con successo la gara più ostica, quella di questa giornata, i due punti in più in classifica, che ci vede adesso solitari in vetta, sono di buon auspicio per un risultato importante che a questo punto potrebbe sfuggire solo se si fa l'errore di darlo per scontato. Quindi "testa ragazzi, e concentrati fino in fondo!".

Serie D1 girone B

Si è giocato domenica 16. Con quattro giornate d'anticipo, il T.T. CLUB LA SPEZIA A.S.D., (Biagioni Massimo, Loritto Claudio, Mazziotta Raffaele e Perfigli Sergio) un vero rullo compressore, l'ammazza-campionato, ha già conquistato matematicamente la promozione in C2 battendo, in questo turno, l'A.D. TENNISTAVOLO GENOVA 'B' per 6-0. L'anno prossimo saranno impegnati in un campionato certamente più impegnativo nel quale un risultato come quello di quest'anno (obiettivo di stagione raggiunto con 4 giornate d'anticipo) è impensabile, ma nel quale, ne siamo certi, questi 4 "ragazzi" avranno sicuramente modo di dire la loro. COMPLIMENTI!

Serie C1 girone G

Si è giocato sabato 15. In questa giornata il T.T. Club La Spezia A.S.D. ha potuto usufruire del rientrante Bertolotti Michele, chiamato nelle precedenti giornate a fare ben altre imprese in A2. Dopo le due sconfitte consecutive era importantissimo fare un risultato positivo per non rimanere invischiati nella lotta per la salvezza. Dopo gli entusiasmanti risultati conseguiti da Bertolotti nel massimo campionato, la sua presenza nel team di C1 ha dato sicuramente una carica maggiore e la squadra ha, alla fine, potuto festeggiare una vittoria meritata, ma maturata solo all'ultimo dei nove incontri previsti. Sul 2-2 infatti, Bertolotti ha inaspettatamente perso contro De Michelis Piermaria, e così si è giunti al 4-4 con Maggi chiamato a strappare di dosso i panni del supereroe indossati finora da Bertolotti e mettere, con tre punti conquistati in questa giornata, il proprio sigillo sulla partita. Preoccupante d'atro canto la prestazione di Podestà, in ombra in questa partita, ma che siamo sicuri saprà riscattarsi prontamente nei prossimi appuntamenti.

Serie A2 girone B

Si è giocato sabato 15 in trasferta a Cori (LT). Assente ancora Cremente Edoardo e assente Bertolotti Michele, fa il suo debutto in A2 Palomba Roberto, che approfittando del turno di riposo della sua squadra di D2, viene convocato dal coach Michele Rossi per onorare il campionato di A2. La prestazione generale è stata senz'altro positiva. Ritorniamo infatti da Latina con un insperato 3-3. Un pareggio, frutto di una prestazione maiuscola di Andrea Bongini - così riferiscono i presenti - e di una formazione azzeccata che ha visto Palomba affrontare il loro numero 1 e numero 2, dando la possibilità a Cattoni di conquistare un punto col loro numero 3 (Perillo Andrea), partita sulla carta sicuramente abbordabile ma che comunque ha impegnato Massimo che è riuscito ad avere ragione del suo avversario solo al 5° set (che però ha vinto d'autorità per 11-1). Le cronache raccontano anche di un Palomba che si è divertito a osare colpi per lui inusuali contro avversari altrettanto inusuali.

Uno sguardo alla classifica, ci mostra che siamo comunque ultimi con i nostri diretti avversari, il Sant'Espedito Napoli, a +1 su di noi, grazie alla vittoria conseguita contro il Marcozzi Cagliari.

In conclusione...

Bilancio di giornata oltremodo positivo! Bravi tutti!

Marcello Cremente

2014-02-08: A2/B. TTClubSP vs TT REGGIO EMILIA 

La seconda giornata di ritorno vedeva la nostra squadra, il T.T. CLub La Spezia affrontare una delle corazzate di questo girone B del campionato di A2, l'ASD TENNISTAVOLO REGGIO EMILIA, all'inizio del campionato una delle favorite per la vittoria finale ed attualmente seconda in classifica a 3 punti di distanza dalla capolista ASD Falcon di Palermo. All'andata i nostri avversari ci travolsero per 4-0; questa volta, al contrario, grazie ad una prova superlativa del nostro novellino presidente Bertolotti, costringiamo i nostri avversari ad arrivare fino alla sesta ed ultima partita prima di decretarci definitivamente sconfitti!

E pensare che l'inizio gara è stato così entusiasmante che, peccando forse di un pizzico di presunzione, qualcuno - il sottoscritto, per esempio - aveva sperato in un altro risultato positivo dopo quello della settimana scorsa. Sì perché quando dopo appena due partite sei già avanti 2-0, la fantasia non può che fare i suoi voli pindarici, libera di sconfinare in territori avulsi e sconosciuti...

Ma andiamo per gradi. Continua ancora l'assenza forzata di Edoardo Cremente, che pur presente in panchina è costretto ad assistere e sostenere i suoi compagni da bordo campo senza poter dare il proprio contributo. Lo sostituisce ancora il sempre più agguerrito e determinante Michele Bertolotti che mostra di trovarsi sempre più a suo agio in questo ostico campionato di serie A2.

L'incontro è stato diretto dal sig. Palagi Stefano di Viareggio, che dopo la presentazione delle formazioni annuncia la combinazione degli incontri:

1) Bongini (n.29) - Giuliani (n. 34); 2) Bertolotti (n.213) - Sinigaglia (n.18); 3) Cattoni (n. 58) - Liu (n. 41); 4) Bongini (n. 29) - Sinigaglia (n. 18); 5) Cattoni (n. 58) - Giuliani (n. 34); 6) Bertolotti (n. 213) - Liu (n. 41).

Sulla carta, quindi, questo l'andamento della partita:

T.T. Club La Spezia - TT Reggio Emilia: 1-0, 1-1, 1-2, 1-3, 1-4!

Visti i ranking dei giocatori delle due squadre, la formazione non è la migliore auspicabile: avremmo preferito che il nostro numero 29 (Bongini) avesse giocato con il loro 34 (Giuliani) e con il loro 41 (Liu), per avere 2 punti assegnati dal pronostico; inoltre sarebbe stato opportuno che il nostro 213 (Bertolotti) avesse giocato con il loro 18 (Sinigaglia) e con il loro 34 (Giuliani) in modo da lasciare al nostro numero due la partita più abbordabile con il numero tre avversario; infine lasciare all'estro dei giocatori la possibilità di stravolgere l'esito finale con qualche risultato a sorpresa.

Considerato che gli avversari hanno presentato una formazione "convenzionale" (ossia hanno schierato il loro primo uomo come primo, il loro secondo uomo come secondo, e il loro terzo uomo come terzo) forse si sarebbe potuto rischiare un po' di più e schierare BERTOLOTTI-CATTONI-BONGINI invece di BONGINI-BERTOLOTTI-CATTONI. Questa formazione, ferma restando quella dei nostri avversari avrebbe offerto il seguente sviluppo: Bertolotti-Giuliani (0-1), Cattoni-Sinigaglia (0-2), Bongini-Liu (1-2), Bertolotti-Sinigaglia (1-3), Bongini-Giuliani (2-3), Cattoni-Liu (2-4). Sulla carta sarebbe finita 4-2 inverce che 4-1. Lo so, lo so, ... tutte chiacchiere! Il solito pignolo potrebbe subito osservare che all'andata Bongini-Liu non andò come sperato... d'accordo, ma qualche criterio per decidere la propria formazione bisogna pur adottarlo.

Ma vediamo allora come sono andate realmente le cose.

La prima gara vede di fronte il nostro Bongini Andrea (n. 29) contro Giuliani Filippo (n. 34). Andrea gioca bene e, faticando forse un po' di più solo nell'ultimo set, porta a casa la partita (8, 6, 10) regalando il preventivato 1-0 al T.T. Club La Spezia.

La seconda gara vede Bertolotti Michele (n. 213) che deve affrontare il numero uno avversario Sinigaglia Marco (n. 18), in una partita apparentemente senza storia. Ma questa partita invece di storia ne ha da raccontare perché il nostro Bertolotti, dopo i primi due set si ritrova in vantaggio per 2-0; infligge infatti un doppio 11-9 ad un avversario che di tanto in tanto guarda sbigottito verso la sua panchina con smorfie di incredulità per il modo in cui si ritrova imbrigliato nel gioco insolito del nostro presidente. La speranza di una "favola bella" sembra svanire nei successivi due set, nei quali Sinigaglia si ricorda di essere un giocatore di alto livello e gioca con più accortezza e con più pazienza e riesce a rimettere le cose in sesto pareggiando il conto con un perentorio 6-11 e con un meno perentorio 9-11. Nel quinto ed ultimo set, però, è ancora il nostro Michele che sembra aver ripreso il bandolo della matassa: al cambio campo in vantaggio per 5-3, finisce con un trionfale 11-8, concedendosi anche un applaudito gesto di autentico fair play quando sul 10-7 in suo favore segnala uno spigolo preso dal suo avversario che era sfuggito a tutti, arbitro compreso. Alla fine porta a casa una partita con un avversario di assoluto prestigio e qualificandosi come l'attuale migliore giocatore della squadra con 2 partite vinte su 3 (66%): grazie per la favola bella, novellino!

Certo che dopo questa partenza sprint, dopo l'entusiasmo della squadra che ancora una volta sommerge sotto un caloroso abbraccio il suo atleta che si rivela capace di grandi imprese come una sorta di supereroe dei fumetti, certo, dopo tutto questo, non me ne farete una colpa se cominciavo a sperare in un pareggio che a questo punto credo sarebbe stato anche meritato. E invece...

La terza gara vede di fronte Cattoni Massimo (n. 58) e il cinese avversario Liu Wenyu (n. 41). Questa, tra il nostro numero due e il loro numero tre, sarebbe dovuta essere la partita della sorpresa, quella nella quale poter sperare per mettere le mani sul pareggio. Massimo lotta caparbiamente nel primo set che perde ai vantaggi (12-14), subisce ancora il gioco del suo avversario nel secondo set (8-11), poi gioca il terzo set con maggiore lucidità, quella che avremmo voluto vedergli fino alla fine, e porta la partita sul parziale 1-2; l'ultimo set purtroppo è costellato da una serie di errori che sommati portano al conclusivo 3-11.

Arriviamo alla giro di boa della gara potendo contare in un insperato vantaggio di 2-1. Insperato sì, ma carico di speranze.

La quarta gara vede opposti i rispettivi numeri uno: il nostro Bongini Andrea (n. 29) e Sinigaglia Marco (n. 18). L'incontro non appare così scontato. Andrea perde il primo set per 9-11, ma rimette immediatamente le cose a posto imponendosi nel secondo set per 11-7. È ancora Sinigaglia che si porta in vantaggio con un altro 9-11, ma ancora una volta Andrea sembra reagire prontamente, infatti osserviamo il segnapunti che indica un 7-1 a suo vantaggio nel quarto set. Ma... - questo è il tennistavolo - l'imponderabile, l'inspiegabile, l'incomprensibile, presenta il suo conto e... il set viene perso per 7-11. Certo abbiamo detto che sulla carta questo risultato era preventivabile, ma il modo in cui è maturato, me lo concederete, lascia l'amaro in bocca. Molto amaro...

Sul parziale di 2-2, scendono in campo Cattoni Massimo (n. 58) e Giuliani Filippo (n. 34). Anche questa è una gara tutto sommato aperta a qualsiasi risultato. Vero è che all'andata lo stesso incontro finì 3-1 per Giuliani, ma Cattoni oggi appare, in questa come nella precedente partita, molto più intraprendente nel cercare di imporre il proprio gioco, tant'è che, seppur ai vantaggi, porta a casa il primo set (13-11). Perde poi di misura (9-11) il secondo set e, purtroppo, non riesce più a contrastare efficacemente il suo avversario che si impone 6-11 e 8-11, per un definitivo 1-3.

Le speranze del pareggio sono affidate nuovamente alla racchetta di Bertolotti Michele (n. 213) che contro Liu Wenyu (n. 41) è chiamato a svolgere fino in fondo il ruolo di supereroe che si è cucito addosso con l'impresa appena compiuta contro Sinigaglia. Ma purtroppo l'avversario, giocatore all-round, come il nostro Michele, ha al suo arco molte più frecce di un avversario qualunque perché praticando lo stesso tipo di gioco è evidentemente a conoscenza dei modi con cui poterlo neutralizzare. I parziali sono disarmanti (-4, -2, -9). Bertolotti soffre in particolar modo i servizi del cinese, lisci, lunghi e veloci, che non gli danno il tempo di impostare il proprio gioco. Perde questo incontro 3-0, ma con uno scoring di 2 partite vinte su 4, rimane sempre percentualmente il migliore realizzatore della squadra (50%).

Perdiamo questa partita, con qualche rammarico, ma tutto sommato consapevoli di aver ottenuto un risultato migliore di quello che alla vigilia ci assegnava il pronostico. Un'occhiata ai risultati degli altri campi ci dà una cattiva, per noi, notizia: la nostra diretta avversaria per la lotta alla salvezza, il Sant'Espedito Napoli, ha pareggiato in casa del TT Cori Tecno Electric - nostri prossimi avversari di sabato prossimo in trasferta. Questo risultato ristabilisce la posizione reciproca tra noi e il Sant'Espedito, che, così rimanendo le cose fino allo scontro diretto dell'ultima giornata di ritorno, ci vede costretti a vincere per 4-0 se vogliamo conquistare la salvezza.

Marcello Cremente

2014-02-01: A2/B. TTClubSP vs Marcozzi (CA) 

Il 1° febbraio sono ripresi tutti i campionati, regionali e nazionali, dopo la pausa dedicata ai vari tornei post-natalizi. il T.T. Club La Spezia A.S.D. ospitava la terza forza del campionato di A2 girone B: l'ASD Marcozzi di Cagliari contro la quale è riuscita a bissare lo stesso risultato utile dell'andata: 3-3. All'andata, lo ricordiamo, il pareggio maturò già alla quinta partita, e per un pelo il risultato non fu bottino pieno: Cremente infatti, giocando con la tranquillità del pareggio già acquisito, perse 3-2 l'ultimo partita contro Loreto. Il pareggio del ritorno, come vedremo, è maturato invece in modo molto più rocambolesco!

La prima nota negativa da segnalare è il mancato apporto del nostro terzo atleta Cremente Edoardo che nonostante la lodevole presenza in panchina accanto ai suoi compagni, è costretto a rinunciare a scendere in campo per un problema fisico. Questo fatto ha creato qualche difficoltà in società che ha dovuto studiare tutte le possibili soluzione per onorare al meglio tutti i campionati. Sfruttando il fatto che il regolamento consente ad una atleta di un campionato inferiore di salire nel campionato di A2 e poi poter ritornare a disputare il suo campionato originario, la società ha designato il suo presidente, Bertolotti Michele, che disputa il campionato di C1 girone G, a sostituire l'infortunato Cremente. In ogni caso di fondamentale importanza risulta indovinare la formazione da schierare.

Dopo la presentazione delle formazioni al giudice arbitro, sig. Palagi Stefano che ha diretto l'incontro senza alcuna difficoltà, scopriamo gli accoppiamenti che sono:

1) Cattoni (n.58) - Loreto (n. 74); 2) Bertolotti (n.213) - Sabatino (n.12); 3) Bongini (n. 29) - Curcio (n. 52); 4) Cattoni (n. 58) - Sabatino (n. 12); 5) Bongini (n. 29) - Loreto (n. 74); 6) Bertolotti (n. 213) - Curcio (n. 52).

Non ci possiamo lamentare. Siamo riusciti ad evitare che il nostro numero 1 giocasse col loro numero 1 (sulla carta più forte). Basandoci solo sui pronostici offerti dalla posizione nel ranking che vede favorito un atleta di ranking più alto rispetto a uno di ranking più basso, vediamo che sulla carta l'andamento della partita dovrebbe essere:

TT Club Spezia - Marcozzi: 1-0, 1-1, 2-1, 2-2, 3-2, 3-3. Sulla carta, la formazione è stata azzeccata. Vediamo allora lo sviluppo della gara.

