Notizie Stagione 2014-2015

2015-06-22: Campionati Italiani 2015 

Campionati Italiani 2^-3^ categoria 2015 - Torino 22-25/06/2015

DOPPIO MASCHILE 3^

32-esimi di finale

32-esimi: Cremente Edoardo - Izzo Michele vs Pelizzi Gianluca - Giovannetti Tommaso Maria
1:R-+-+-+--+----+-+-6-110-1
2:S--+-+--++----+--5-110-2
3:R+++-+++++-+-++11-31-2
4:S+------++---+-+-5-111-3

No comment!

SINGOLO MASCHILE 3^

Girone 13

GQ: Cremente Edoardo (11486) vs Carraro Matteo (9502)
1:S++++++++-++-+11-21-0
2:R--+-+-++---++-++---8-111-1
3:S+---++-++-+--+-+-+--9-111-2
4:R-++---++++--+-+----8-111-3
GQ: Cremente Edoardo (11486) vs Germinario Cosmo (9711)
1:S---+----+++-+---5-110-1
2:R+-------+---++++-6-110-2
3:S+-++---+++---+++--++11-91-2
4:R---++-++-+-+--+---7-111-3
GQ: Cremente Edoardo (11486) vs Perri Maurizio (7974)
1:S+-++---+-++-++++-+11-71-0
2:R+-++-+-----+--++-+-8-111-1
3:S++++-++++--+-++11-42-1
4:R+--+--+++-++-+-+-+--++12-103-1

Ari-no comment!

SINGOLO MASCHILE 2^

Girone 32

GQ: Cremente Edoardo (11486) vs Loreto Dario (12920)
1:R--+-++++--+++--++-----10-120-1
2:S+-++++--+--+-+--++--++12-101-1
3:R+--+--+-+-+++--+-+--9-111-2
4:S-+++--+-+--++-----7-111-3
GQ: Cremente Edoardo (11486) vs Liberatori Daniele (9004)
1:S++-+++--++--++-++11-61-0
2:R+-++--++-+++-++-+11-62-0
3:S---++++-+--+++-+++11-73-0
GQ: Cremente Edoardo (11486) vs Delsante Emmanuele (12461)
1:S-+-++--+-++-----+-7-110-1
2:R+------++-+--+++++-+++12-101-1
3:S+---+--+-+-+-+--+-7-111-2
4:R+-+---+-++++-++++11-62-2
5:S++--++---+----++--7-112-3

Mbeh, mbeh,... Comunque, no comment!

Marcello Cremente

2015-05-09: 3^ Tn. Naz. NERO 

Anche quest'anno Livorno ospita un torneo nazionale NERO. Il 3° Torneo Nazionale Predeterminato "NERO" 2014/2015 Memorial Marino Bernini. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. si presenta con tutti i suoi elementi migliori, l'intera squadra di A2, Andrea Bongini, Massimo Cattoni e Cremente Edoardo, più il presidente Michele Bertolotti, per cercare di portare a casa qualche risultato di prestigio. Il Torneo NERO offre tre gare: quella destinata agli atleti di terza cetegoria, denominata TOP 121/452, quella destinata agli atleti di seconda categoria, denominata TOP 13/120, ed infine quella destinata agli atleti di prima categoria, denominata TOP 1/24. Per il ranking di competenza Cremente e Bertolotti potranno partecipare alla gara TOP 121/452, mentre Bongini e Cattoni parteciperanno alla gara TOP 13/120. Inoltre Cremente, in quanto atleta del settore giovanile, ha chiesto e ottenuto, dal Settore Agonistico della FITeT, la wild card per partecipare alla gara di categoria immediatamente superiore alla sua, la TOP 13/120.

TOP 121/452

Ai nastri di partenza di questa gara Bertolotti Michele, inserito nel girone 7 così composto:

Girone n. 7

  • Izzo Michele (11000)
  • Bertolotti Michele (10065)
  • Chiarella Matteo (9549)
  • Lizio Luca (9281)

e Cremente Edoardo, inserito nel girone 18 così composto:

Girone n. 18

  • Cremente Edoardo (10815)
  • Perricone Francesco (10247)
  • Furrer Andreas (9856)
  • Farina Marco (9401)

Michele Bertolotti, pur partendo come testa di serie numero 2, passa il girone come primo avendo vinto tutte le partite: Batte Lizio Luca per 3-1 (9-11, 11-6, 11-7, 11-7); supera la testa di serie numero 1 del girone, Izzo Michele, col medesimo risultato di 3-1 (11-8, 11-3, 10-12, 11-9), e infine supera Chiarella Matteo per 3-0 (11-7, 11-9, 14-12).

Nel tabellone a eliminazione diretta, supera nella fase dei 32-esimi di finale, Taccini Alberto con un tiratissimo 3-2 (9-11, 11-7, 12-10, 8-11, 11-9) con polemica finale circa un presunto net invocato da Taccini su servizio di Bertolotti, ma non visto (si spera in buona fede) né da Bertolotti, che chiude il punto alla terza palla, né tantomeno dall'arbitro. Ad ogni modo la vittoria dà al presidente l'accesso ai 16-esimi di finale, dove però le sue ambizioni si infrangono contro Muscalu Marian-ionut che "mi ha asfaltato", citando lo stesso Bertolotti, con un secco 3-0 (11-9, 11-7, 11-6).

Un po' più articolato invece il percorso di Cremente Edoardo (160° del ranking nazionale) del quale, visto che veniva seguito direttamente dal sottoscritto, abbiamo anche lo score partita per partita. Queste le partite del girone:

GQ: Cremente Edoardo vs Furrer Andreas
1:S+----+----+++++--+-8-110-1
2:R-+-+---+++++++++11-51-1
3:S-+++----+-+++----++-9-111-2
4:R+++--++-+++-+---+---+-++13-112-2
5:S-++++--+-+--+---++++11-93-2
GQ: Cremente Edoardo vs Perricone Francesco
1:S+++++--++-+--++-+11-61-0
2:R++++++++++-+11-12-0
3:S+-+++-++-+++-++11-43-0
GQ: Cremente Edoardo vs Farina Marco
1:R+++-+-+++-+-+-++11-51-0
2:S+++++++++-++11-12-0
3:R+++--++-++--+--++-+11-83-0

Mentre non hanno niente da raccontare la seconda e la terza partita, se non che la partita con Perricone Francesco è stata falsata da un improvviso attacco di allergia che ha colpito l'atleta e che gli ha causato difficoltà respiratorie e problemi alla vista (a sua detta comunque era tutto sotto controllo e perciò non è stato richiesto nemmeno l'intervento del medico); la prima partita è stata invece la più impegnativa: in svantaggio per 1-2, nel quarto set Edoardo conduceva tranquillamente per 9-4 pronto a giocarsi tutto nel quinto set, senonché Furrer comincia una rimonta che lo porta dapprima sul 9-7; Edoardo mette a segno il punto che lo porta sul 10-7 ed ha così 3 set point per raggiungere il 2-2. Furrer però riesce ad annullare tutti e tre i set point e ad agguantare il 10-10: il timore che riesca, sull'onda dell'entusiamo, a chiudere la partita è palpabile. Dopo lo sbandamento, però, Edoardo si procura un primo set point (11-10) annullato ancora da Furrer, e finalmente chiude il set vincendolo 13-11. L'ultimo set non è più tranquillo del quarto. Dopo un iniziale 4-1 per Edo, si va al cambio campo in vantaggio per 5-3, ma ancora una volta Furrer, determinato più che mai, ribalta il risultato portandosi addirittura in vantaggio per 7-9. A questo punto, fortunatamente, Edo raccoglie la necessaria lucidità per infilare i successivi quattro punti e chiudere set e match per 11-9. Questa vittoria, avendo permesso a Edoardo di passare come primo è l'inizio di un percorso che sarebbe stato totalmente diverso se fosse passato come secondo.

Nel tabellone a eliminazione diretta la fase del 32-esimi di finale ci presenta, come primo ostacolo, Vannucci Marco, 10428 punti, 202° del ranking nazionale.

32-esimi: Cremente Edoardo vs Vannucci Marco
1:S++++++-+++---++11-41-0
2:R-+++---+++++-+++11-52-0
3:S++----+++++--++-+-+11-83-0

Partita giocata molto intelligentemente da Edoardo che ha neutralizzato l'avversario con blocchi morbidi che rallentavano la palla di ritorno e mettevano in difficoltà Vannucci nella sua fase offensiva, preparando al meglio la propria.

Nella fase del 16-esimi di finale incontriamo Foglia Mattia, 10114 punti, 254° del ranking nazionale.

16-esimi: Cremente Edoardo vs Foglia Mattia
1:S---+++-+-+++-+-----8-110-1
2:R--+-+-+-++-+-++++-+11-81-1
3:S++-+-+--++--+-+-++---+-+++14-122-1
4:R-++---+--+-+--+++-+-9-112-2
5:S+-++++++-++-++11-33-2

Partita delicata giocata contro un quasi coetaneo (Allievo, classe 2000) in grande crescita, che non ha niente da perdere ad anzi si esalta alla prospettiva di superare un avversario del settore giovanile superiore.

Nella fase degli ottavi di finale incontriamo Bressan Marco, 10574 punti, 182° del ranking nazionale.

OF: Cremente Edoardo vs Bressan Marco
1:S+++--+-+-+--+--+--+++--+--12-140-1
2:R++-+---+-+++-+-+---+-+-+-+++15-131-1
3:S++---+++-+--+-+++----+++13-112-1
4:R+--+++----+-+-+-+++---10-122-2
5:S+++--+-+++-++++11-43-2

Altra partita, se possibile, più delicata della precedente. Anche Marco Bressan è un Allievo, classe 2000, e con un palma res migliore di quello di Foglia. Il match è stato una battaglia epica con gioco spettacolare e con quattro dei cinque set terminati ai vantaggi. Nell'ultimo set Marchino deve aver sentito il peso e la fatica del match perché è sembrato che non avesse la forza di lottare come nei precedenti. Buon per Edoardo.