La prima gara vede affrontarsi Massimo Cattoni (n. 58) contro Loreto Dario (n. 74). I patemi d'animo iniziano già con questa partita. Cattoni si porta avanti nel primo set aggiudicandoselo per 11-7. Il suo avversario dal canto suo si aggiudica i successivi due set (8-11 e 6-11). Massimo lo sa che questa prima partita è molto importante: sulla carta è uno dei punti che dobbiamo assolutamente portare a casa se vogliamo sperare in un risultato positivo. Si riporta quindi in pareggio in modo assolutamente convincente (11-3) e si appresta ad affrontare l'ultimo e decisivo set: Massimo parte bene: va al cambio campo sul 5-1 in suo favore, dopo qualche altro scambio si arriva sul punteggio di 8-4 ancora in suo favore e qui succede il quasi patatrac: un passivo di 6 punti consecutivi ci mostra sul segnapunti un preoccupante 8-10. Loreto ha a disposizione 2 match-point, ma Massimo non demorde; rimonta i due punti di scarto, per aggiudicarsi alla fine col punteggio di 12-10 la prima partita. Il pronostico è stato mantenuto ma l'andamento della gara ci fa capire quanto sia effimero contare solo sul pronostico offerto dalla carta!

Per il secondo incontro sono schierati la new-entry Bertolotti Michele (n. 213) e Sabatino Daniele (n. 12). Il pronostico del ranking viene ovviamente rispettato... ma guardiamo i punteggi: 12-14, 6-11, 9-11. Chi l'avrebbe detto che il quotatissimo 1ª categoria Sabatino Daniele concedesse così tanti punti al "novellino" Bertolotti Michele, 3ª categoria di più di 200 posizioni dietro di lui nel ranking nazionale? Certamente nessuno, anzi ci saremmo aspettati un risultato molto più schiacciante. La sconfitta, che potremmo definire onorevole, ci fa invece piacere e ci offre un Bertolotti che non ha nessuna voglia di giocare il ruolo della comparsa in questo campionato di A2. Bravo Presidente!

Il terzo incontro vede affrontarsi Bongini Andrea (n. 29) e Curcio Stefano (n. 52). Il nostro Andrea si aggiudica l'incontro per 3-0 (7, 2, 8) con una prova assolutamente convincente e mantenendo per altro la tradizione che lo vede sempre vincente e sempre per 3-0 su questo avversario.

La prima parte dell'incontro termina 2-1 per il T.T. CLub La Spezia... Come da pronostico.

Inizia la seconda tornata di incontri con Cattoni Massimo (n. 58) contro Sabatino Daniele (n. 12). La storia degli incontri tra questi due atleti è a netto vantaggio di Sabatino. L'unica vittoria del nostro Massimo maturò nello scorso campionato di A2 in casa. La speranza che l'impresa possa ripetersi è fievole ed infatti dopo un primo set tutto sommato equilibrato Sabatino, come ci si aspettava, prende il largo e si aggiudica la partita per 3-0 (-9, -6, -4), portando il risultato dell'incontro sul 2-2. Fin qui quindi tutto secondo pronostico. Affidiamo quindi al successivo incontro tutte le nostre speranze di raggiungere il pareggio e fare quindi un risultato utile ai fini dell'obiettivo "salvezza".

Il quinto incontro vede Bongino Andrea (n. 29) contro Lorato Dario (n. 74). L'incontro parte bene. Andrea si aggiudica il primo set per 11-4, risultato che infonde un vago senso di tranquillità in vista del raggiungimento dell'obiettivo di giornata. Ma le cose non sono destinate a proseguire lungo il binario della tranquillità: il secondo set se lo aggiudica Loreto per 9-11. Andrea si aggiudica il successivo ma in modo meno disinvolto, deve infatti faticare fino ai vantaggi: 13-11. Al contrario Loreto si mostra più spavaldo nel 4 set che si aggiudica per 8-11. L'ultimo set, come si può ben comprendere, tiene tutti sulle spine. Intanto, diciamocelo, nessuno si aspettava di arrivarci; dopo il 3-0 inflitto a Curcio ci si aspettava un risultato altrettanto perentorio con Loreto che è ancora più indietro nel ranking nazionale. Come a concretizzare tutti i peggiori timori inespressi il risultato dell'ultimo set, 11-13 per Loreto, cade su tutta la squadra come una pesantissima clava punitrice. Serpeggia in tutti noi la ferma convinzione che lo sperato risultato utile del pareggio sia scivolato via dalle nostre mani come una dispettosa nuvoletta di fumo. Certo manca ancora una partita, ma...

La sesta ed ultima partita vede Bertolotti Michele (n. 213) contro Curcio Stefano (n. 52). Il primo set finisce in modo desolantemente netto, 5-11, a favore di Curcio. IL secondo set riserva già la prima sorpresa: Bertolotti riesce a strappare un set (11-8) al suo più quotato avversario che mostra di soffrire oltremodo il gioco all-round (difesa+attacco) del nostro presidente. Ma Curcio ristabilisce subito le distanza con lo stesso perentorio risultato del primo set 11-5. Ma ancora una volta il nostro presidente ci regala una graditissima sorpresa portando a casa il quarto set 11-8. Certo tutti sappiamo che Bertolotti è capace di grandi imprese, basta vedere i suoi recenti risultati nei vari tornei nazionali e regionali, ma sinceramente in pochi avrebbero scommesso che sarebbe riuscito a strappare ben due set in una partita di serie A2! Ma come dice il proverbio?... Non c'è due senza tre, e così il nostro presidente, consapevole che una sua vittoria ridisegnerebbe completamente lo scenario di fine giornata, continua a crederci, (sì continua perché lui non aveva mai smesso di crederci) e ingaggia con Curcio un'ultima battaglia feroce che termina solo sul 18-16 dopo una serie alterna di match-point non sfruttati da entrambi i lati. Alla fine l'urlo liberatore di tutta la squadra che sommerge il suo atleta sotto un abbraccio corale e riconoscente per la grande impresa appena compiuta.

GRAZIE PRESIDENTE!

Marcello Cremente

2014-01-19: 3° Grand Prix Liguria. I Risultati 

Lo scorso 19 gennaio si è svolto, come da programma, la terza prova Grand Prix della Coppa Liguria 2013/2014. La manifestazione si è tenuta nella palestra I.T.C.S. "M. da Passano" di via Fontevivo 1, a La Spezia, ed è stata diretta impeccabilmente dal giudice arbitro federale sig. Mazzarra Domenico.

74 atleti di 14 società diverse hanno partecipato alle varie gare previste in programma. Naturalmente il T.T. Club La Spezia, giocando in casa, ha schierato il maggior numero di atleti, ben 19.

Vediamo quindi come si sono comportati questi nostri beniamini.

Doppio Maschile Assoluto

Questa gara vede ai nastri di partenza 13 coppie. Il T.T. Club ne schiera ben 6! È necessario un tabellone da 16, nel quale le prime tre teste di serie (Castellano Nicola/Torregrossa Armando; Rattazzi Andrea/Pinto Claudio e Pozzetti Enrico/Picardi Giorgio) passano direttamente ai quarti di finale con la "X". la fase degli ottavi di finale va abbastanza bene per i nostri colori; 4 delle 6 coppie iniziali infatti riescono ad approdare alla fase successiva. Foce Andrea/Podestà Giacomo superano il turno battendo Marini Stefano/Vinciguerra Gabriele (3-0). Colli Lorenzo/D'Ippolito Tommaso, un'inedita coppia di giovani promesse, cedono il passo (0-3) ai più esperti Lepra Walter/Marani David. Vittoria prestigiosa invece per Apeddu Ivan/Maggi Michele che superano per 3-2 la quotata coppia Marini Federico/Ron Rodriguez Carlos (testa di serie numero 4). Il sorteggio gioca un brutto scherzo a Mazziotta Raffaele/Perfigli Sergio e Bertolotti Michele/Giannoni Claudio ponendoli gli uni contro gli altri in una battaglia fratricida. Alla fine la spuntano Mazziotta/Perfigli con un 3-2 molto combattuto. La nostra ultima coppia Palomba Giacomo/Palomba Roberto conquista l'accesso ai quarti battendo Giuffrè Stefano/Rebecchi Stefano per 3-2.

I Quarti di Finale risultano fatali per tutte e quattro le nostre coppie. Foce/Podestà cedono a Catellano/Torregrossa, testa di serie numero 1, (0-3); Apeddu/Maggi cedono anche loro a Lepra/Marani (0-3); Mazziotta/Perfigli si lasciano sfuggire la qualificazione perdendo 2-3 una partita che nel 5° e decisivo set conducevano per 6-2 e che alla fine perderanno per 10-12. Peccato! L'ultima coppia familiare, Palomba/Palomba, cede 0-3 alla testa di serie numero 2 e futuri vincitori della gara Rattazzi/Pinto.

Il podio è così composto:

  • 1. Rattazzi Andrea/Pinto Claudio
  • 2. Castellano Nicola/Torregrossa Armando
  • 3. Pozzetti Enrico/Picardi Giorgio
  • 3. Lepra Walter/Marani David

Doppio Femminile Assoluto

Poco da dire su questa gara, che vedeva ai nastri di partenza 6 coppie, senza nemmeno un'atleta del T.T. Club La Spezia.

Questa la classifica finale:

  • 1. Taurisano Gemma/Vinciguerra Elena
  • 2. Raggi Carolina Maria/Cuturilo Maja
  • 3. Valla Alessia/La Banca Chiara
  • 3. Siccardi Laura/Zani Valentina

Singolare Coppa delle Regioni

Tre atleti schierati in questa gara sugli 11 iscritti totali: Palomba Giacomo, Colli Lorenza e Cosci Andrea, ognuno inserito in uno dei tre gironi di qualificazione. Il girone 1, quello in cui è inserito il nostro Andrea, è un girone da tre ed è obiettivamente il più difficile. Andrea perde abbastanza nettamente sia con Vinciguerra Elena (0-3), sia con Arcari Andrea (0-3). Nonostante ciò sappiamo che Andrea vale senz'altro più di quello che riesce ad esprimere in gare ufficiali e lo aspettiamo fiduciosi alla prossima favorevole occasione. Nel girone 2, fa un buon risultato il nostro Lorenzo che sovvertendo i pronostici riesce a superare il girone perdendo solo con Bottaro Daniele (1-3) ma combattendo come un leone e andando persino in vantaggio per 1-0. Per lui facili le altre due partite con Valla Alessia (battuta 3-0) e con Persiani Francesco (battuto anch'egli 3-0). L'ultimo girone, il girone 3, non riserva nessuna sorpresa per Giacomino, che confermando il pronostico passa il girone come primo battendo nell'ordine Piana Giacomo (3-1), Battista Riccardo (3-0) e Lombardo Andrea (3-0).

Nel tabellone a eliminazione diretta da 8, Giacomo e Lorenzo devono giocare un preturno, rispettivamente con Arcari Andrea e Lombardo Andrea, se vogliono salire sul podio. E i nostri due atleti non si fanno pregare... Lorenzo batte Lombardo Andrea (3-1) mentre Giacomo batte Arcari Andrea (3-0). Ben fatto! Bravi entrambi, ma soprattutto Lorenzo che partendo dalla posizione 7 riesce a conquistare una prestigiosa posizione sul podio!

Si devono però accontentare del terzo posto ex-aequo, in quanto le semifinali sono appannaggio dei loro avversari, che erano - lo ricordiamo - testa di serie numero 1 (Vinciguerra Elena) e numero 2 (Bottaro Daniele) della gara.

Questa la classifica finale:

  • 1. Vinciguerra Elena
  • 2. Bottaro Daniele
  • 3. Colli Lorenzo
  • 3. Palomba Giacomo

Singolare Maschile Assoluto

59 atleti iscritti a questa che sicuramente è la gara più attesa della giornata. Vediamo, girone per girone come si sono comportati i nostri.

Nel girone 1 è impegnato il nostro difensore Agrillo Alessandro (1808). Gli avversari, Lagorio Emiliano (9882) e Saitta Marco (4041) sono fuori portata, tuttavia Alessandro, pur perdendo entrambi gli incontri per 0-3, dà del filo da torcere ai suoi avversari che sono costretti a chiudere il punto finale entrambi ai vantaggi (10-12 con Lagorio e 11-13 con Saitta). Sembrava quasi che Agrillo avesse trovato il bandolo della matassa con entrambi ma un po' troppo tardi.

Il girone 2 vede impegnato Bertolotti Michele (9378). Girone facile per lui considerato che la due del girone, Bottaro Andrea (4155), ha meno della metà dei suoi punti. Svolge quindi il suo compitino senza sbavature distribuendo equamente dei 3-0 ai suoi avversari.

Il girone 3 ospita il nostro Foce Andrea (2723) il quale gioca la sua miglior partita con Martolini Matteo (8320) perdendo dignitosamente 1-3, cede inaspettatamente, ancora per 1-3, contro Magurno Nicholas (2269) e perde infine contro Morino Arnaldo (4192). Giornata "no" per il nostro Fox.

Il girone 4 è quello del nostro Lorenzo Colli (1400). Gli capita nel girone ancora Bottaro Daniele (3438). Potrebbe essere una buona occasione per prendersi la rivincita... ma purtroppo niente da fare. La partita è combattuta (-9, -12, -8) ma manca il guizzo. Le altre due partite sono purtroppo senza chances reali: troppo forti, per ora, gli avversari. Perde 0-3 con Giuffrè Stefano (4238) e 0-3 con Sanguineti Mauro (7951).

Il girone 5 oppone due nostri atleti: Calugaru Paul (3475) e Giannoni Claudio (2692). Lo scontro diretto viene vinto (con una vittoria inattesa) da Giannoni il quale però non riesce a ripetersi coi più quotati Peratti Giacomo (4361) e Castellano Nicola (7797) con i quali perde con lo stesso punteggio di 0-3. Paul invece, dopo la sconfitta subita dal compagno di società, si rifà andando ad infliggere un pesante (e tiratissimo) 3-2 a Peratti incamerando, a sua volta una vittoria inattesa. Perde infine con Castellano 1-3. In virtù di questi risultati nessuno dei nostri due atleti supera il girone.

Il girone 6 vede schierato il nostro Di Palma Donato (1735). Grande rammarico per lui che pur perdendo prevedibilmente contro Pozzetti Enrico (7452), e dopo aver facilmente superato 3-0 Curà Mario (0), è stato a un passo dal passaggio del turno perché ha giocato un'ottima partita contro Beverini Stefano (4585) portandosi in vantaggio per 2-1, ma perdendo inopinatamente con il più classico dei punteggi-beffa: 11-9 al 5°! Un vero peccato.

Il girone 7 vede Perfigli Sergio (4738) come testa di serie numero 2. Nessuna sorpresa in questo girone. Sergio supera 3-0 Lombardo Andrea (2144), perde 1-3 con Rattazzi Andrea (7372) giocando una partita molto tirata almeno nei primi tre set, e vince infine 3-0 con Arcari Andrea (1517).

Il girone 8 vede ancora due nostri atleti impegnati Podestà Giacomo (7020) come testa di serie numero 1 e Menconi Paolo (2318) testa di serie numero 3. Anche in questo caso nessuna sorpresa nel girone. Giacomo supera 3-0 il compagno di società Paolo, supera 3-2 Lepra Walter (4839) e infine infligge un 3-0 a Troiano Carlo (2193). Paolo, invece, dopo la prevedibile sconfitta con Giacomo, vince contro Troiano, confermando il pronostico che lo voleva, sulla carta, vincente, e perde nettamente contro il più quotato Lepra, mancando quindi il passaggio al tabellone.

Il girone 9 ospita il nostro Maggi Michele (6811) come testa di serie numero 1. Anche lui conferma il pronostico e vince nell'ordine 3-0 contro Lombardo Salvatore (3388), batte 3-1 Schena Gaetano (5004) e infine supera 3-0 Lavagetto Riccardo (1161).

Il girone 10 è quello che ci riserva la sorpresa più gradita: Palomba Roberto (3455) infatti, partendo come testa di serie numero 4, passa il girone incamerando ben due vittorie inattese. Batte 3-2 Rebecchi Stefano (5110), poi supera 3-1 Vinciguerra Gabriele (3713) e infine perde prevedibilmente 0-3 contro Sanfilippo Carlo Antonio (6740). Bravo Roby!

Il girone 11 vede impegnato il nostro Fontana Bruno (1726). Bruno fa il suo in questo girone: Perde con Picardi Giorgio (5247), vince 3-1 con Lavagetto Gianmaria (0) e perde 1-3 con Torregrossa Armando (6733). Purtroppo in questo caso "fare il suo" non basta a Bruno per superare il turno.