Nella fase dei quarti di finale incontriamo Castagno Maurizio, 9801 punti, 304° del ranking nazionale.

QF: Cremente Edoardo vs Castagno Maurizio
1:S++++++-++-+++11-21-0
2:R+--++--++++-++++11-52-0
3:S+--++-++-+--+--+++-+11-93-0

Partita contro un giocatore che usa un'antitop. Edoardo mostra di non soffrire particolamente tale tipo di gomma e impallina l'avversario. 3-0 maturato abbastanza in fretta.

Nelle semifinali incontriamo Cardea Marcello, 11045 punti, 134° del ranking nazionale.

SF: Cremente Edoardo vs Cardea Marcello
1:S+-+++-+-+--+--+--+++11-91-0
2:R++-+++-+++-+-+-+11-52-0
3:S---++-++-+---++++---9-112-1
4:R--++--++--+--+++--+-9-112-2
5:S-+-++---+++++-+-++11-73-2

Questa partita prende subito una buona piega per Edoardo che si ritrova a condurre 2-0. Ma per onor di cronaca occorre dire che sul 9-9 del primo set, al servizio Cardea, l'arbitro assegna il punto ad Edoardo per un presunto servizio irregolare di Cardea. La cosa innervosisce particolarmente l'avversario che non solo perde il set, ma si porta strascichi del suo nervosismo anche nel secondo set che perde malamente per 11-5. Riacquistata un minimo di serenità Cardea riesce a portarsi sul 2-2 e nell'ultimo set, dopo il cambio campo in vantaggio per 5-3 gli sono fatali i 5 punti consecutivi che Edoardo riesce a infliggergli. Quando si ritrova in vantaggio per 8-5 Edoardo gestisce oculatamente un così prezioso bottino e porta a casa la semifinale vincendo il set per 11-7.

In finale incontriamo Pischiutti Massimo, 10926 punti, 150° del ranking nazionale.

F: Cremente Edoardo vs Pischiutti Massimo
1:S--+++++--++++-++11-51-0
2:R++++++-----++++----+11-92-0
3:S++++-++-+++-++11-33-0

Partita strana questa finale. Entrambi i giocatori erano stanchi ma Pischiutti lo era evidentemente di più.

TOP 13/120

Girone n. 11

  • Frigiolini Nicholas (13946)
  • Delli Carri Vincenzo (12684)
  • Cattoni Massimo (11690)
  • Cascella Massimiliano (9557)

Girone difficile per Massimo che non riesce a passare il turno. Perde nettamente 0-3 (6-11, 1-11, 6-11) con Frigiolini Nicholas; vince altrettanto nettamente con Cascella Massimiliano 3-0 (11-4, 11-2, 11-7); si gioca il passaggio del turno con Delli Carri Vincenzo contro il quale però non riesce a capitalizzare il doppio vantaggio temporaneo, anzi proprio quando serviva uno sforzo maggiore, ossia nel decisivo quarto set, il pesante scarto subito (4-11) ci fa intuire che qualcosa non andase più per il verso giusto : perde 2-3 (11-9, 8-11, 11-9, 4-11, 6-11).

Girone n. 16

  • Bongini Andrea (13327)
  • Caprì Giovanni (12876)
  • Giammarino Arcangel (11614)
  • Gualdi Matteo (10253)

Bongini, supera facilmente il proprio girone, nel quale peraltro era testa di serie numero 1, superando Giammarino Arcangel per 3-0 (11-8, 12-10, 11-6). Poi, forse sicuri delle proprie possibilità rispetto agli altri due avversari, Bongini e Caprì Giovanni decidono di disputare il proprio match sfidandosi con la mancina, ossia decidendo entrambi di giocare con la mano sinistra. In questo tipo di sfida il Bongia è però imbattibile: 3-0 (11-4, 11-4, 12-10) infatti il risultato finale. La terza partita, contro Gualdi Matteo viene vinta da Andrea ancora con un 3-0 (11-9, 11-6, 11-4).

Nel tabellone a eliminazione diretta, Andrea usufruisce della "X" nella fase dei 32-esimi di finale; si ritrova quindi nei 16-esimi di finale ad affrontare Galdieri Mattia, giocatore che ha già battuto in campionato per ben due volte. Ma questa volta Galdieri vince con un perentorio 3-0 (11-8, 11-8, 11-8), bloccando ogni ambizione di Andrea in questa gara.

Girone n. 19

  • Stoyanov Ivan Nikolov (12948)
  • Mutti Matteo (12955)
  • Izzo Michele (11000)
  • Cremente Edoardo (10815)

Mentre Edoardo sta ancora giocando la semifinale della gara precedente, intorno alle 18:00, per il grave ritardo accumulato nell'inizio del TOP 13/120, in programma per le 15:30, il corpo arbitrale decide di dare inizio anche a questo girone, il 19, convenendo di saltare le partite che dovrebbe giocare Edoardo, e fargliele poi recuperare tutte insieme. Certo che dopo la fatica di aver giocato ben 9 partite nella gara precedente, molte delle quali terminate al 5° set, in una palestra senza aria condizionata e con un caldo afoso, e con la prospettiva di giocare altre tre partite con una pausa di soli 5 minuti concessa dal regolamento tra una partita e l'altra, le probabilità di fare una prestazione minimamente accettabile sono veramente scarse.

GQ: Cremente Edoardo vs Stoyanov Ivan Nikolov
1:R--+-+--+------3-110-1
2:S--++++-+--+-+----+-8-110-2
3:R-+++-----+++-----6-110-3

Partita senza molto da raccontare. Stoyanov padroneggia il campo e la pallina in maniera esemplare e non dà molte chance ad Edoardo, il quale, forse, aveva già in mente di conservare le residue energie per l'incontro successivo.

GQ: Cremente Edoardo vs Izzo Michele
1:S+++--++--++--+-+++11-71-0
2:R++--++-+--++-++-+-+11-82-0
3:S+---+-+-----+-+-5-112-1
4:R+-+-++---++---+++++11-83-1

E infatti... in questa partita torniamo a vedere Edoardo determinato con la voglia di riscattare l'ultima sconfitta subita ai recenti Campionati Italiani Giovanili, dove Izzo lo aveva battuto per 3-0. Con questa vittoria l'interminabile testa a testa tra i due amici/avversari/compagni di doppio passa, di misura, in favore di Edoardo: 6 vittorie e 5 sconfitte.

GQ: Cremente Edoardo vs Mutti Matteo
1:S+--++---++-+---+--7-110-1
2:R-----+--+---2-100-2
3:S+-+----+-+--+--+-6-110-3

Altra partita senza storia, principalmente perché Edoardo è arrivato fisicamente sfatto all'incontro, ma anche per l'impressionante livello di gioco espresso da Mutti (classe 2000), aggressivo ed efficacissimo. D'altra parte la sua posizione nel ranking nazionale (46°) non è certamente frutto di una casualità.

Alla fine della giornata, nonostante i passi falsi di Cattoni e di Bongini, credo che il bilancio possa definirsi positivo perché il pres Bertolotti ha comunque fatto il suo ed Edoardo, che rappresenta il futuro prossimo di questa società, ha dimostrato grande carattere e grande determinazione aggiundicandosi un torneo di 3ª categoria che potrebbe proiettarlo verso la più ambita seconda categoria.

Appuntamento ai prossimi Campionati Italiani di Torino.

Marcello Cremente

2015-04-27: Campionati Italiani Giovanili 2015 

I Campionati Italiani Giovanili, edizione 2014-2015, lasciano le lacustri sponde di Riva del Garda a (ri)approdano a Terni, al Palatennistavolo "Aldo De Santis". Le gare si sono svolte dal 26 Aprile al 1° Maggio. Per chi volesse approfondire gli esiti delle varie partite e conoscere chi sono i neo-campioni italini delle varie categorie giovanili è invitato a visitare la pagina del portale risultati ad essi dedicati.

In questo articolo, rendiamo conto dei risultati conseguiti dai nostri atleti che hanno conquistato la qualificazione per questo importante appuntamento pongistico: Edaordo Cremente e Giacomo Palomba. Le gare dei due atleti si svolgevano in giornate diverse e quindi sono state necessarie due distinte spedizioni. il 26 e 27 aprile Edoardo era impegnato nella gara di Doppio Maschile Juniores, in coppia con Bottaro Andrea della società "Associazione Sportiva Dilettantistica Toirano" (il 26 aprile) e nella gara Singolo Maschile Juniores (il 27 aprile); il 29 e 30 aprile Giacomo era impegnato nella gara di Doppio Maschile Ragazzi, in coppia con Fazio Gabriele della società "T.T. Don Bosco Varazze Associazione Sportiva Dilettantistica" (il 29 aprile), nella gara di Doppio Misto Ragazzi, in coppia con Frisone Stella della società "A.S. Dilettantistica Tennistavolo Savona" (ancora il 29 aprile) e nella gara Singolo Maschile Ragazzi (il 30 aprile). Analizziamo le gare in ordine cronologico.

Doppio Maschile Juniores (DMJ)

La prima ad essere disputata è stata la gara di Doppio Maschile Juniores. L'inedita coppia Cremente-Bottaro è stata formata un po' per caso e un po' per la reciproca stima dei ragazzi. Proprio perché inedita, non si sapeva cosa ci si potesse aspettare. Si sa che la forza di un doppio non è mai la somma delle forze dei singoli giocatori, ma vi si aggiungono altre componenti come altruismo, fiducia, esperienza.