Il girone 12 offre ancora uno scontro fratricida tra Palomba Giacomo (2920) e Paita Giordano (2017). Alla fine Giordano ha la meglio e supera Giacomo per 3-2 (12-10 al 5°). Entrambi hanno però un compito proibitivo: superare Ron Rodriguez Carlos (6584) e Fornaro Riccardo (5257) per accedere alla fase successiva. Nessuno dei due vi riuscirà: Giordano perde 0-3 entrambe le partite mentre Giacomino perde 0-3 con Ron Rodriguez e perde 1-3 con Fornaro.

Il girone 13 vede Apeddu Ivan (3763) che per l'assenza di un atleta del suo girone si ritrova testa di serie numero 2 con buone possibilità di passare il girone. Ma Ivan, si sa, è capace di tutto e ha deciso che vuole il piatto pieno. Sfodera quindi una prestazione maiuscola contro Calò Sergio (6542) conquistando probabilmente la più pesante vittoria inattesa della giornata. L'altra partita con Battista Riccardo (0) è una mera formalità per il nostro Ivan che si aggiudica il passaggio del turno come primo del girone.

Il girone 14 vede Mazziotta Raffaele (6391) partire coi favori del pronostico. Pronostico che Raffaele manterrà in pieno battendo nell'ordine: per 3-0 Benvenuti Danilo (3817), per 3-1 Marini Federico (5728) e infine per 3-1 Persiani Francesco (0).

Il girone 15 vede il giovane D'Ippolito Tommaso (0) che non ha, obiettivamente molte chances di passare il girone. Tuttavia perde 3-1 con Marani David (5777). Strappare un set ad un atleta come Marani che è sulla scena pongistica da tantissimi anni non è un'impresa da poco. Bravo Tommy! La partita successiva contro Curà Fausto (0) il nostro Tommaso la vince per 3-1 coronando una giornata che può senz'altro ritenersi positiva. L'ultima partita con Pinto Claudio (5862) è fuori portata: 0-3 abbastanza netto. Tommaso non passa il girone ma fa vedere tanta qualità nel suo gioco ancora acerbo.

Il tabellone a eliminazione diretta è una cavalcata trionfale di Bertolotti Michele (9378) che dai 16-esimi fino alla finale batte nell'ordine: Pinto Claudio (5862) 3-2; Sanfilippo Carlo Antonio (6740) 3-0; Martolini Matteo (8320) 3-2; Lagorio Emiliano (9882) 3-2.

Nei 16-esimi si fermano: Perfiglio Sergio (1-3 con Marini Federico), Palomba Roberto (0-3 con Ron Rodriguez Carlos), Apeddu Ivan (0-3 con Picardi Giorgio).

Nei OF si fermano: Maggi Michele (3-0 con Beverini Stefano e 1-3 con Podestà Giacomo), Mazziotta Raffaele (3-1 con Schena Gaetano e 2-3 con Martolini Matteo)

Nei QF si fermano: Podestà Giacomo (3-0 con Morino Arnaldo, 3-1 con Maggi Michele e 1-3 con Lagorio Emiliano)

Questa la classifica finale:

  • 1. Bertolotti Michele
  • 2. Lagorio Emiliano
  • 3. Martolini Matteo
  • 3. Sanguineti Mauro

Singolare Femminile Assoluto

Anche in questa gara purtroppo, come nell'altra femminile, il T.T. Club la Spezia non schiera nessuna atleta. Ci limitiamo quindi a dare, per onore di cronaca, la classifica finale.

  • 1. Cuturilo Maja
  • 2. Vinciguerra Elena
  • 3. Pino Maya
  • 3. Zani Valentina

I risultati completi dell'intera manifestazione sono consultabili al seguente indirizzo

Marcello Cremente

2014-01-09: Coppa Liguria 2013/14 - 3° Grand Prix 

Il prossimo 19 gennaio (domenica) il T.T. CLub La Spezia A.S.D. organizza la prova GRAND PRIX del circuito Coppa Liguria 2013/2014. La manifestazione sarà tenuta nella palestra I.T.C.S. "M. da Passano" di via Fontevivo 1, 19125 La Spezia (SP).

Per la localizzazione esatta della palestra consultare la mappa accedendo alla sezione "Dove Siamo". (N.B. Passando il mouse sulla freccia verde che indica la posizione della palestra compaiono le coordinate geografiche della palestra. Alcuni navigatori satellitari accettano tali coordinate come indirizzo di destinazione!)

Programma gare

  • Ore 08:30 - Apertura impianto
  • Ore 09:30 - Doppio Maschile Assoluto
  • Ore 09:30 - Doppio Femminile Assoluto
  • Ore 10:30 - Singolare Coppa della Regioni
  • Ore 10:30 - Singolare Femminile Assoluto
  • Ore 12:00 - Singolare Maschile Assoluto

Quote di iscrizione

  • Doppio: EUR 10,00 (EUR 5,00 per atleta)
  • Singolare: EUR 7,00
  • Tutti gli atleti nati dopo il 31/12/1998 pagano EUR 5,00 per qualsiasi gara a cui partecipano

Ammissione alle gare

  • Alle gare Assolute possono partecipare tutti gli atleti e tutte le atlete in regola con il tesseramento FITeT 2013/2014 senza limitazioni di classifica.
  • Alla gara Singolare Coppa delle Regioni possono partecipare tutti gli atleti di ambo i sessi nati dopo il 31/12/1999

Premiazioni

Saranno premiati i primi quattro classificati di ogni gara.

Programma completo

Il programma completo della manifestazione è visionabile qui

2013-12-28: 1^ Trofeo "Natale in Bombonera" 

...È venerdì sera. Vogliamo fare un'ultimo allenamento prima della Fine dell'anno 2013 per smaltire pranzi e cene delle feste.

Ci siamo trovati a Santo Stefano, nella palestra La Bombonera; abbiamo cominciato ad allenarci normalmente... solo che ad un certo punto al Raffa gli è venuta un'idea... "Creiamo un Torneo chiamato Trofeo Natale in Bombonera".

Detto... fatto! Nel giro di qualche minuto il torneo era pronto, sviluppato in 3 gironi.

  • Girone 1: Mazziotta-Paita-Fontana
  • Girone 2: Perfigli-Foce-Agrillo
  • Girone 3: Biggio-Calugaru-Iannarelli

Dai gironi, secondo una prassi ormai consolidata, passavano i primi 2, mentre gli altri andavano a giocare il Torneo di Consolazione.

Al tabellone passano: Biggio, Calugaru, Foce, Paita, Perfigli, Mazziotta

Il torneo comincia ad entrare nel vivo con partite giocate ad alto livello, a parte la partita vinta da me contro Foce che sembrava una partita delle paraolimpiadi per non vedenti ("in modo scherzoso"): tutti e due con seri problemi alla vista ma con tanta voglia di divertirci; si riuscivano a sbagliare anche i punti più banali perché non si riusciva a vedere la pallina. Alla fine sono riuscito a vincere sferrando una serie di colpi efficaci senza vedere assolutamente niente.

Le semifinali si sono composte così:

  • Biggio vs Mazziotta
  • Calugaru vs Perfigli

Le semifinali sono state vinte rispettivamente da Mazziotta e Perfigli.

Come tutti i tornei che si rispettano anche questo deve avere un vincitore. E finale sia quindi tra Mazziotta e Perfigli. Una partita bellissima da guardare (top di dritto, top di rovescio di Perfigli e blocco da una parte all'altra del tavolo di Mazziotta, tagli pesantissimi di entrambi). Nessuno dei due voleva perdere perché c'era in palio l'ultimo torneo 2013.

Alla fine ha vinto Mazziotta 3-2. Una partita lottata punto a punto tra due vecchie volpi del ping pong.

Il Torneo di Consolazione, con la formula del girone unico, è stato vinto da Alessandro Agrillo che ha vinto la partita decisiva contro Fontana Bruno. Anche questa partita è stata combattuta nonostante i due giocatori si allenino sempre insieme e conoscano bene ognuno pregi e difetti dell'altro.

Questo torneo è cominciato in maniera goliardica ed è finito con una promessa: ossia che questo torneo verrà fatto tutti gli anni, magari con più giocatori e con qualche cosa in palio (panettone o pandoro).

Perciò arrivederci al prossimo anno

P.S.: Oltre alla cronaca ho tenuto anche il cartone dove Raffa ha creato tutto il torneo. Cliccando sull'immagine in cima è possibile vederlo in tutto il suo splendore ad alta risoluzione.

Saluti da...

Tiziano Biggio

2013-12-22: 3^ Golden Liguria. I risultati 

Si è svolto nella giornata di domenica 22 dicembre u.s. la 3^ prova del Golden Coppa Liguria 2013/2014 sotto la direzione accorta e competente dell'arbitro federale sig. Cuatto Giambeppe.

All'inizio della manifestazione Arnaldo Morino ha dato l'annuncio che è venuto a mancare improvvisamente Stefano Quaglia. Molti di noi non lo conoscevano ma il cognome suona molto familiare a tutti i pongisti italiani e quelli liguri in particolare. Infatti Stefano era il papà di Alessandro Quaglia stimato allenatore del T.T. Genova, al quale vanno le più sentite condoglianze da parte del T.T. Club La Spezia. In ricordo di Stefano è stato osservato un minuto di silenzio.

È adesso il momento di fare un bilancio della partecipazione generale e di quella degli atleti del T.T. Club la Spezia in particolare. La tabella globale delle iscrizioni conta 109 iscritti provenienti da tutta la Liguria in rappresentanza di 12 società. Di seguito l'elenco delle gare con il numero di partecipanti e, a fianco, i partecipanti della nostra società:

GaraDescrizioneAtleti totaliAtleti T.T. Club
SMGSingolo Ping Pong Kids71
SMO2KSingolo Maschile Over 20008419
SFO4HSingolo Femminile Over 400100
DMO2KDoppio Maschile Over 200022 coppie6 coppie
DFO4HDoppio Femminile Over 4003 coppie0 coppie

SMG: Singolo Ping Pong Kids

Questa gara vedeva il nostro Giacomo Palomba che partiva con i favori del pronostico: dei 7 partecipanti è l'unico che ha dei punti nel ranking regionale (2671) mentre i suoi avversari, tutti con 0 punti, non sembrano, per il momento, in grado di impensierire il nostro Giacomino. È da registrare in questa gara l'assenza del più quotato, per il momento, Andrea Puppo (4717). Come da pronostico, quindi, la gara viene vinta da Giacomo Palomba che in finale batte il genovese Ferrari Marco per 3-0.

Il podio è così composto:

  • 1. Palomba Giacomo (T.T. Club La Spezia A.S.D.)
  • 2. Ferrari Marco (A.D. Tennistavolo Genova)
  • 3. Layla Pino (A.S.D.T.T. Regina Sanremo)
  • 3. Piana Giacomo (A.D. Tennistavolo Genova)

SMO2K: Singolo Maschile Over 2000

Sicuramente la gara più attesa. 84 partecipanti per un totale di 21 gironi. Questa gara vedeva i nostri atleti così distribuiti:

Girone 2: D'Ippolito Tommaso (0). Non passa il girone. Al suo primo torneo in assoluto, ci si aspettava da Tommaso che si divertisse e cominciasse a capire i meccanismi dei tornei. Nonostante le tre sconfitte, maturate tutte con atleti più esperti, il nostro Tommaso "se l'è giocata", come si dice in gergo. Con Carlo Troiano (2283) ha addirittura "rischiato" di vincere l'ultimo set perso poi ai vantaggi per 12-14 [-4, -6, -12]. Equilibrato l'incontro con Nicholas Magurno (2043) [-7, -7, -8]. Senza storie l'incontro con Giuseppe Daniele Pisanello (4354) [-4, -3, -2] testa di serie numero 2 del torneo.

Girone 4: Biggio Tiziano (2308). Passa il girone come secondo. Rientrato a giocare dopo un lungo periodo di stop, durante il quale si è occupato di tirar su il piccolo Luca, si trova immediatamente un girone difficilissimo. Come testa di serie numero 2 del girone, il suo passaggio al tabellone è messo a serio rischio dal fatto che gli capita nel girone la "mina vagante" Pala Ciurlo Alessandro (0), atleta di interesse nazionale da adolescente che aveva smesso per rientrare, proprio quest'anno, nel mondo del tennistavolo. Tiziano vince facile il primo incontro con Quarantotto Vicari Giuseppe (1588) [4, 6, 2]; vince ingaggiando una battaglia feroce (vedi parziale del terzo set) contro Giuffrè Stefano (4210) [7, 6, -16, 6], testa di serie numero 1 del girone, garantendosi così il passaggio al tabellone. Con Pala Ciurlo Alessandro se la gioca decisamente alla pari [-11, -6, 7, -11] perdendo due set ai vantaggi.

Girone 5: Cosci Andrea (643). Inizialmente iscritto alla gara è assente.

Girone 6: Colli Lorenzo (1395). Non passa il girone. Lorenzo fa il suo e un po' di più; avrebbe dovuto battere avversari molto più esperti di lui per passare al tabellone. Perde contro Serra Giovanni (1956) [-6, -7, -6]. Perde contro Occelli Federico (4133) [-5, -4, -8]. L'impresa invece la fa contro Galfrè Christian (2381) [11, -10, -11, 9, 10]. Come si vede dai parziali ogni set è stato tutto meno che scontato e alla fine Lorenzo riesce a sovvertire il pronostico ottenendo una bella "vittoria inattesa".

Girone 7: Agrillo Alessandro (1639). Passa il girone come secondo. Alessandro parte come terzo del girone ed è chiamato a dare il meglio di sé per superare questa fase. Scontata la sconfitta contro Morino Arnaldo (4018) [12, -3, -3, -5]; sebbene sia riuscito a strappare il primo set, il risultato degli altri parziali fanno intuire che il risultato del primo set è stato solo una piacevole eccezione. Vince facile contro Leone Luca (0) [7, 3, 3]. Si guadagna infine il passaggio al tabellone contro Palestra Marco (2414) [9, -7, 5, 12], aggiudicandosi anche una "vittoria inattesa".

Girone 8: Foce Andrea (2572). Passa il girone come primo. Andrea batte dapprima Lombardo Andrea (2042) [15, 9, 8], soffrendo oltre il dovuto nel primo set. Fa poi un risultatone battendo Buzzo Marco (3991) [5, 3, 9], giocatore sicuramente esperto ma che il nostro Andrea è riuscito ad imbrigliare nel suo gioco di puntinata. L'ultimo incontro con Dreucci Manuel (0) [7, 4, 5] è una formalità per il grande Fox.

Girone 9: Giannoni Claudio (2603). Passa il girone come secondo. Tutto secondo pronostico per Claudio. Passa da secondo presentandosi come testa di serie numero 2 del girone. Batte Curà Fausto (0) [3, 3, 5]. Perde, molto onorevolmente, contro Bottaro Andrea (3958) [-13, 11, -11, 5, -8]. Vince contro Li Giorgio (1124) [9, 2, 10] soffrendo un po' nell'ultimo set.

Girone 10: Bardella Andrea (3943) e Palomba Giacomo (2671). I nostri due atleti, che si presentano rispettivamente come testa di serie 1 e 2 del girone, confermano il pronostico e superano nello stesso ordine questa fase di gioco. Lo scontro diretto vede prevalere Andrea [6, 8, 6] che, nonostante il lungo fermo dovuto a motivi di studio, non ha evidentemente perso la sua capacità di usare la racchetta. Andrea batte poi Muscarà Lorenzo (1490) [7, 12, 4] e Marini Stefano (2172) [5, 12, 6]. Giacomo invece, batte prima Marini [9, 6, 7] e poi Muscarà [6, -10, 1, -9, 5] in un incontro, quest'ultimo, dall'andamento altalenante.

Girone 11: Fontana Bruno (0). Non passa il girone. Girone obiettivamente difficile per Bruno che perde con Gamberini Andrea (2702) [-6, -6, -7], Vince con Lavagetto Gianmaria (0) [0, 11, 7] e perde col futuro vincitore del torneo, Ballestin Ulisse (3942) [-8, -9, -5] tutto sommato abbastanza onorevolmente.

Girone 12: Vaccaro Pietro (0). Non passa il girone. Altra new entry del T.T. Club La Spezia, anche Pietro era chiamato solo a divertirsi ed entrare nel meccanismo. Perde contro Roncallo Daniele (1560) [-6, -5, -5], contro Benvenuti Danilo (3869) [-3, -4, -6] e infine perde con Caviglia Sergio (2744) [-5, -9, 8, -5] al quale riesce però a strappare un set che al di là del risultato fa capire che è senz'altro l'esperienza quella che manca a Pietro, essendo l'aspetto tecnico già a un buon punto.

Girone 13: Cremente Antonino (2886). Passa il girone come primo. Parte bene contro Mugnaini (1865) [6, 6, -10, -7, 10] vincendo ma soffrendo molto e riacciuffando per i capelli un incontro che dopo il 2-0 iniziale viene capovolto in un 2-2 e 1-5 per l'avversario. Il time-out chiamto a questo punto, a quanto pare è stato in grado di sovvertire il risultato dell'ultimo set aggiudicandoselo per 12-10. Pfiuuu!!! La partita successiva Cremente la disputa e la vince con la testa di serie numero 1 del girone, Leoni Martino (3757) [7, -4, 6, 11], garantendosi così il primo posto nel girone e ottenento una prestigiosa "vittoria inattesa". L'ultimo incontro è una formalità con l'esordiente Persiani Francesco (0) [3, 2, 6].

Girone 15: Paita Giordano (1989). Non passa il girone. Anche Giordano, partendo da terzo del girone non riesce a sovvertire i pronostici. Perde nettamente da Rigoli Luciano (2956) [-4, -4, -8]. Vince facile con Costigliolo Lorenzo (0) [7, 2, 1]. Perde contro Vinciguerra Gabriele (3708) [-7, -9, 5, -6] strappando un set ed anche in maniera convincente, facendo capire che potenzialmente il nostro Giordano avrebbe potuto fare di più.

Girone 17: Apeddu Ivan (3502). Passa il girone come primo. Partendo come testa di serie numero 1 del girone non ci si aspettava niente di meno dal nostro Ivan che infatti non lascia per strada nemmeno un set battendo nell'ordine: Angileri Riccardo (1514) [10, 5, 3]; Lombardo Salvatore (3150) [6, 5, 7]; Cicero Matteo (868) [7, 4, 6].

Girone 18: Palomba Roberto (3481) e Calugaru Paul (3171). Anche in questo caso il ranking impone la presenza di due giocatori della nostra società nello stesso girone. E anche in questo caso entrambi passano al tabellone ma invertendo l'ordine. Roberto infatti perde dal compagno Paul in un incontro combattuto [9, 10, -7, -6, -9]; Vince poi con Centorrino Davide (1536) [2, 7, 8] e con Zaidi Mohamed (0) [3, 1, 4]. Anche Paul, ovviamente, batte i due atleti col punteggio di [3, 4, 7] contro Zaidi e [4, 8, 5] contro Centorrino.

Girone 19: Ravani Gianluca (0). Inizialmente iscritto alla gara è assente.

Girone 20: Scarpato Claudio (3366). Passa il girone come primo. Anche in questo caso il nostro atleta conferma la sua posizione iniziale di leader del girone e si impone su Curà Mario (0) [9, 2, 9], su Bottaro Daniele (3253) [6, 6, -6, 5] e infine su Lazzaretti Leonardo (819) [6, 7, 6].

Girone 21: Mazzoni Mirco (3300). Passa il girone come secondo. Il bravo Mirco non riesce a confermare la sua posizione di leader perché dopo la facile vittoria contro Lavagetto Riccardo (1055) [3, 8, 8], cede contro Furlan Giulio (3292) [-5, 8, 4, -11, -5] in quella che sulla carta era una partita senza dubbio aperta ad ogni risultato. Rimane il rammarico per il fatto che, avanti 2-1, nel 4° set Mirco arriva fino ai vantaggi ma non riesce a piazzare l'affondo finale. Il risultato del 5° set denuncia un calo di tensione o, nel caso più ottimistico, un calo fisico. E forse è stata proprio quest'ultima la causa considerato che l'ultima partita viene vinta contro Gandolfo Marco (1792) [7, 10, 15], ma con che fatica!

32-esimi di finale

Dopo la fase dei gironi, il T.T. Club La Spezia piazza i seguenti atleti direttamente nel tabellone a eliminazione diretta - fase dei 32-esimi di finale: Agrillo Alessandro, Apeddu Ivan, Palomba Giacomo, Foce Andrea, Palomba Roberto, Cremente Antonino, Scarpato Claudio, Biggio Tiziano, Giannoni Claudio, Bardella Andrea, Calugaru Paul e Mazzoni Mirco.

Agrillo Alessandro (1639) cede a Serra Giovanni (1956) [-10, 0, -7, -5] dopo aver inflitto un sonoro 11-0 nel secondo set... mah! mistero! Risultato finale: 33-esimo!

Apeddu Ivan (3502) passa con la X direttamente ai 16-esimi di finale.

Palomba Giacomo (2671) passa ai 16-esimi di finale battendo Gamberini Andrea (2702) [-2, 7, 8, 11].

Foce Andrea passa con la X direttamente ai 16-esimi di finale.

Palomba Roberto (3481) passa ai 16-esimi di finale battendo Bonardo Massimo (2913) [2, 7, 7].

Cremente Antonino (2886) passa con la X direttamente ai 16-esimi di finale.

Scarpato Claudio (3366) passa con la X direttamente ai 16-esimi di finale.

Biggio Tiziano (2308) passa ai 16-esimi di finale battendo Arcari Andrea (1464) [9, 10, 4].

Giannoni Claudio (2603) passa ai 16-esimi di finale battendo Leoni Martino (3757) [-7, 7, -5, 5, 8].

Bardella Andrea (3943) passa con la X direttamente ai 16-esimi di finale.

Calugaru Paul (3171) passa con la X direttamente ai 16-esimi di finale.

Mazzoni Mirco (3300) passa ai 16-esimi di finale battendo Fossati Luigi (2368) [-10, -7, 2, 4, 9].

16-esimi di finale

Apeddu Ivan (3502) passa agli OF battendo Agolino Guglielmo (3064) [10, 4, 7].

Palomba Giacomo (2671) cede a Bottaro Andrea (3958) [-7, -7, -6]. Risultato finale: 17-esimo.

Foce Andrea (2572) cede a Funaro Davide (2293) [-2, -9, -7]. Risultato finale: 17-esimo.

Palomba Roberto (3481) cede a Cristalli Marco (4193) [-7, -5, -8]. Risultato finale: 17-esimo.

Cremente Antonino (2886) passa agli OF battendo il compagno di società Scarpato Claudio (3366) [-9, 9, -4, 12, 5].

Biggio Tiziano (2308) cede a Peratti Giacomo (4327) [-8, -8, 8, -7]. Risultato finale: 17-esimo.

Giannoni Claudio (2603) cede a Occelli Federico (4133) [-7, -11, -8]. Risultato finale: 17-esimo.

Bardella Andrea (3943) passa agli OF battendo Bottaro Daniele (3253) [5, 10, -10, 7].

Calugaru Paul (3171) passa agli OF battendo Vinciguerra Gabriele (3708) [-8, 9, 7, -8, 9].

Mazzoni Mirco (3300) cede a Pisanello Giuseppe Daniele (4354) [-3, 9, 9, -4, -6]. Risultato finale: 17-esimo.

Ottavi di finale

Siamo arrivati alla fase degli ottavi di finale, ossia dei migliori sedici atleti del torneo. Questi atleti, in virtù di questo risultato, acquisiscono il diritto a partecipare al prossimo Torneo Grand Prix Coppa Liguria 2013/2014 che si terrà il 19 gennaio 2014 sempre a La Spezia.

Apeddu Ivan (3502) cede a Rigoli Simone (4579) [8, -9, -7, -4] testa di serie numero 1 del torneo. Risultato finale: Nono

Cremente Antonino (2886) cede a Pala Ciurlo Alessandro (0) [-12, -8, -7] futuro finalista della gara. Risultato finale: Nono

Bardella Andrea (3943) passa ai QF battendo Morino Arnaldo (4018) [8, 4, 7].

Calugaru Paul (3171) cede a Pisanello Giuseppe Daniele (4354) [-9, -4, -8]. Risultato finale: Nono

Quarti di finale

Bardella Andrea (3943) passa alle SF battendo Pisanello Giuseppe Daniele (4354) [7, -4, 4, -9, 9] assicurandosi un posto sul podio!.

Semi finale

Bardella Andrea (3943) cede a Ballestin Ulisse (3942) [-1, -3, -8]. Il punteggio indica che solo nell'ultimo set Andrea aveva iniziato a capire come giocare contro questo avversario sicuramente ostico ma di acclarata esperienza.

Il podio finale è così composto:

  • 1. Ballestin Ulisse (ASD TT Arma di Taggia)
  • 2. Pala Ciurlo Alessandro (A.D. Tennistavolo Genova)
  • 3. Bardella Andrea (T.T. Club La Spezia A.S.D.)
  • 3. Rigoli Simone (Centro Sportivo Baragallo ASD)

SFO4H: Singolo Femminile Over 400

Nessun atleta del T.T. Club La Spezia era presente in questa gara

Il podio finale è così composto:

  • 1. Pino Maya (A.S.D.T.T. Regina Sanremo)
  • 2. Valla Alessia (A.D. Tennistavolo Genova)
  • 3. Brea Francesca (A.S.D.T.T. Regina Sanremo)
  • 3. La Banca Chiara (ASD L. Rum Compagnia Unica)

DMO2K: Doppio Maschile Over 2000

Le 22 coppie iscritte alla gara sono state piazzate in un tabellone a eliminazione diretta - fase dei 16-esimi di finale. 6 le coppie formate da atleti del T.T. Club La Spezia.

16-esimi di finale

Mazzoni Mirco/Foce Andrea accedono agli OF battendo la coppia Ratto Davide/Gambino Andrea [5, -9, 7, 5].

Palomba Giacomo/Palomba Roberto accedono agli OF con la X.

Giannoni Claudio/Scarpato Claudio cedono alla coppia Puppo Alberto/Pala Ciurlo Alessandro [-7, -10, -9].

Biggio Tiziano/Apeddu Ivan accedono agli OF battendo la coppia Costigliolo Lorenzo/Centorrino Davide [2, 4, 4].

Bardella Andrea/Cremente Antonino accedono agli OF con la X.

Paita Giordano/Calugaru Paul accedono agli OF con la X.

Ottavi di finale

Mazzoni Mirco/Foce Andrea cedono alla coppia Pisanello Giuseppe Daniele/Leoni Martino [10, -6, -8, -5].

Palomba Giacomo/Palomba Roberto accedono ai QF battendo la coppia Caviglia Sergio/Soriga Giorgio [7, 9, -9, 8].

Biggio Tiziano/Apeddu Ivan accedono ai QF battendo la coppia Occelli Federico/Carchero Vittorio [-5, -8, 12, 9, 4].

Bardella Andrea/Cremente Antonino accedono ai QF battendo la coppia Lombardo Salvatore/Valle Tomas [6, 7, 8].

Paita Giordano/Calugaru Paul cedono alla coppia Agolino Guglielmo/Giamberini Stefano [-9, -6, -6].

Quarti di finale

Palomba Giacomo/Palomba Roberto accedono alle SF battendo la coppia Pisanello Giuseppe Daniele/Leoni Martino [9, -6, -5, 4, 3].

Bardella Andrea/Cremente Antonino accedono alle SF battendo i compagni di società Biggio Tiziano/Apeddu Ivan [-9, 7, 10, 9].

Semi finale

Palomba Giacomo/Palomba Roberto cedono alla coppia Puppo Alberto/Pala Ciurlo Alessandro [-3, -2, -6].

Bardella Andrea/Cremente Antonino accedono alla finale battendo la coppia Buzzo Marco/Morino Arnaldo [8, -7, 11, 11].

Finale

Bardella Andrea/Cremente Antonino cedono nella finale alla coppia Puppo Alberto/Pala Ciurlo Alessandro [7, 10, -4, -7, -8]. Questa finale vedeva di fonte un Cremente e un Puppo... hmmm, 'sti nomi mi suonano familiari...

Il podio finale è così composto:

  • 1. Puppo Alberto/Pala Ciurlo Alessandro (A.D. Tennistavolo Genova)
  • 2. Bardella Andrea/Cremente Antonino (T.T. Club La Spezia A.S.D.)
  • 3. Palomba Giacomo/Palomba Roberto (T.T. Club La Spezia A.S.D.)
  • 3. Buzzo Marco/Morino Arnaldo (T.T. Athletic Club A.D.)

DFO4H: Doppio Femminile Over 400

La gara si è svolta con la formula del girone unico all'italiana visto l'esiguo numero di iscritti (solo 3 coppie). Anche a questa gara non era presente nessun atleta del T.T. Club La Spezia.

Il podio finale è così composto:

  • 1. Brea Francesca/Pino Maya (A.S.D.T.T. Regina Sanremo)
  • 2. Lamparelli Lena/Isola Viviana (Victoria A.S.D. Tennistavolo)
  • 3. Volpi Giuseppina/Chiappori Silvia (A.S.D. Toirano)

In conclusione di questo lungo articolo voglio cogliere questa favorevole occasione per augurare a tutti un BUON NATALE e un FELICE ANNO NUOVO

Marcello Cremente

2013-12-19: Campionati: giro di boa, primo bilancio 

Si sono chiusi i gironi di andata di tutti i campionati a squadre eccetto il campionato di serie D3 ed è quindi tempo di fare un primo bilancio sull'andamento dei singoli team:

Serie A2

C'è forse un po' di rammarico per l'ultimo incontro a Napoli, comunque ad inizio stagione si sarebbe certamente firmato per l'attuale situazione. La squadra è stata ringiovanita con l'inserimento di Edoardo Cremente e purtroppo abbiamo giocato quasi tutto il girone di andata con Andrea Bongini - ammirevole il suo impegno e la sua serietà di atleta - afflitto da problemi fisici che hanno inciso sul suo rendimento.

Voto: 6½

Serie C1

La squadra chiude il girone di andata al 3° posto con qualche rimpianto. Particolare il rendimento di questa squadra che ha vinto tutti i quattro incontri in trasferta mentre ha perso tutti i tre incontri in casa. Probabilmente per il futuro sarà da rivedere la formula scelta di disputare due partite in contemporanea.

Voto: 6½

Serie D1

Questa è una squadra che è nata quasi per caso e che ha disputato un buon girone di andata chiudendo al 1° posto frutto di un'esperienza consolidata dei suoi giocatori.

Voto: 7½

Serie D2 squadra "A"

Una squadra giovane che grazie all'apporto di Giordano Paita si è ben amalgamata ed ha disputato un eccellente girone di andata. Nel girone di ritorno dovranno confermare la loro crescita e ci auguriamo tutti che raccolgano i frutti dei sacrifici in palestra.

Voto: 8

Serie D2 squadra "B"

La squadra dei "Galacticos" chiude il girone di andata al 2° posto non riuscendo a ribaltare i favori del pronostico nell'incontro con la quotatissima Segesta. Ci auguriamo che riescano nel girone di ritorno ad espugnare il campo del Segesta sovvertendo tutti i pronostici.

Voto: 7

Serie D2 squadra "C"

Questa squadra è stata una piacevole sorpresa. Partita per salvarsi chiude il girone di andata con un ottimo 3° posto e nel girone di ritorno sarà certamente una mina vagante se non addirittura arbitro nella corsa alla promozione.

Voto: 7½

Serie D2 squadra "D"

La squadra delle giovani promesse del T.T. Club ha ben figurato nel girone di andata evidenziando una generale crescita tecnica ed una maturazione tattica. Da questa squadra ci aspettiamo soddisfazioni nel girone di ritorno.

Voto: 7

Serie D3 squadra "A"

In questo primo campionato di serie D3 la squadra è partita con la quinta già dal primo concentramento evidenziando grande motivazione, grande agonismo e grande spirito di squadra. L'augurio a questa squadra è quello di centrare l'obiettivo promozione.

Voto: 8

Serie D3 squadra "B"

Un plauso speciale va a questa squadra composta ad eccezione di Gianni Salomoni, da atleti che hanno iniziato a settembre il loro percorso nel mondo del tennistavolo e che cogliendo subito lo spirito del T.T. Club si sono avventurati ad affrontare un campionato a squadre con grande motivazione e soprattutto senza paure. Bravi!

Voto: 8

... e infine

Infine un doveroso e sentito ringraziamento va al coach Michele Rossi che sta rendendo possibile la partecipazione dei nostri atleti a tutti i campionati ed a tutti i tornei individuali. Se le nostre squadre giocano, se i nostri atleti stanno frequentando le nostre palestre, un grande merito è proprio di Michele Rossi che quotidianamente con passione e competenza è presente in palestra dedicando attenzione a tutti, ma proprio tutti!