Vediamo l'andamento delle partite. La gara, che tradizionalmente si svolge in un'unica fase a eliminazione diretta, parte dai 32-esimi di finale, che la nostra coppia salta con una "X" in virtù del ranking. Nei 16-esimi di finale li aspetta la coppia Pellegrini Giovanni / Acquafredda Domenico entambi della società "Associazione Sportiva Dilettantistica TT Ennio Cristofaro". Ecco l'andamento della gara:

16-esimi: Cremente Edoardo/Bottaro Andrea vs Pellegrini Giovanni/Acquafredda Domenico
1:R--+++-+----+--+++-+++--+++14-121-0
2:S-+---++-----+--4-111-1
3:R+++-+-+---++++-+--+11-82-1
4:S-+++-+-++++++-+11-43-1

Negli ottavi di finale i nuovi avversari sono Razzano Tommaso / Sollitto Gianluca entrambi della società "A.S. Dilettantistica T.T. San Nicola Caserta". Ecco la loro gara:

OF: Cremente Edoardo/Bottaro Andrea vs Razzano Tommaso/Sollitto Gianluca
1:S+-++-+-+-++++--++11-61-0
2:R--+++++++++-+-+11-42-0
3:S+++++-+-++-++-+11-43-0

Nei quarti di finale, a un passo ormai dal podio, i nostri nuovi avversari sono: Pischiutti Massimo / Bertolini Eric entrambi della società "Gruppo Sportivo Dilettantistico Rangers San Rocco TT". E questa è la loro gara:

QF: Cremente Edoardo/Bottaro Andrea vs Pischiutti Massimo/Bertolini Eric
1:S+-+--+-++--+-+----7-110-1
2:R--++--+-+--++---+-7-110-2
3:S--+++-+--++-+-+-+-++11-91-2
4:R-----+-++--+-+-++-7-111-3

Qui finisce l'avventura di Edoardo ed Andrea in questa gara. Il secondo dei tre incontri aveva fatto sperare in qualcosa di più poiché, grazie ad un gioco preciso ed efficare di Andrea (detto in altri termini... gli entrava tutto), la coppia si era trasformata in una sorta di carrarmato schiaccia-avversari; peccato che i ragazzi non siano riusciti ad esprimere tale gioco anche nell'ultima partita. Si può osservare comunque che tutti gli avversari incontrati erano coppie di ragazzi della medesima società: questo vuol dire solo una cosa, e cioè che tutti hanno avuto l'opportunità di provare il proprio doppio, se non altro in allenamento. Pischiutti/Bertolini, in particolare, è un doppio ormai consolidato presente nei vari tornei nazionali ormai da qualche anno. Edoardo ed Andrea non avevano mai giocato insieme e tuttavia hanno dimostrato di aver trovato un'intesa eccezionale. il risultato ottenuto è veramente eccellente. Bravi ragazzi! Risultato raggiunto: Quarti di Finale.

Singolo Maschile Juniores (SMJ)

Il giorno seguente Edoardo disputa la sua gara regina. Parte come testa di serie numero 20 della gara e viene inserito nel girone 17 (come testa di serie numero 2 del girone) così composto:

Girone n. 17

  • Izzo Michele (10847)
  • Cremente Edoardo (10733)
  • Russo Adriano (7840)
  • Sperti Marco (5079)
  • Cocciola Franco (4310)

Da registrare l'assenza di Sperti Marco, che trasforma l'originale girone da cinque in un girone da quattro. La gara inizia, come da programma, alle ore 9:00. Di seguito le tre gare di Edoardo.

GQ: Cremente Edoardo vs Russo Adriano
1:S+-+--++-+----+-+--7-110-1
2:R+-+----+--+++++++-+11-81-1
3:S++++-+++++++11-12-1
4:R+++-++---+---+-+--++++12-103-1
GQ: Cremente Edoardo vs Izzo Michele
1:S-+---++-++--+---+-7-110-1
2:R--+-+-+------+++-6-110-2
3:S+---+----+---+-4-110-3
GQ: Cremente Edoardo vs Cocciola Franco
1:S+++++--++-++-++11-41-0
2:R+--+--+---++---++-7-111-1
3:S---+++++-----++++++11-82-1
4:R-+++++-+++-+++11-33-1

Edoardo potrebbe mirare al primato nel girone, ma evidentemente non è una delle sue giornate migliori. Cede un set a Russo (quasi 3000 punti in meno nel ranking); perde nettamente con Izzo, nonostante l'ultimo incontro tra i due (in A2) era stato appannaggio di Edoardo e cede ancora un set a Cocciola (più di 5500 punti in meno nel ranking). Passa comunque il girone e accede al tabellone a elimiazione diretta che parte dalla fase dei 32-esimi di finale. Edoardo salta il turno con la "X" ed accede direttamente ai 16-esimi di finale dove incontra Giammarino Arcangel, 11546 punti, 98° del ranking nazionale: credenziali di tutto rispetto.

16-esimi: Cremente Edoardo vs Giammarino Arcangel
1:S+--+++---+---++-++-+--10-120-1
2:R--+++--+--+++-+--+-+-++-++14-121-1
3:S-++-+-++--+--+++++11-72-1
4:R--++-++---++++++-+11-73-1

Un'eventuale sconfitta in questa fase avrebbe collocato Edoardo in una posizione tra la 17ª e la 32ª. La vittoria inceve lo proietta negli ottavi di finale (quindi tra i primi sedici). Questo è già un risultato positivo considerando che Edoardo si è presentato a questi campionati accreditato della 20ª posizione!