Voto: 10

Raffaele Mazziotta

2013-12-18: UNVS premia l'Atleta Emergente 

Il 18 dicembre 2013, presso l'istituto Umberto Maddalena dell'aeroporto militare di Cadimare (SP) la sezione spezzina dell'UNVS (Unione Nazionale Veterani dello Sport) ha premiato, secondo criteri propri, gli atleti più meritevoli che spiccano nel panorama sportivo locale. Tra questi il nostro atleta Edoardo Cremente quale Giovane Atleta Emergente con la seguente motivazione:

"uno sportivo che pur essendo giovane ha dimostrato un buon livello di preparazione e delle buone basi per un futuro da grande atleta"

Per l'occasione il nostro presidente Michele Bertolotti è stato chiamato sul palco per illustrare brevemente ai convenuti le doti di Edoardo: Bertolotti, dopo aver ringraziato la presidente dell'associazione, Francesca Bassi, e i rappresentanti della Marina Militare che hanno ospitato la manifestazione, si è dichiarato felice di questo riconoscimento assegnato ad Edoardo e felice soprattuto di poter presenziare a questo evento. Bertolotti, piuttosto che esaltare i risultati sportivi del suo giovane atleta, che pur ci sono, ha preferito sottolineare l'impegno e la serietà che Edoardo profonde nella quotidiana attività in palestra riuscendo peraltro a conciliarli, con buoni risultati, anche con l'impegno scolastico.

La presidente dell'UNVS ha poi chiesto ad Edoardo come mai avesse scelto il tennistavolo come sport da praticare. Edoardo, in tutta sincerità, ha risposto che, avvicinato a questo sport da suo papà, ha inizialmente apprezzato i risultati che riusciva a conseguire dopo di chè ha fatto la seguente riflessione: "hmmm ... perché no!".

Il premio, una coppa, è stato assegnato ad Edoardo, ma esso è idealmente assegnato a tutti coloro che negli anni hanno lavorato affinché egli oggi potesse essere su quel palco.

Marcello Cremente

2013-11-23: Coppa Liguria 2013/14 - 3° Golden 

Il prossimo 22 dicembre (domenica) il T.T. CLub La Spezia A.S.D. organizza la prova GOLDEN del circuito Coppa Liguria 2013/2014. La manifestazione sarà tenuta nella palestra I.T.C.S. "M. da Passano" di via Fontevivo 1, 19125 La Spezia (SP).

Programma gare

  • Ore 08:30 - Apertura impianto
  • Ore 09:30 - Doppio Maschile Over2000
  • Ore 09:30 - Doppio Femminile Over400
  • Ore 10:00 - Singolare Ping Pong Kids
  • Ore 10:30 - Singolare Femminile Over400
  • Ore 11:30 - Singolare Maschile Over2000

Quote di iscrizione

  • Doppio: EUR 10,00 (EUR 5,00 per atleta)
  • Singolare: EUR 7,00
  • Tutti gli atleti nati dopo il 31/12/1998 pagano EUR 5,00 per qualsiasi gara a cui partecipano

Ammissione alle gare

  • Alla gara Doppio Maschile Over2000 possono partecipare gli atleti italiani e stranieri (tesserati in Liguria) con posizione in classifica dalla 2001 in poi e gli atleti fuori classifica (FC)
  • Alla gara Doppio Femminile Over400 possono partecipare le atlete italiane e straniere (tesserate in Liguria) con posizione in classifica dalla 401 in poi e le atlete fuori classifica (FC)
  • Alla gara Singolare Ping Pong Kids possono partecipare tutti gli atleti, di entrambi i sessi, nati dopo 31/12/2002
  • Alla gara Singolare Femminile Over400 possono partecipare le atlete italiane e straniere (tesserate in Liguria) con posizione in classifica dalla 401 in poi e le atlete fuori classifica (FC)
  • Alla gara Singolare Maschile Over2000 possono partecipare gli atleti italiani e stranieri (tesserati in Liguria) con posizione in classifica dalla 2001 in poi e gli atleti fuori classifica (FC)

Premiazioni

Saranno premiati i primi quattro classificati di ogni gara.

Programma completo

Il programma completo della manifestazione è visionabile qui

2013-11-23: A2/B. TTClubSP vs S.Espedito (NA) - 2 

Purtroppo il resoconto della 5ª e ultima giornata del girone di andata del campionato di A2/B non è positivo. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. era impegnata nella difficile trasferta di Napoli contro l'A.C.S.D. Sant'Espedito, in un incontro che aveva tanto il sapore della "lotta per la salvezza". I nostri avversari si sono aggiudicati l'incontro con il punteggio di 4-1, sotto la direzione dell'arbitro sig. D'Uffizi Roberto. In un colpo solo quindi il Sant'Espedito è riuscito ad annullare il gap che li divideva da noi; pur essendo entrambe le squadre ultime in classifica con 2 punti ciascuno, loro hanno il vantaggio dello scontro diretto favorevole. Se il campionato finisse qui noi saremmo retrocessi!

Ma il campionato non è ancora finito! Adesso ci sarà una lunga pausa di riflessione e si riprenderà il 1° febbraio 2014, allorché attenderemo in casa l'ASD Marcozzi.

La cronaca della trasferta non può non partire dal viaggio: 650 km sotto la pioggia e arrivo a Napoli nella tarda serata di Venerdì sotto un nubifragio eccezionale! Tanta acqua da far paura! Il giorno dopo, fuori ci sono circa 7 gradi e nella palestra, sospetto, non c'erano nemmeno i riscaldamenti accesi o se lo erano la temperatura era senz'altro inadeguata: c'era freddo!

La prima gara vede affrontarsi Massimo Cattoni (n. 58) contro Gerardo Palladino (n. 86). La partita ha un andamento molto strano; Cattoni sembra poter controllare l'avversario abbastanza agevolmente: nel primo set deve gestire 4 set point per aggiudicarsi la frazione di gioco, ma imprevedibilmente Palladino rimonta e si aggiudica il set 13-11. Va beh, una distrazione... inizia il secondo set. Stesso andamento; Cattoni arriva a 10 con diversi set point di vantaggio. Stavolta non ci si può distrarre... e invece 12-10 per Palladino. Due set persi in questo modo ti spezzano le gambe (psicologicamente intendo). Infatti il terzo set viene vinto da Palladino 11-8 anche con una certa sicurezza. Non nascondiamo che questa è un mezzo passo falso. Questa era una partita che si doveva vincere, che si poteva vincere (almeno così dice il pronostico del ranking), ma che invece ci sfugge di mano lasciando un forte rammarico.

Per il secondo incontro sono schierati Andrea Bongini (n. 26) e Alessandro Gammone (n. 57). Questa volta il pronostico del ranking viene rispettato... ma che fatica! Ancora una volta l'inizio gara è rassicurante; Andrea si aggiudica il primo set 11-6, dando l'impressione di dominare il suo avversario con autorità. Il secondo set invece diventa una battaglia che viene persa ai vantaggi 13-15. Questo dà la misura che la partita non sarà una passeggiata. Andrea si aggiudica il terzo set 11-9 (dando almeno la tranquillità del parziale vantaggio) ma perde con lo stesso punteggio il quarto set! Nel quinto e ultimo set (finalmente verrebbe da dire) si rivede in campo il Bongini che conosciamo: 11-3! Con un po' di fatica la partita si riapre a tutti possibili risultati.

Il terzo incontro vede affrontarsi Edoardo Cremente (n. 204) e Mattia Galdieri (n. 64). Il grosso divario in classifica rende ancor più lodevole la "quasi" impresa di Edoardo. Le schermaglie si aprono immediatamente ed Edoardo combatte a denti stretti punto su punto. Nel primo set spreca due set point (sul punteggio di 10-8) e soccombe, dopo, ma solo di misura: 12-10 per Galdieri. Nel secondo set Edo ci fa capire che non ci sta a fare il ruolo dell'agnello sacrificale e vince 11-8 incrinando lievemente la sicurezza di Galdieri. Nel terzo set Galdieri inverte il risultato del set precedente e se lo aggiudica per 11-8. Il quarto set se lo aggiudica Edo per 12-10, ma c'è da annotare un episodio controverso: sul 8-9 a favore di Edo, Galdieri chiude il punto del pareggio con una schiacciata violenta (Edo era stato costretto lontano dal tavolo) ed esulta mentre la pallina era ancora in gioco. Edoardo riferisce che quel grido lo ha distratto e che pertanto non ha tentato di ribattere ancora; da fuori ho avuto l'impressione che anche se avesse tentato non sarebbe riuscito a recuperare la pallina. Ma questo è poco importante! L'arbitro si è accorto della scorrettezza ed ha solo ammonito "verbalmente" Galdieri, che la prossima volta gli avrebbe levato il punto. Mi chiedo se questo, a termine di regolamento, è corretto o se l'arbitro avrebbe dovuto assegnare il punto a Edo. Comunque fortunatamente, come detto, Edo non si è fatto influenzare dall'episodio e dopo il temporaneo 9-9, è andato sul 10-9, 10-10, 11-10 e 12-10 finale. Il quinto set era iniziato benissimo: si giunge al cambio campo 5-2 per Edo. Poi una di quelle frazioni da dimenticare: Edo subisce un parziale di 8-2 ritrovandosi sotto 7-10. Ce la mette tutta! rimonta altri 2 punti: 9-10! Ma poi, come riferisce lo stesso Edo, Galdieri gli "...ha sfoderato un servizio che non aveva mai fatto fino a quel momento [...] fatto bene". 11-9 per Galdieri. Un vero peccato!

La prima parte dell'incontro termina 2-1 per il Sant'Espedito. Sulla carta sarebbe dovuto finire a punteggio invertito.

Inizia la seconda tornata di incontri con Andrea Bongini (n. 26) contro Davide Gammone (n. 70). Ancora una volta il primo set comincia benissimo: 11-5 per il nostro Andrea. Sembrerebbe confermato la differenza di valori espressa dalla differenza di ranking. Ma oramai abbiamo capito che il rendimento del nostro Andrea non è quello che conosciamo e ci dobbiamo quindi preparare per un'altra epica battaglia: il secondo set se lo aggiudica Gammone D. di misura 12-10. Gammone si aggiudica anche il terzo set 11-8. Ma Andrea non molla e vince il quarto set 11-7. L'ultimo set dovrebbe essere quello decisivo: il punteggio invece è di quelli che lascia a bocca aperta per l'incredulità: 11-1 a favore di Gammone. Eppure non è sembrato che Andrea abbia "mollato"; sembrava giocasse con l'impegno dei set precedenti ma, evidentemente, deve essere subentrato qualche fattore imponderabile, a noi sconosciuto, ma che spiega l'inspiegabile!

Il Sant'Espedito si assicura così il primo punto in classifica in virtù del pareggio assicurato. Ma non si accontenta perché è consapevole che avendo neutralizzato il nostro numero uno, a questo punto, sull'onda dell'entusiasmo e possibile fare bottino pieno.

Il quinto incontro vede Massimo Cattoni (n. 58) contro Mattia Galdieri (n. 64). L'incontro finisce 3-0 per Galdieri con parziali di 11-6, 11-7, 11-6. Non stupisce tanto la sconfitta (tutto sommato il ranking dice che in condizioni normali questa è una partita dal risultato aperto nonostante il leggerissimo vantaggio posizionale di Cattoni) quanto, invece, il modo "imbarazzante" (testuali parole di Massimo) con cui essa è maturata. Massimo infatti non è mai entrato in partita; colpevole forse il lungo intervallo tra la prima e la seconda partita (quasi 2 ore fermo in panchina), o forse la bassa temperatura della palestra (abbiamo già detto che c'era obiettivamente freddo), l'impressione finale è che Massimo sia stato completamente in balìa del suo avversario.

Con la comprensibile delusione nel cuore, ci aspettano ancora 650 km di viaggio per tornare a casa... e sotto la pioggia, tanto per cambiare!

Marcello Cremente

2013-11-23: A2/B. TTClubSP vs S.Espedito (NA) - 1 

Commento partita TT CLUB LA SPEZIA vs ACSD SANT'ESPEDITO Napoli

È dura da raccontare, un po' di amarezza c'è... Che dire, cominciamo a "narrare":

Scendono in campo Cattoni e Palladino.

La partita inizialmente sembra a senso unico, tant'è che Cattoni in pochi minuti si ritrova con diversi set point davanti a sè. L'esperienza (per quanto poca possa averne) mi insegna però che la partita non finisce finché non si arriva a 11 e fino a quel momento bisogna stare concentrati. Non dico che Cattoni non lo sia stato, ma inspiegabilmente Palladino è riuscito ad annullare tutti i set point e portarsi a casa il set. Va bè... Può succedere, ma due volte di fila sarebbe meglio evitarlo!! E invece anche nel secondo set Massimo si ritrova con 4 set point da gestire e, come nel primo set, Palladino rimonta e vince anche il secondo set. Non ho da aggiungere altro, il terzo set combattuto si... ma aggiudicato ancora da Palladino per 11-8.

Scendono in campo Bongini con Gammone A.

Bongini non ha ancora del tutto recuperato dal recente infortunio sofferto. Nonostante questo combatte fino all'ultimo, anche se l'avversario (che ha disputato una partita correndo circa una maratona di New York) era molto ostico. Alla fine Andrea riesce a vincere per 3-2! Bravo Andrea!! Quindi 1-1 di partite.

Scendono in campo la mia persona e Galdieri.

Parliamo di Cattoni, ma io vincevo 10-8 il primo set e l'ho perso 12-10. La partita è stata molto equilibrata, i colpi li avevamo entrambi, l'esperienza forse, e la mia insicurezza nell'ultimo set, mi hanno costretto comunque ad andare sul 10-7 per Galdieri (dopo aver cambiato campo 5-2 per me). Ho fatto del mio meglio per recuperare fino al 10-9, ma mi ha sfoderato un servizio che non aveva mai fatto fino a quel momento e direi che ha fatto bene. Se posso dare un parere personale però, consiglierei al pubblico di trattenersi un po', perché quella palestra non regge gli urli come San Siro, tra qualche anno viene giù.

Scendono in campo Bongini e Gammone D.

Devo dire che mi piace lo stile di gioco di Gammone, tira tutto, aveva sempre la palla sotto controllo, sempre attaccando. Il primo set se lo aggiudica comunque Bongini 11-5, tant'è che non ero molto preoccupato, ma dopo ho capito che il set che avevo appena visto non aveva stabilito niente. La partita è stata piena di emozioni e di tensione, il punto da fare si poteva definire decisivo, ma l'ultimo set ha lasciato tutti con la bocca asciutta: 11-1 per Gammone, e ci troviamo sul punteggio di 3-1, a questo punto o si perde o si pareggia.

Scendono in campo Cattoni e Galdieri.

Lamentandosi per i precedenti 10 minuti del freddo insopportabile, Cattoni scende in campo si può dire "impreparato". Era quasi assente, non giocava, spesso si trovava in difficoltà anche nelle risposte al servizio, non abituato a flippare efficacemente (parole sue, non datemi contro). La partita finisce 11-6, 11-7 e 11-6 per Galdieri e noi ce ne andiamo a casa con la sconfitta in mano e ora costretti a combattere con tutti noi stessi solo per poterci salvare.

Complimenti al S. Espedito ma la prossima volta ci rifaremo noi, dopo la stanchezza di 6 ore e mezza di macchina!!!

TTCLUBLASPEZIA URRÀ!!!

Edoardo Cremente

2013-11-09: A2/B. Non si passa vs ASD FALCON 

Sabato 9 Novembre si è disputata la 4^ giornata di campionato di serie A2. il T.T. CLUB LA SPEZIA ha ospitato la capolista ASD FALCON di Palermo. L'incontro, arbitrato dal sig. Luca Mariotti, è terminato 4-1 per i nostri avversari che confermano così la loro posizione di leader della classifica. Se sulla carta il risultato poteva sembrare abbastanza scontato, qualche rammarico rimane tuttavia per il modo in cui esso è maturato.

La prima partita vedeva affrontarsi Andrea Bongini (n. 26) e Umberto Giardina (n. 21). Bongini inizia bene vincendo il primo set 11-7. Ma questo sarà l'unico set che si aggiudica perché perde i successivi 3 col punteggio di 11-13, 7-11, 11-13. Come si vede, ben due dei tre set sono stati vinti da Giardina ai vantaggi, a indicare che l'esito è stato quanto meno incerto e non sarebbe certamente stato uno scandalo se il risultato finale fosse stato invertito. Tuttavia gli scontri diretti tra i due hanno sempre premiato Giardina (3 vittorie nelle ultime due stagioni) e rimandiamo quindi al girone di ritorno la possibilità di invertire questa avversa tendenza.

La seconda partita viene giocata tra Massimo Cattoni (n. 58) e Giovanni Caprì (n. 49). Massimo, confermando il suo ottimo momento di forma, riesce a sovvertire il pronostico del ranking e fa suo l'incontro ma non prima di essere arrivato al 5^ e decisivo set. Questi i parziali: 13-11, 8-11, 11-5, 9-11, 11-5.

È la volta di Edoardo Cremente (n. 204) che affonta nel terzo incontro Rocco Conciauro (n.17). Edoardo gioca bene il primo set nel quale si trova sempre in vantaggio fino al 9-7 ma alla fine Conciauro fa valere la sua classe e la sua esperienza e vince 11-9. I successivi due set terminano 11-6 e 11-3 in favore di Conciauro ed evidenziano come Edoardo sia stato neutralizzato e come la sua azione offensiva si sia via via affievolita man mano che l'avversario sfoderava tutta la sua bravura.

Alla fine del primo giro di partite la situazione vede l'ASD FALCON in vantaggio per 2-1.

Per la quarta partita si avviano al tavolo Andrea Bongini (n.26) contro Giovanni Caprì (n.49). Questa è stata senz'altro la partita decisiva che ha consegnato la vittoria in mano al FALCON. Occorreva infatti vincere assolutamente questa partita per portare il risultato in parità e, dopo una prevedibile sconfitta di Cremente alla quinta partita, mettere nelle mani di Cattoni la possibilità di afferrare un pareggio. E invece è il bravo Caprì che sovverte questa volta il pronostico del ranking e strappa a Bongini l'incontro (9-11, 11-9, 11-6, 7-11, 13-15) consegnando alla sua squadra il terzo punto. Il rammarico per l'esito di questa partita è tantissimo perché dopo aver perso il primo set, Bongini sembrava aver ritrovato il bandolo della matassa vincendo i successi due in modo molto convincente. Nel quarto e decisivo set si trovava in vantaggio 6-2 quando la panchina avversaria chiamava un time-out tattico. E qui succede la cosa che, vista dal di fuori, ha dell'incredibile. Andrea invece di mantenere alto il suo livello di concentrazione, non solo diserta la sua panchina, ma ha una discussione, dai toni apparentemente cordiali, si badi bene, con l'arbitro. Più volte ignora i richiami della panchina che lo invitano ad avvicinarsi. Risultato... il gioco riprende e Andrea non ha sfruttato il minuto di time-out e cosa ancora peggiore, alla luce del risultato successivo, sembra aver perso del tutto la sua concentrazione. Da questo momento si spegne la luce e Caprì infligge a Bongini un parziale di 9-1 vincendo il set 11-7. L'ultimo set, a suggellare una partita che ha preso una brutta piega, termina ai vantaggi aggiungendo alla delusione della sconfitta anche il senso di beffa.

Sul risultato di 3-1 per i nostri avversari, l'ultimo incontro tra Edoardo Cremente (n. 204) e Umberto Giardina (n. 21) è una mera formalità resa tanto più evidente dai parziali: 1-11, 4-11, 4-11. A Edoardo si rimprovera di aver giocato questa partita in modo apparentemente rinunciatario. Certo ha avuto delle evidenti difficoltà: non sempre riusciva a leggere i servizi e più di una volta ha rinviato palle che si alzavano imprevedibilmente rendendo semplice al suo avversario chiudere il punto; inoltre nei suoi turni di servizio non sempre riusciva a prendere l'iniziativa e quando ci riusciva il gioco diventava immediatamente così veloce da costringerlo ad essere sempre in ritardo sulle palle. Ma ciò detto non bisogna dimenticare chi è il suo avversario. Al di là del curriculum, è sempre il n. 21 del ranking nazionale. E scusate se è poco!

Comunque, questa sconfitta era largamente pronosticabile ed essa deve essere archiviata immediatamente. Da oggi occorre lavorare per affrontare al meglio il prossimo turno che ci vede, il prossimo 23 novembre, in trasferta, contro la squadra "ACSD SANT'ESPEDITO Napoli", che è ancora alla ricerca dei primi punti in classifica e che di sicuro non sarà intenzionata a fare sconti a nessuno, men che meno a noi!

E allora... Buon Lavoro!

Marcello Cremente

2013-11-04: Superati i 1000 accessi unici 

Il 04 novembre 2013 è stata raggiunta la soglia di 1000 Visite uniche al nostro sito. Il traguardo è stato raggiunto da un utente di Milano.

Cogliamo l'occasione di questo importante traguardo per spiegare il significato dei due contatori Visite totali e Visite uniche che compaiono a sinistra sotto il titolo Numero Visite.

Le Visite totali sono il numero di volte che una qualunque pagina del nostro sito è stata visitata: L'utente attento si sarà accorto che quando si collega trova accanto a "Visite totali" un certo numero che si incremente di 1 non appena l'utente stesso si sposta su un'altra pagina del sito. Contare il numero di "Visite totali" vuol dire esattamente questo: incrementare il contatore di 1 ogni volta che si passa da una pagina all'altra.

Il numero di Visite uniche è invece un indicatore, a mio parere, più importante!. Per spiegare il suo significato occorre sapere che ogni volta che un qualunque dispositivo, sia esso un computer, un tablet, un telefonino, si collega a internet, esso riceve dal proprio fornitore del servizio internet (ISP=Internet Service Provider) un indirizzo unico che lo identifica in tutto il mondo (Indirizzo IP). È grazie a questo indirizzo univoco, per esempio, che se io clicco sulla pagina della "Galleria Foto", le foto compaiono sul mio dispositivo e non, per esempio su quello del mio vicino di casa o del signor John Smith di New York.

Ciò detto allora basta dire che le nostre "Visite uniche" sono esattamente il numero di indirizzi IP diversi che si sono collegati al nostro sito almeno una volta. Questo vuol dire che l'indirizzo IP del mio computer è stato contato quando io mi sono collegato per la prima volta al nostro sito, ma tutte le volte successive che mi collego esso non viene più contato. In questo senso possiamo, grossolanamente, dire che il numero di "Visite uniche" rappresenta il numero di computer (meglio dispositivi) diversi che si sono collegati al nostro sito.

Sulla scorta di questi dati, poi il nostro sito offre un riepilogo sintetico di tutti gli accessi unici. Cliccando infatti sulla voce Conta accessi è possibile osservare tutte le "Visite uniche" suddivise per stato, regione e città. Se accanto alla voce "Conta accessi" lampeggia l'icona NEW allora vuol dire che c'è stato un nuova "Visita unica" meno di due giorni fa (come si scopre passando il mouse sopra l'icona lampeggiante). All'interno della pagina degli accessi, il numero accanto ad ogni città rappresenta il numero di "Visite uniche" provenienti da quella città. Se accanto al nome della città lampeggia l'icona NEW allora vuol dire che c'è stata una nuova "Visita unica" da quella città meno di due giorni fa.

Bello! Vero?

Marcello Cremente

2013-11-01: Esordio casalingo A2/B 

Con l'anticipo di un giorno (Venerdì anziché il consueto Sabato), il T.T. Club La Spezia A.S.D. ha fatto il suo esordio, tra le mura casalinghe della palestra di Montepertico, in via Fontevivo n. 1. Si è disputato infatti l'anticipo della terza giornata del campionato nazionale di A2 girone B. L'avversaria di turno era la capolista T.T. Cori Tecno Electric di Latina. L'incontro, arbitrato dal sig. Cuatto Giambeppe, è terminato con il risultato di parità: 3-3. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. ha presentato la seguente formazione: Cattoni Massimo, Bongini Andrea, Cremente Edoardo; il T.T. Cori ha schierato nell'ordine: Talocco Marco, Perillo Andrea, De Tullio Marco come formazione titolare e Nuvola Pietro come riserva.

Il primo incontro ha visto Massimo Cattoni (n. 58 d'Italia) contro il numero uno della squadra avversaria, Marco Talocco (n. 22 d'Italia). Il divario in classifica parla chiaro: Talocco, sulla carta, è il favorito per la vittoria finale. Anche il campo, pur vedendo un Cattoni mai domo, sembra confermare lo stesso verdetto: Talocco vince il 1° set (11-8), vince anche il 2° set (11-9), e conduce 10-5 il 3° set. Gli manca solo un punto (con cinque match-point a disposizione) per chiudere la partita, senonché... senonché, Cattoni opera un vero miracolo! Punto su punto annulla i cinque match point all'avversario e si aggiudica il set per 12-10. Evidentemente l'aver riacciuffato il 3° set in questa maniera strepitosa, ha avuto un impatto psicologico favorevole su Cattoni che, con altrettanta determinazione, si aggiudica anche il 4° (11-5) e il 5° set (11-7) portando a casa il primo insperato punto per la nostra squadra. La maniera in cui è maturata questa vittoria può servire a imperitura memoria come esempio del giusto atteggiamento da tenere durante la gara. Finché il campo non decreta la sconfitta occorre lottare punto su punto senza mai rinunciare alla speranza di poter vincere una partita!

Il secondo incontro vede affrontarsi Andrea Bongini (n. 26 d'Italia) e Andrea Perillo (n. 166 d'Italia). Questa volta il pronostico dettato dalla mera situazione di classifica viene rispettato. L'inizio di gara è stato un po' titubante: il nostro Andrea, infatti, subiva un passivo di 5 punti: 0-5 per Perillo. La situazione poteva far sorgere qualche preoccupazione se Bongini non avesse infilato, a sua volta, un filotto di 7 punti portando il primo set su acque più tranquille. Da questo momento in avanti tutta la partita si avvia su una rotta piuttosto ben delineata approdando sul definitivo 3-0 (14-12, 11-5, 11-3) in favore del nostro atleta.

Sul confortante punteggio di 2-0 per T.T. Club La Spezia A.S.D., scendono in campo per il terzo incontro Edoardo Cremente (n. 204 d'Italia) contro Marco De Tullio (n. 35 d'Italia). Ormai abbiamo capito come leggere quei numetti tra parentesi. Sulla carta questa partita non deve presentare nessuna sorpresa. E di fatti non ne presenta. De Tullio si aggiudica l'incontro per 3-0 (6-11, 13-15, 7-11). Tuttavia, sostenuto da un folto pubblico, che non ha mancato di incitare a gran voce il giovane (Edoardo ha infatti solo 15 anni) beniamino di casa, il nostro portacolori ha sfoderato un gioco brillante e a tratti spettacolare con serie di top e controtop che hanno dilettato i presenti. Il parziale del 2° set dimostra in pieno quanto Edoardo abbia dato del filo da torcere al suo più quotato avversario. Ad ogni modo anche questa occasione sfuma ed Edoardo deve rimandare l'appuntamento col primo punto conquistato in A2.

La prima fase di gioco di conclude quindi 2-1 in nostro favore. Adesso i giocatori scendono in campo per la loro seconda partita. Ricordiamo, a beneficio dei lettori occasionali, che un incontro di A2 prevede un massimo di 6 partite ed assegna la vittoria alla prima squadra che vince 4 partite. Ovviamente questa formula di gioco (detta mini-swaythling) prevede anche la possibilità di pareggiare 3-3.

La quarta partita vede scendere in campo i due numeri uno Andrea Bongini (n. 26 d'Italia) contro Marco Talocco (n. 22 d'Italia). Sulla carta questa è una partita dall'esito quanto mai incerto. I due giocatori praticamente si equivalgono. Anche i punti in classifica dei due (12725 per Bongini e 12992 per Talocco) indicano che il divario tra i due è minimo. Ci si potrebbe aspettare quindi una partita combattuta, ma purtroppo per i nostri colori le cose non vanno in questo modo. Bongini soffre particolarmente la freschezza di gioco del suo avversario il quale infligge un deciso 3-0 (11-9, 11-3, 11-5) al nostro portacolori. Anzi, lode al nostro avversario, che ha dato anche lui un esempio di giusto atteggiamento: dopo una sconfitta, quella contro Cattoni, maturata per giunta in modo quasi umiliante, è riuscito a non farsi condizionare negativamente dal risultato subito e a giocare con la giusta serenità l'incontro successivo.

Sul punteggio di 2-2, serpeggia il timore che la capolista possa dare la zampata finale ed aggiudicarsi l'incontro. C'è quindi la piena consapevolezza che la quinta partita, quella che vede opporsi Massimo Cattoni (n. 58 d'Italia) e Marco De Tullio (n. 35 d'Italia) sia una partita decisiva. La partita, pure con ritmi e schemi di gioco diversi, sembra ricalcare, nel punteggio, la prima. De Tullio vince il 1° (11-5) e il 2° set (11-7). Nel 3° set subisce il ritorno di Cattoni che vince il set (11-8) e accende negli spettatori la speranza che possa ripetere il miracolo della prima partita. Ma non è così. L'ultimo set termina 11-5 per De Tullio e l'incontro si conclude 3-1. De Tullio porta il punteggio dell'incontro sul 3-2 a favore della sua squadra regalandole così la certezza del pareggio e consegnando al suo compagno che giocherà la partitta successiva il vantaggio psicologico del (semi)risultato acquisito.

L'ultimo incontro della giornata vede opporsi Edoardo Cremente (n. 204 d'Italia) e Andrea Perillo (n. 166 d'Italia). Ahi ahi, quei numerelli non dicono niente di buono! Sulla carta infatti Perillo è il favorito. Ma questa partita ha però un retroscena particolare. I due giocatori si sono già affrontati l'anno scorso durante il Torneo Nazionale TOP600 di Modena. In quell'occasione Edoardo vinse il Torneo e agli Ottavi di Finale incontrò proprio Andrea Perillo che in quell'occasione subì un inatteso 3-0. Quindi, ammesso che queste cose abbiano un peso (e io non credo che ce l'abbiano), il vantaggio della migliore posizione di classifica potrebbe essere annullato, se non invertito, dal miglior rendimento nei confronti testa a testa. Ma alla fine queste sono solo chiacchiere da dietrologhi: la vera differenza la faranno gli stimoli attuali. Ed Edoardo ha come stimolo il pubblico che continua ad incitarlo e inoltre quell'appuntamento con la prima vittoria finora costantemente rimandata. E questo basta! Edoardo si aggiudica il 1° set (11-8), subisce il pareggio nel 2° set (6-11), si aggiudica il 3° set (11-9) e infine vince perentoriamente il 4° set (11-3).

Eeee Vaaaiiiiii! Prima vittoria in A2 e il ruolo di salvatore della patria per aver evitato una sconfitta che sul lungo termine avrebbe potuto pesare drammaticamente. In chiave salvezza non è detto che il pareggio conseguitò sarà sufficiente, ma è sempre meglio di una sconfitta. No?

Marcello Cremente

2013-09-30: Torneo Nazionale ROSSO - Terni 

Rendiamo conto, in questo articolo, del primo torneo nazionale disputato dal nostro atleta della categoria Juniores Cremente Edoardo (classe 1998). Saltati i primi due appuntamenti, il torneo ROSSO di Cortemaggiore (PC) del 7 settembre e quello NERO di Terni del 14 settembre, per un problema di salute che lo ha costetto a ritardare la preparazione fisica di inizio stagione, per Edoardo questo torneo è stato come un banco di prova per testare il grado di recupero conseguente ai duri allenamenti effettuati.

Questo torneo prevedeva le seguenti gare alle quali Cremente avrebbe potuto partecipare:

  • SM TOP 151-450 (iscritto): in questa gara Edoardo era la testa di serie numero 13 del torneo.
  • SM TOP 13-150: A questa gara Edoardo poteva partecipare o chiedendo al Settore Tecnico della FITeT la wildcard, oppure arrivando nei primi 16 della gara di ranking inferiore.
  • DM TOP 13-450: A questa gara Edoardo non è stato iscritto, per mancanza del compagno.

La gara SM TOP 151-450 era inizialmente prevista per le ore 18:30 del sabato, ma poi è stata anticipata alle ore 16:30.

A tal proposito non possiamo non esprimere almeno una nota di perplessità sulla prassi seguita in seguito allo spostamento della gara. Invece di inviare una comunicazione scritta (per esempio tramite mail) a tutte le società che avevano iscritti nella gara interessata, la comunicazione è stata data sul sito del portale risultati della federazione e, pare, su uno dei forum di tennistavolo, con la inevitabile conseguenza che chi non visita il sito con una certa frequenza (ma quale dovrebbe essere la frequenza corretta?) o non frequenta il suddetto forum, rischiava di arrivare a Terni e trovarsi inconsapevolmente eliminato dalla gara. Per fortuna, nel nostro caso, la solerzia del nostro presidente del comitato regionale, Patrizia Boccacci, che ci ha avvisati per tempo dello spostamento, ha evitato una situazione potenziamente spiacevole.