Per fare ancora meglio occorre superare anche il successivo avversario: Cerza Matteo, 12221 punti, 65° del ranking nazionale. I due si sono incontrati 6 volte, la prima volta addirittura nel 2007, ma la bilancia pende prepotentemente dalla parte di Matteo che ha vinto 4 volte compresa l'ultima, e che peraltro, come si vede dal suo attuale ranking ha avuto una crescita importante. Ecco la loro partita:

OF: Cremente Edoardo vs Cerza Matteo
1:S---+++-++-+-+-+-+-++11-91-0
2:R-+------++++-+-++-8-101-1
3:S+-++-+++-++++--+11-52-1
4:R-+--++-++-+--++--++--++---12-142-2
5:S+--+-+-++----+--+-7-112-3

In vantaggio per 2-1, il quarto set è stato quello decisivo. Primo match point sul 10-9; Matteo annulla e se ne procura uno a sua volta 10-11; Edoardo annulla e si procura il suo secondo match-point 12-11. Ma è infine Matteo a infilare i tre punti decisivi che gli consegnano le sorti del set e del match; l'ultimo set, sostanzialmente equilibrato fino al 5-4 per Edo, vede una sequenza micidiale di quattro punti consecutivi messi a segno da Matteo che si porta sul 5-8; un vantaggio pesante, sia materialmente sia psicologicamente, a questo punto dell'incontro. Il definitivo 7-11 suggella una superiorità di Cerza che appare però meno netta di quanto le relative posizioni nel ranking potrebbe suggerire. Risultato raggiunto: Ottavi di Finale

Doppio Maschile Ragazzi (DMR)

Il nostro Giacomo Palomba, in coppia Fazio Gabriele della società "T.T. Don Bosco Varazze Associazione Sportiva Dilettantistica" si sono presentati ai nastri di partenza di questa gara. Anche questa, a quanto mi risulta, è una coppia inedita, con tutti gli inconvenienti connessi. Nella fase dei 32-esimi, non usufruiscono della "X" e devono invece superare la coppia Salandra Gianmarco / Palmieri Leonardo per poter accedere ai 16-esimi. La missione viene compiuta col punteggio di 11-8, 11-9, 9-11, 11-6 e 3-1 finale. Nel turno successivo cedono alla coppia Gualdi Matteo / Monaco Matteo col risultato di 9-11, 6-11, 7-11 per lo 0-3 finale. Risultato raggiunto: 16-esimi di finale.

Doppio Misto Ragazzi (DXR)

Ancora Giacomo Palomba, in coppia con Frisone Stella della società "A.S. Dilettantistica Tennistavolo Savona", tentano l'assalto alla gara del Doppio Misto Ragazzi. Questa volta il ranking cumulativo dei due consente loro di accedere direttamente ai 16-esimi di finale senza dover disputare il preturno. Nei 16-esimi affrontano Londero Michael / Tavano Jessica che superano agevolmente per 3-0: 11.9, 11.6, 11-8 e conquistando l'accesso agli ottavi di finale. Negli ottavi di finale incontrano Moser Juri / Vivarelli Evelyn e, probabilmente sprecando un po', riescono a superare il turno imponendosi per 3-2: 11-6, 11-6, 6-11, 8-11, 11-8, quando tutto sembrava far intuire che potesse profilarsi un più facile 3-0. Come che sia, la vittoria dà l'accesso ai quarti di finale, dove il sogno di una medaglia viene infranto dal solito Gualdi Matteo che in coppia con Barani Arianna fa smaterializzare, con un netto 3-0: 12-10, 11-6, 11-6, la medaglia che Giacomo e Stella intravedevano in lontananza. Risultato raggiunto: Quarti di Finale.

Singolo Maschile Ragazzi (SMR)

Il giorno seguente Giacomo disputa la sua gara di singolo. Parte come testa di serie numero 18 della gara e viene inserito, quindi, nel girone 18 (come testa di serie numero 1 del girone) così composto:

Girone n. 18

  • Palomba Giacomo (5997)
  • Pichler Benjamin (5966)
  • Tini Alessandro (3729)
  • Torta Marco (3377)
  • Coletta Leonardo Maria (1143)

La prima partita è contro Coletta Leonardo Maria, nella quale Giacomo inaspettamente cede il primo set, imponendosi comunque per 3-1: 8-11, 11-5, 11-8, 11-5. È la volta quindi di Tini Alessandro; anche in questo caso è 3-1: 11-4, 11-7, 6-11, 11-5, il risultato che decreta la vittoria di Giacomo. La terza partita, la più insidiosa, contro la testa di serie numero 2 del girone, Pichler Benjamin, vede ancora Giacomo imporsi col medesimo risultato di 3-1: 11-6, 12-10, 6-11, 11-5. Rinfrancato dalla vittoria conquistata contro l'avversario più difficile (almeno sulla carta), Giacomo rifila un più rassicurante 3-0: 11-6, 11-7, 11-8 a Torta Marco, ultimo avversario del girone.