Ma veniamo alla cronaca della giornata. Edoardo, inserito nel girone 13 (su un totale di 27) gioca al secondo turno, il cui inizio è previsto per le 19:00. Il suo girone, tuttavia, per accumulo di ritardo, inizia solo alle 19:45. Edoardo, contrariamente alle aspettative del sottoscritto, gioca bene: sufficientemente concentrato, reattivo nelle risposte al servizio, convincente nelle sue azioni di attacco!

Questo l'andamento, punto a punto, delle tre partite:

GQ: Partita con Tarabbia Luca [pos: 345; pti: 7857]
set 1:-+--++--+-++-+++++(11-8)1-0
set 2:--+----++--++--+++-(8-11)1-1
set 3:++---++++-+-+--++-+(11-8)2-1
set 4:-+++--++-+--++++--+(11-8)3-1
GQ: Partita con Gurghean Cristian [pos: EE; pti: 8226]
set 1:-+-+-+--+++++++--+(11-7)1-0
set 2:--+++-+-++---++--+++(11-9)2-0
set 3:-++++-+-+-+-+-++-+(11-7)3-0
GQ: Partita con Messa Francesco [pos: 588; pti: 6900]
set 1:---++++++-+++-----++(11-9)1-0
set 2:+--+-++--++++---+-+-++(12-10)2-0
set 3:---+-+++++---+---+++-+++(13-11)3-0

Bene, il primo passo è fatto. Edoardo, rispettando i pronostici, si qualifica primo del suo girone, cosa che non era così scontata alla vigilia visto il deficit di preparazione di cui abbiamo riferito sopra. Il giudice arbitro annuncia che la fase a eliminazione diretta proseguirà, visto l'orario (sono già le 22:30), l'indomani: domenica. Chiediamo se il tabellone sarà consultabile sul portale risultati e gli arbitri ci assicurano di sì: deve ancora finire qualche girone e poi il tabellone sarà pubblicato.

Sulla via del ritorno, dopo un po', proviamo a scoprire cosa ci riserva il tabellone:

  • 32-esimi: Cremente Edoardo-Bozza Carlo [pos: 163; pti: 9028]
  • 16-esimi: Vincente tra Cremente-Bozza vs Vincente tra Serpe-Vivaldi

Hmm, l'avversario non lo conosciamo, ma la situazione, obiettivamente, non è impossibile. Anzi ad esser precisi, se il risultato confortante del girone, sancisse un recupero totale di Edoardo, potremmo dire che nessuno degli avversari rappresenterebbe uno scoglio davvero insormontabile. Ad ogni modo alle 23:45 siamo finalmente a letto. L'indomani alle 6:30 siamo già in viaggio per tornare sul campo di gara.

La prima novità, poco dopo essere entrati in palestra è che, a causa di una defezione di una testa di serie, gli arbitri, invece di dare la partita vinta al suo avversario, hanno preferito rifare i tabelloni: i 32-esimi di finale non vedono più lo scontro Cremente-Bozza, bensì propone un altrettando inedito Cremente-Ragazzo. A naso non siamo contenti dello scambio perché Ragazzo era la testa di serie numero 2 del torneo, passato come secondo nel suo girone. Rappresenta quindi una cosiddetta mina vagante.

...E infatti tale si rivela: ecco l'andamento della partita con Edoardo:

32-F: Partita con Ragazzo Pierangelo [pos: 155; pti: 9125]
set 1:+--+-++-+--++-----(7-11)0-1
set 2:+-+-+++++++-----++(11-7)1-1
set 3:-+-+-+--+--++-++++---+-++---(13-15)1-2
set 4:--+-+--------(2-11)1-3

Come si vede, i primi due set riferiscono di un sostanziale pareggio. Il terzo set è senz'altro quello decisivo: sul 6-8 Edoardo infila una serie di 4 punti a favore consecutivi che lo portano sul 10-8. Questo era senz'altro il momento di chiudere il set! Invece l'avversario riesce a riportare la situazione in parità sfruttando a pieno il suo turno di servizio con due terze palle imprendibili favorite dalla risposta debole di Edoardo (palla comoda a centro del tavolo): 10-10. Edoardo annulla due set-ball (10-11 e 11-12) all'avversario e riesce a sua volta ad averne uno a favore (13-12). Ancora una volta manca il guizzo vincente e il set finisce 13-15!

Il quarto set (finito 2-11) non è spiegabile se non con un calo di tensione, causato dalla delusione di non essere riusciti a portare a casa il terzo, decisivo, set. Sul punteggio di 2-5, a niente è valso un time-out chiamato per cercare di far recuperare la concentrazione ad Edoardo.

Alla fine della giornata rimane solo da tirare le somme e fare un consuntivo. Sulla carta ci si poteva aspettare certamente di più da un giovane in continua crescita come Edoardo. Tuttavia i problemi di inizio stagione ci inducono a non drammatizzare e anzi ad essere moderatamente soddisfatti del recupero che Edoardo ha mostrato in questo torneo. L'impegno paga sempre!

A conclusione di questo resoconto sono doverosi i vivissimi complimenti a Carlo Rossi (classe 2001) dell'ASD Marcozzi, gioiello della Nazionale Giovanile, che ha vinto la gara SM TOP 151-450!

2013-09-30: Torneo Amichevole - Forte Dei Marmi 

Grazie ad una brillante idea di Raffaele Mazziotta (dirigente del T.T. Club La Spezia A.S.D.) è stato organizzato domenica 29/09 un torneo amichevole con i tesserati della società pongistica di Forte Dei Marmi.

In particolare sono state invitate a partecipare una squadra della nostra D2 (Apeddu, Calugaru, Paita e Donato Di Palma) e la squadra della nostra "D3": Agrillo, Fontana, Franco Di Palma e Gianni Salomoni.

L'idea iniziale era quella di affrontare le "pari categoria" della società toscana (D2 vs D2 e D3 vs D3), tuttavia giunti sul posto, assieme a loro ed in particolare da una proposta di Gianni Posenato si è optato per un vero e proprio mini-torneo, visto anche che eravamo in 16 e la suddivisone in gironcini eliminatori da 4 tornava, tra l'altro, bene.

Da premettere che, sulla carta, i toscani partivano considerevolmente favoriti visti gli score di classifica (schieravano anche Posenato, quarta categoria), tuttavia pur se la finale è in effetti stata tutta "toscana" (come si vedrà di seguito) i nostri atleti non hanno sfigurato, offrendo alcune buone prestazioni e dando complessivamente del filo da torcere agli amici versiliesi.

Composizione dei gironcini eliminatori:

  • GRUPPO A: Posenato + Agrillo + Fontana + quarto di Forte (non rammento il nome)
  • GRUPPO B: Apeddu + Perino + Donato Di Palma + quarto Forte (non rammento nome)
  • GRUPPO C: Calugaru + Simi + Palla + Franco Di Palma
  • GRUPPO D: Omar Biagi + Paita + Foffa + Gianni Salomoni

Non posso, chiaramente, rendere conto di tutte le prestazioni, in ogni modo i gironi hanno visto passare: Posenato ed Agrillo; Perino e Apeddu; Calugaru e Simi; Omar Biagi e Foffa.

Il mio girone (A) ha visto come partita iniziale la mia (Agrillo) contro il quarto uomo di Forte dei Marmi. Il primo set è andato male, un po' per la mancanza di adeguato riscaldamento, un po' perché impiego spesso più del dovuto ad "abituarmi" all'avversario, ho perso piuttosto nettamente (credo 11-6 o giù di lì). Dopo questo primo set tuttavia ho trovato il bandolo della matassa e ho vinto i successivi 3 abbastanza agevolmente (anche grazie ad alcuni piccoli ma preziosi consigli su come affrontare in linea generale un match che mi avevano dato nell'ultimo allenamento Raffaele Mazziotta ed il "coach" Michele Rossi e ad un aggiustamento tecnico/tattico suggeritomi sul momento da Ivan).

Secondo incontro: Bruno Fontana vs Posenato, sulla carta non c'è storia... e non c'è storia nemmeno sul tavolo, 3-0 Posenato. Bruno si presenta piuttosto teso e, nel cercare di portare avanti la sua tattica a testa bassa, non riesce a farla collimare con l'ostico gioco dell'avversario che vince senza particolari patemi.

Il match successivo è sulla carta + abbordabile per Bruno, tuttavia il nostro atleta non supera i problemi del precedente incontro e non riesce ad esprimere le potenzialità in miglioramento che sta mostrando in allenamento. Siamo comunque certi che questa esperienza possa considerarsi positiva anche per lui, utile in ogni caso nel suo percorso sportivo: gli ha senza dubbio permesso di verificare quante componenti anche "extra tecniche" subentrino in una partita (ufficiale o meno) e, dialogandone, lui stesso mi ha confermato che gli è un po' "servita da lezione". Ha disputato comunque altri 2 incontri, uno col sottoscritto nel quale si è ben comportato almeno per un set (a onor del vero sono riuscito a fargli 2/3 punti in difesa da dietro che avrebbero sconsolato un po' chiunque, riuscivo a prendergli tutto, ero abbastanza in palla) ed un altro incontro nel "gironcino di consolazione" contro il coriaceo Palla che lo ha messo in difficoltà col servizio, ma complessivamente e al di là di questo (mi è stato detto) ha dovuto faticare per avere la meglio sul nostro Fontana.

Mi sono dilungato un po' ma credo ne valesse la pena anche perché ho particolarmente a cuore le sorti pongistiche dell'amico Bruno col quale condivido tanti allenamenti e tanti "sbattimenti".

In ogni modo per completare la narrazione del mio gironcino, l'ultima partita ha visto affrontarsi lo scrivente e Posenato. Nei precedenti tra i 2 (un paio di volte in allenamento) non c'è mai stata storia... invece domenica gliela ho resa un po' + dura: strappo il primo set, poi gioco (a parte un set) complessivamente bene, non soffro + di tanto le sue micidiali battute riuscendo a calibrare l'antitop al punto giusto e alla fine vince 3-1 ma in 2 set lo porto sino ai vantaggi; per me già un risultato soddisfacente.

Quello che posso dire degli altri gironi è che Ivan perde con Perino 3-2 e passa per secondo (terzo Donato); Paul vince tutti gli incontri del suo girone (è indietro con gli allenamenti, ma quando gioca con la testa e senza timidezze è un avversario ostico per chiunque) e secondo passa Simi (il giocatore preferito dal sottoscritto, come tipologia di gioco, tra gli "avversari"). Giordano Paita invece non riesce a passare il suo gironcino poiché perde 3-2 da Foffa pur essendo in vantaggio 2-0... peccato (e peccato soprattutto per la marea di errori al servizio che continua a fare, io non so più come dirglielo); primo del suo girone (ovviamente) Omar Biagi.

Si va ai "quarti" che vedono: Agrillo vs Perino; Calugaru vs Foffa; Apeddu vs Biagi; Posenato vs Simi. Di quest'ultimo incontro so solo che è passato Posenato. Ivan gioca bene solo un set nel suo turno e poi, bofonchiando e borbottando come gli capita di fare quando comincia a perdere un set, smette di tenere duro e, rimembrando che per lui è "solo un torneo amichevole" la prende forse un po' sotto gamba e ne esce sconfitto, in ogni caso contro un avversario di tutto valore per la categoria.

Paul sono molto felice che abbia passato il turno perché, pur se l'avversario non era certo "impossibile", lo ho rivisto in alcuni tratti di questo match (lo arbitravo) con le insicurezze ed il "braccino corto" che talvolta in queste circostanze gli viene. L'avversario riesce così a portarlo sino al quinto set, ma qui il nostro atleta tira fuori quella grinta in + che ogni tanto gli manca... non però in questa occasione: 3-2 per lui alla fine, bravo Paul.

Il mio match con il simpatico e sempre gioviale amico Gianni Perino meriterebbe un racconto a sé; match "di altri tempi", o (per meglio dire) da mostrare a chiunque voglia avvicinarsi a questo sport per fargli vedere come NON bisogna giocare (sono ironico si capisce... ma neanche troppo poi...). Teniamo dentro tutto e il primo che prova ad affondare un colpo, sbaglia! Così ci spartiamo i set, 1-0 lui, 1-1, 2-1 lui, 2-2, tutti con scambi per lo + lunghissimi e "soporiferi" per gli spettatori. Premettendo che nei precedenti con lui (anche qui un paio di allenamenti) non ci ho mai fatto meglio di 3-1 in suo favore, sul 2-2 mi sentivo già un po' "arrivato", ma anche il quinto set è stato equilibrato e combattuto, finendo 11-9 per l'amico Gianni. Devo dire che sul 9-9 nel quinto set si è preso 2 "rischi" attaccando un po' e gli è andata bene, bravo!

Semifinali: Posenato-Perino e Calugaru-Omar.

Paul contro il forte Omar Biagi non ce la fa e Posenato ha la meglio su Gianni; quindi finale Posenato-Omar Biagi che vince quest'ultimo.

In conclusione posso dire che è stata nel complesso una bella e positiva esperienza, abbiamo potuto giocare con gente "nuova" e l'accoglienza è stata molto cordiale, amichevole e propositiva. Persino alcuni inconvenienti tecnici (forte temporale e temporanea mancanza di luce) non hanno impedito il buon svolgimento degli incontri, tutti disputati in gioviale sportività.

Pur non essendo la loro una grossa società, ho molto apprezzato il clima quasi "familiare" che si respirava ed anche la passione che i loro tesserati nutrono per questo sport (passione che evidentemente ci accomuna). L'auspicio è che occasioni simili possano ripetersi e, dai colloqui avuti, credo proprio che troveremo modo.

Un ringraziamento infine a tutti i miei compagni di squadra e di viaggio, coi quali ho condiviso un'altra bella giornata di tennistavolo e di piacevole svago.

Alessandro Agrillo

2013-09-13: Ady Gorodetzky commenta ... 

... Oro a Riva del Garda

Riceviamo da Ady Gorodetzky una sua nota a margine del nostro articolo (Vedi: Notizie⇒Stagione 2012-2013⇒2013-06-25: C.I. 2013 - Day 5) sulla medaglia d'oro che Michele Izzo (atleta della sua società) e Cremente Edoardo (atleta della nostra società) hanno conquistato ai campionati italiani di Riva del Garda nella gara di Doppio Maschile 4^ Categoria (DM4). Con piacere la pubblichiamo integralmente ringraziandolo delle benevole parole spese nei confronti di Edoardo e ricambiando di cuore gli auguri di un buon lavoro per la stagione agonistica che è appena iniziata.

Ciao Marcello, innanzitutto scusami se con tanto ritardo intervengo sul tuo articolo. Di fatto prima le vacanze, e poi il rimettermi al lavoro per la nuova stagione, mi hanno distratto. La tua analisi sugli incontri è stata perfetta. Ritengo che i ragazzi, ancora tanto giovani, fossero imbarazzati dal fatto di essere i favoriti del torneo, ed essendolo in qualche maniera anche della gara del singolo, non andata per entrambi benissimo, forse giocavano sempre con un po' di timore. Alla fine hanno vinto meritatamente, e lo dimostrano i parziali che tu hai sottolineato di tutti e 6 i set di semifinale e finale. È stato un piacere poterli seguire come tecnico, anche perché, conosco ovviamente bene Michele, ma è stato un piacere poter conoscere e apprezzare meglio le doti di Edoardo di cui sono certo sentiremo tanto parlare nel nostro sport.

Le mie parole, dopo la vittoria sono state: "adesso siete un doppio vero". I ragazzi, entrambi potenti e attaccanti, tendevano inizialmente a fare un "po' di testa loro", senza essere coppia, erano 2 individualità messe insieme, e la cosa non può che essere ovvia dal momento che mai avevano avuto modo di provare. Appena in difficoltà però, facevano uno sforzo ad ascoltare i consigli di essere piu attaccati al tavolo, essere attentissimi in servizio e risposta, e a quel punto facevano nettamente la differenza su tutti.

Ringraziamo te ed Edoardo per aver accettato di fare il doppio con Michele, scelta giusta visto il risultato finale, e consentimi di dire momento di felicità che tutti insieme abbiamo dato al papà di Michele, Biagio Izzo che da casa ha potuto guardare in streaming l’incontro. A lui, andava il mio pensiero e anche per lui, oltre che per Edoardo e Michele, ho fatto di tutto per consigliare al meglio i ragazzi per andare all’oro.

Grazie e buon anno pongistico a voi tutti di La Spezia

Ady Gorodetzky

2013-08-31: Scuola di tennistavolo: si inizia! 

SCUOLA DI TENNISTAVOLO

Si informa che anche per questa stagione agonistica 2013-2014 il T.T. Club La Spezia A.S.D. avvia a partire da lunedì 09/09/2013 la propria scuola di tennistavolo aperta a tutti coloro che vogliono praticare il tennistavolo per la preparazione alle prossime olimpiadi del 2014 (il tennistavolo, per chi non lo sapesse, è infatti uno sport olimpico), oppure per la partecipazione ad un campionato agonistico, sia nazionale sia regionale, oppure ancora per la preparazione a tornei (internazionali, nazionali, regionali, amatoriali e da spiaggia).

I corsi, intesi per l'avviamento sia all'attività agonistica sia all'attività amatoriale, sono rivolti ad atleti del settore giovanile (da 4 a 16 anni), o agli adulti (dai 17 ai 116 anni). Dopo i 116 anni abbiamo notizia di alcuni medici (non tutti) che sconsigliano la pratica del tennistavolo per una presunta mancanza della necessaria agilità al tavolo.

Inoltre, a vantaggio di tutti coloro che pensano di essere bravi ma non ne sono del tutto sicuri, è previsto un periodo di prova gratuito di 2 settimane, durante il quale il nostro tecnico federale dirigerà l'avviamento al nostro sport e castigherà i presuntuosi perché tanto si sa...

"Quale sport? Il ping pong? Io ti batto!".

Per gli orari e per ogni ulteriore informazioni consultare la sezione "Orari Palestre".

2013-07-27: 1^ Torneo di Montepertico (fatto!) 

Si è concluso ieri, presso il complesso sportivo di Montepertico, il primo torneo "La Passione è Tutta Tonda indetto e organizzato dalla nostra società T.T. Club La Spezia A.S.D. La manifestazione, che prevedeva due gare: la gara promozionale ad evidente carattere... promozionale; e la gara agonistica rivolta ad atleti tesserati, si è svolta (il 25 e 26) all'aperto ed ha visto una folta partecipazione di aspiranti pongisti che si davano battaglia sui due tavoli all'uopo predisposti. L'intera manifestazione è stata curata dalla sapiente regia del nostro tecnico Michele Rossi che ha seguito l'intera gara promozionale oltre che con lo spirito del direttore organizzativo, garantendo quindi che tutto filasse liscio come l'olio, anche con lo spirito del public relation men rispondendo alle domande dei tanti genitori che seguivano le imprese dei loro figli dal bordo campo, ma soprattutto con lo spirito, a lui più congeniale, del talent scout. Chissà se è riuscito a intravedere qualche campioncino in erba?

Grande curiosità ha suscitato la gara agonistica che ha dato la possibilità di vedere il nostro sport giocato ad un livello un po' più alto di quello che normalmente si vede sulle spiagge o nei bar. Persino i normali scambi di riscaldamento del pre-partita suscitavano l'ammirazione degli astanti per la velocità e la precisione con cui venivano effettuati.

Passando alla cronaca spicciola la gara promozionale è stata vinta da Busoni Francesco (classe 1999) che ha battuto in finale Magistrelli Federico (classe 2003). I due atleti hanno espresso un gioco maturo e, in prospettiva, promettente. I risultati completi della gara sono visibili ai seguenti link:

La gara agonistica è stata vinta da Cremente Edoardo che ha battuto in finale Pezzini Claudio (atleta militante nella società lombarda "Pol. San Giorgio Limito" che ringraziamo per everci onorato della sua presenza sia in palestra sia a questa manifestazione). I risultati completi della gara sono visibili ai seguenti link:

Durante la manifestazione, sempre il nostro eclettico coach Michele Rossi ha anche trovato il tempo di documentare con delle foto la manifestazione. Le foto, che sono ancora in fase di allestimento, potranno essere visionate e scaricate, per chi fosse interessato, accedendo alla sezione Galleria Fotografica nei prossimi giorni e scegliendo il link dedicato al "1^ Torneo di Montepertico - La Passione è Tutta Tonda".

Per ogni altra ulteriore INFORMAZIONE è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti:

  • Michele Rossi: 329.5729562
  • Andrea Foce: 346.8531729
2013-07-22: Torneo Toirano 

In occasione della Festa dello Sport organizzata dalla A.S.D. Toirano il settore Tennistavolo dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Toirano ha organizzato il 1^ "Torneo Festa dello Sport di Toirano" SABATO 20 e DOMENICA 21 LUGLIO 2013.

Alcune foto della manifestazione sono visibili nell'apposita sezione "Galleria Fotografica"

Invitiamo tutti i nostri atleti che hanno partecipato al torneo a contribuire al contenuto di questo articolo con impressioni, commenti e aneddoti che, se fatti pervenire al Web Master, verranno prontamente integrati.

Per il momento possiamo solo preannunciare che il bravo Ivan Apeddu è arrivato in finale della gara Singolo Maschile OVER 2000 dove ha perso contro Arnaldo Morino, come documentato dalla foto del podio

Per i risultati completi del torneo visitare il sito del comitato regionale.

2013-07-22: Torneo Toirano (visto da Agrillo) 

Il nostro Alessandro Agrillo (il primo a sinistra nella foto qui accanto) ha immediatamente accettato l'invito a scrivere sul torneo di Toirano, raccontandoci come lui ha visto e vissuto questa esperienza insieme ai compagni d'avventura. Ci limitiamo a "copincollare" quanto da lui riportato senza nessuna cesura né censura.

Non mi soffermo sulla mia prestazione che è stata senza dubbio la peggiore da quando gioco, eppure allenandomi dovrei migliorare e invece... e vabè pazienza, comunque ero in girone con Carchero, Andrea Bottaro e Baldo Lo Calzo e non sono riuscito a vincere neanche quest'ultimo incontro! Lasciamo perdere... se vuoi aggiungere qualcosa su di me limitati a dire che non ho passato il turno, ma se eviti proprio di parlarne meglio!

Giordano aveva in girone Caslini, Alessandro Lombardo e Ghezzi; ha vinto l'incontro contro quest'ultimo e perso gli altri 2, non ti so dire i parziali con precisione, ma so che i set che ha perso sono stati abbastanza tirati, da quello che mi raccontava. Non è passato in quanto andavano avanti i primi 2.

Paul ha vinto 2 partite su 3 nel suo girone (non ne so bene la composizione, so che ha perso solo da Giuffrè), è passato da secondo ed ha trovato al turno successivo Matteo Fazio, un giovane. E' partito male perdendo 2 set e giocando ampiamente sotto le sue potenzialità, poi si è risvegliato e ha rimontato sino al 2-2... ma poi si è riaddormentato e alla fine ha perso 3-2.

Percorso di Ivan invece: girone con Valassina (con cui perde), Lombardo junior (Andrea) e Decia Alessandro di Toirano. Passa da secondo e trova Mallamaci. Ci perde il primo set 11-9 (dopo un'interruzione sul 9-9 perchè l'organizzatore credeva di aver sbagliato gli accoppiamenti), poi va in scioltezza e vince 3-1.

Turno successivo becca la testa di serie, tale Bracco da Bordighera. Gioca molto bene e vince mi pare 3-1 (potrei sbagliarmi, non ne sono sicurissimo).

Ai quarti trova Carchero che non gli fa provare negli scambi iniziali il puntino. Ivan lo manda "affa", comincia battibecco tra i 2 che però poi si risolve, Ivan rimane concentrato e si porta sul 2-0, poi cala e si fa recuperare 2-2. Il divario tecnico comunque si vedeva, rimane duro e vince 3-2.

Semifinale contro Lattaro (che nel frattempo sconfiggeva Giuffrè 3-2). Ivan ci aveva perso nell'ultimo torneo di Chiavari e si "vendica" vincendo 3-1 (mi pare che l'ordine dei set sia stato 1-0, 2-0, 2-1, 3-1).

Finale contro Morino, che viene annichilito da Ivan nel primo set (mi pare sia finito 11-3 o giù di lì), poi però Ivan si rilassa sentendosi evidentemente già appagato... mettiamoci anche che in maniera quantomeno avventata Giordano Paita gli chiama un timeout sul 6-6 del secondo set, lui si deconcentra, perde 4 punti di fila e vanno sull'1-1. Il terzo set se lo gioca ancora (mi pare sia finito 11-9 per Morino), poi il quarto ha giocato forse troppo rilassato e mi pare sia finito 11-7.

Mi sono dilungato ma almeno sai com'è andata in generale... se eviti di parlare di me mi fai un piacere!

Voglio, in conclusione, ringraziare - per il contributo - e rassicurare il bravo Agrillo... hai visto? non ho detto una parola su di te. Hai fatto tutto da solo! :o)

2013-07-21: 1^ Torneo di Montepertico 

La T.T. Club La Spezia A.S.D. indice il primo torneo "La Passione è Tutta Tonda e quindi ... "ti sfido a PING PONG". IL torneo si svolgerà il 25 e 26 Luglio 2013 presso il complesso sportivo di Montepertico.

Cliccando sull'immagine qui a fianco è possibile visualizzare l'immagine della locandina a risoluzione più alta.

Le iscrizioni gratuite si potranno effettuare presso il bar del campo di Montepertico e dovranno pervenire entro il 23/07/2013. Il giorno successivo, 24/07/2013 verranno esposti nella bacheca del Bar il tabellone degli incontri completi di orario e tavolo di gioco.

Il torneo si svolgerà su quattro tavoli, inizierà alle ore 19:00 del 25/07/2013 e comprende due gare: la gara promozionale aperta a tutti gli iscritti non tesserati che si svolgerà su due tavoli; e la finale provinciale riservata agli iscritti regolarmente tesserati FITeT, che si svolgerà sugli altri due tavoli.

A seconda del numero degli iscritti, la fornula di gioco potrà essere a gironi di qualificazione più tabellone a eliminazione diretta, oppure solo tabellone a eliminazione diretta.

I primi 4 classificati della gara promozionale verranno premiati con una medaglia e con 2 settimane di corso gratuito sulla tecnica del tennistavolo con istruttore federale.

Per INFORMAZIONI è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti:

  • Michele Rossi: 329.5729562
  • Andrea Foce: 346.8531729

BUON TORNEO A TUTTI!

2013-07-21: Torneo NERO, ROSSO, BLU o VERDE? 

In questa stagione agonistica la federazione ha modificato i criteri di partecipazione ai tornei nazionali. La prima evidente modifica riguarda la nomenclatura: adesso i tornei sono NERO, ROSSO, BLU e VERDE a ricordarci il livello di difficoltà del torneo allo stesso modo in cui, nel mondo dello sci, gli stessi colori indicano le difficoltà delle piste.

Questa associazione però non è del tutto vera! Per es. il giocatore in posizione 101 (vedi tabella sottostante) troverà più facile il torneo NERO (dove è testa di serie numero 1 nella sua gara, TOP 101-300) mentre troverà estremamente più difficile il torneo ROSSO (dove nella sua gara, TOP 13-150, dovrà vedersela con gente che arriva fino alla posizione 13!)

Ogni torneo poi propone diverse gare:

NERO
MASCHILE: TOP 1-16; TOP 13-100; TOP 101-300; TOP 301-600
FEMMINILE: TOP 1-12; TOP 9-50; TOP 51-200
ROSSO
MASCHILE: TOP 13-150; TOP 151-450; TOP 451-800
FEMMINILE: TOP 9-100; TOP 101-300; OVER 301
BLU
MASCHILE: TOP 601-2000
FEMMINILE: TOP 201-400; OVER 401
VERDE
MASCHILE: OVER 2001
FEMMINILE: TOP 201-400: OVER 401

Inoltre, all'interno dello stesso torneo, i primi 8 di ogni gara si qualificano per la gara, se prevista, di ranking immediatamente più alto. Questa regola implica, ovviamente, che l'ordine di svolgimento delle gare all'interno dello stesso torneo deve essere da quello di ranking più basso a quello di ranking più alto.

Il Settore Tecnico avrà a disposizione per gli atleti giovanili le wild cards che potrà assegnare per le gare che riterrà opportuno.

Quindi, oltre alle gare per le quali sei in possesso di una wild card, per capire a quale Torneo/Gare puoi partecipare, confronta la tua posizione di classifica con la tabella qui di seguito riportata e scoprirai quali sono i colori e le gare a cui hai accesso... se sei un maschietto:

TORNEI MASCHILI
PosizionePuoi partecipare a...
DaATORNEOGARA
112NEROTOP 1 - 16
1316NEROTOP 1 - 16
TOP 13 - 100
ROSSOTOP 13 - 150
17100NEROTOP 13 - 100
ROSSOTOP 13 - 150
101150NEROTOP 101 - 300
ROSSOTOP 13 - 150
151300NEROTOP 101 - 300
ROSSOTOP 151 - 450
301450NEROTOP 301 - 600
ROSSOTOP 151 - 450
451600NEROTOP 301 - 600
ROSSOTOP 451 - 800
601800ROSSOTOP 451 - 800
BLUTOP 601 - 2000
8012000BLUTOP 601 - 2000
2001infinitoVERDEOVER 2001

Se invece sei una femminuccia allora la tabella da controllare è questa:

TORNEI FEMMINILI
PosizionePuoi partecipare a...
DaATORNEOGARA
18NEROTOP 1 - 12
912NEROTOP 1 - 12
TOP 9 - 50
ROSSOTOP 9 - 100
1350NEROTOP 9 - 50
ROSSOTOP 9 - 100
51100NEROTOP 51 - 200
ROSSOTOP 101 - 300
101200NEROTOP 51 - 200
ROSSOTOP 101 - 300
201300ROSSOTOP 101 - 300
BLUTOP 201 - 400
VERDETOP 201 - 400
301400ROSSOOVER 301
BLUTOP 201 - 400
VERDETOP 201 - 400
401infinitoBLUOVER 401
VERDEOVER 401

BUONI TORNEI A TUTTI!

2013-07-20: Modifiche www.ttclublaspezia.it 

Inizia una nuova stagione agonistica per il T.T. Club La Spezia A.S.D.: la stagione 2013-2014. Per cercare di dare ordine ai contenuti di questo sito, la sua struttura è cambiata leggermente, nell'aspetto grafico, ma sostanzialmente nella sua organizzazione.

Al visitatore attento non sarà sfuggito il fatto che la sezione di sinistra contenente il menu di navigazione, ed in particolare le voci: Notizie; Organigramma; Atleti; Campionati; Rassegna Stampa; Calendario, non puntano più direttamente all'argomento relativo, ma offrono la possibilità di scegliere la stagione agonistica per mostrare il contenuto che varia appunto da stagione a stagione.

In questo modo si intende rendere più agevole il compito di colui che vuole ricercare informazioni all'interno di questo sito. Certo ci sono anche strumenti più evoluti (per esempio potremmo integrare un piccolo motore di ricerca all'interno del sito, cosa che l'attuale dimensione del sito non giustifica assolutamente, ma che non escludiamo a priori), ma l'organizzazione razionale delle informazioni, crediamo, è un valore che prescinde dai vantaggi che se ne possono ottenere.

Un'altra piccola miglioria è stata fatta alla sezione calendario che, rispecchiando la programmazione fornita dalla federazione, si arrichisce di una nuova tipologia di eventi: quelli internazionali. Ovviamente per non ingolfare il calendario con eventi inutili l'idea è quella di riportare solo quegli eventi che sono, in qualche modo, di interesse - diretto o indiretto - della nostra società.

Inserire immagine HI
Sede sociale: Via dei Boschetti 21, 19126 La Spezia (SP)
Campo di gara: Palasport G. Mariotti - La Spezia
C.F.: 91067070119 - P.Iva: 01286640113 - codice federale FITeT: 020
Presidente: geom. Michele Bertolotti c/o Studio Bertolotti, Via dei Boschetti 21 - 19126 La Spezia (SP)
tel 0187.300291 - fax 0187.1672052 - E-mail: tennistavololaspezia@libero.it
cell: 347.7633031 (Michele Bertolotti) - 338.8873731 (Raffaele Mazziotta) - 329.5729562 (Michele Rossi)
Web Master: Marcello Cremente