Nel tabellone a eliminazione diretta, superata con la "X" la fase dei 32-esimi di finale, l'avventura di Giacomo si interrompe ad opera di un'altra sua bestia nera: Cagna Simone, nei 16-esimi di finale. Giacomo cede, non senza lottare, per 2-3: 11-7, 9-11, 6-11, 11-7, 6-11. Se fosse riuscito a passare al turno successivo avrebbe incontrato... Gualdi Matteo. Risultato raggiunto: 16-esimi di Finale.

Marcello Cremente

2015-04-08: T.T.Club La Spezia A.S.D. in lutto 

Diamo la notizia, una di quelle che non vorremmo mai dare, che ieri è venuta a mancare la mamma del nostro atleta Claudio Giannoni.

Tutta la società T.T. CLub La Spezia A.S.D., porge le proprie condoglianze a Claudio.

2015-04-01: Gorodetsky commenta la A2 

Sul sito della federazione è apparso, questa volta con un po' di ritardo rispetto al solito, l'articolo sulla quinta giornata di ritorno del campionato serie A2, gironi A e B, a firma di Ady Gorodetsky.

Di seguito le parti che ci riguardano:

[...] Al Sud campionato parzialmente concluso, con la Marcozzi con un piede e mezzo in A1, anche se La Spezia conserva qualche piccola chance nel recupero. [...]

Poco più oltre la disamina della nostra partita:

[...] CORI LATINA 2 - 4 TT LA SPEZIA: Latina non ha più molto da chiedere al campionato, al contrario La Spezia ha ancora una piccola speranza di poter raggiungere Marcozzi. Il primo incontro sarà quello che forse determinerà il punteggio finale, dal momento che Bongini recupera per 2 volte Talocco, prima di imporsi nettamente a 4 nel quinto set. De Tullio porta in parità i Laziali superando 3 1 Cremente abbastanza agevolmente. Assente Nuvola, ovviamente non c'è storia per Zanotti con Cattoni e liguri nuovamente in vantaggio 2 1. Nel quarto incontro, altra battaglia in 5 set quella vinta da Bongini con De Tullio con parziali tutti abbastanza tirati nei primi set fino al conclusivo 11 5 . Talocco riduce le distanze con un netto 3 0 su Cattoni, ma altrettanto netto è ovvio il 3 0 del sesto incontro con il quale Cremente supera Zanotti. [...]

Ancora più avanti Ady descrive la situazione:

Situazione:
[...] Al Sud resta da giocare il solo recupero tra Marcozzi e La Spezia. I Sardi con 16 punti conservano 2 punti di vantaggio sui Liguri, ma obbiettivamente è difficile pronosticare uno 0 4 nel recupero di Aprile, da momento che il 4 1 per la Marcozzi nel girone di andata, con 13 4 nel computo dei set, ci lascia poter dire che comunque saranno i Cagliaritani ad ottenere il primo posto finale, con patron Curcio che probabilmente leggendo starà facendo gli scongiuri di rito. [...]

Alla fine, Ady fornisce, come di consueto, l'elenco dei primi 10 atleti con le migliori percentuali di vittorie fino a questo momento. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. continua ad esprimerne 1 (Bongini). Esclusi dalla lista gli altri due nostri alfieri, Cremente, con 61,50%, e Cattoni, con 56,30%.

Percentuali:
Nelle prime 10 posizioni balza in testa Pinto col 90,00% , seguito adesso in seconda posizione da Oyetayo con l’87,50%. In terza posizione Amato con l’85,00% seguito in quarta da Margarone con l’84,20%. Rossi in quinta posizione con l’82,30%. Sesto è Di Marino con 81,20%, settimo Piccolin con il 78,50%, ottavo Bongini con il 77,00% nono è Talocco con il 70,50% e decimo Giuliani con il 66,00%.

Marcello Cremente

2015-03-21: A2/B. TTClubSP vs TT Cori Latina 

Quinta, ed ultima, giornata di ritorno del campionato di A2 girone B. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. è impegnata nella difficile trasferta di Latina, dove l'attende la squadra del Tennistavolo Cori-Latina, ormai saldamente attestata al quarto posto della classifica. Sebbene per il Cori-Latina una vittoria sarebbe del tutto ininfluente ai fini della classifica (rimarrebbe comunque al quarto posto), non ci aspettiamo una partita facile; per il Cori-Latina sarebbe infatti una questione di prestigio riuscire a concludere il campionato con una vittoria, e per giunta contro una squadra contro la quale, negli ultimi tre campionati in cui si sono scontrati, non è mai riuscita a prevalere (tre pareggi e due sconfitte prima di questa giornata). Partita dunque che si preannuncia combattuta e difficile. Il nostro obiettivo: riuscire a ripetere il risultato dell'incontro dell'andata (vinto per 4-2); ciò ci permetterebbe di affrontare la trasferta di Cagliari (il prossimo 11 aprile, recupero della 3ª giornata) consapevoli che i giochi sono ancora tutti aperti, e comunque con una chance di promozione in A1.

Quando arriviamo sul campo di gara, abbiamo una prima confortante sorpresa: l'allenatore-giocatore della squadra avversaria Pietro Nuvola si schiera come riserva e lascia invece il posto all'esordiente Cristian Zanotti; evidentemente Nuvola ha ritenuto che far esordire il giovane Zanotti nella prima squadra (probabilmente per fargli fare esperienza) avesse un valore maggiore di un'eventuale, quanto ininfluente, vittoria nell'ultima giornata di campionato. D'altra parte gli altri due titolari, Talocco e De Tullio (43 e 53 del ranking nazionale), sono comunque in grado di condizionare la partita e mantenerla aperta a qualsiasi risultato.

L'incontro è diretto dal giudice arbitro sig. Roberto Rossi.

Dopo la presentazione delle formazioni, questa la successione delle partite:

  1. Bongini Andrea (43°: 12975) - Talocco Marco (33°: 13560)
  2. Cremente Edoardo (142°: 10711) - De Tullio Marco (53°: 12556)
  3. Cattoni Massimo (84°: 11564) - Zanotti Cristian (1709°; 5873)
  4. Bongini Andrea (43°: 12975) - De Tullio (53°: 12556)
  5. Cattoni Massimo (84°: 11564) - Talocco Marco (33°: 15560)
  6. Cremente Edoardo (142°: 10711) - Zanotti Cristian (1709°; 5873)

Se le partite finissero tutte secondo il risultato atteso verrebbe fuori il seguente andamento: prima partita: 0-1 (Bongini dovrebbe perdere con Talocco); seconda partita: 0-2 (Cremente dovrebbe perdere con De Tullio); terza partita: 1-2 (Cattoni dovrebbe vincere con Zanotti); quarta partita: 2-2 (Bongini dovrebbe vincere su De Tullio); quinta partita: 2-3 (Cattoni dovrebbe perdere con Talocco); sesta partita: 3-3 (Cremente dovrebbe vincere su Zanotti).

La carta quindi decreterebbe un altro pareggio che a noi, come sappiamo, non basta! Occorre portare a casa tutti i punti che il pronostico ci concede ma occorre anche sovvertire almeno uno dei risultati attesi a favore dei nostri avversari. Non ci resta che analizzare i match uno a uno per vedere l'andamento della partita.

Ecco quindi la prima partita tra Andrea Bongini e Talocco Marco:

5ª ritorno: Bongini Andrea vs Talocco Marco
1:R--+-++--+++-----++++--10-120-1
2:S++++-++--+---++-+--+11-91-1
3:R---+-+--+++++----+-8-111-2
4:S-+--++++++++-+--+11-62-2
5:R++-+++-++-++-++11-43-2

Nonostante, sulla carta, Talocco sia favorito le partite tra i due numeri uno non sono mai scontate; il testa-a-testa tra i due ci racconta di un sostanziale equilibrio: tre vittorie per Bongini, 2 vittorie per Talocco; il nostro Andrea ha, però, il vantaggio psicologico di avere vinto gli ultimi due incontri, e l'ultimo proprio nella gara di andata di questo campionato. Come sempre, la partita tra i due è stata spettacolare. Nel primo set Andrea conduce 6-5, poi Talocco mette a segno cinque punti di file e si porta sul 6-10. Il set sembra finito ma Andrea annulla i 4 set-point e va sul 10-10; ma è Talocco che riesce a staccare i due punti, 10-12, portandosi così in vantaggio. Bongini pareggia il successivo set, ancora col minimo scarto, 11-9. Nel terzo set, Talocco si riporta ancora in vantaggio: partenza sprint, 2-6 in suo favore, poi Bongini si porta avanti 7-6, poi molla e Talocco si riporta sul 7-10. Poi un punto ciascuno per il definitivo 8-11. Talocco è quindi in vantaggio per 2-1. I successivi due set hanno però tutto un altro andamento. Partito in svantaggio per 1-3, Bongini infila una serie positiva di otto punti che lo portano sul 9-3, per poi chiudere sull'11-6. Sul 2-2, il quinto set è vinto da Andrea in modo ancora più imperioso, lasciando al suo avversario appena 4 punti. 11-4 il punteggio finale e prima importantissima partita vinta. È evidente che questa partita è la vera svolta di tutto l'incontro. Abbiamo ottenuto il risultato inatteso necessario a far pendere l'ago della bilancia dalla nostra parte.

Consapevoli che la partita è ancora lunga, affrontiamo il secondo match, quello tra Cremente Edoardo e De Tullio Marco. Ecco la score:

5ª ritorno: Cremente Edaordo vs De Tullio Marco
1:S+--+--+-++-++-++--++11-91-0
2:R-+-+++--+------+-6-111-1
3:S------+--+-++--4-111-2
4:R--+++--+------++-6-111-3

Ancora una volta Marco De Tullio rappresenta un avversario particolarmente ostico per Edoardo. C'è solo la consolazione di aver strappato un set (gli altri due precedenti incontri erano tutti finiti per 3-0). Il momentaneo vantaggio per 1-0, sembra spronare Edoardo che ha una buona partenza nel secondo set, 4-2 in suo favore, ma De Tullio ingrana la quarta e va via d'autorità. Pesanti i parziali dei successivi tre set: -6, -4, -6. Edoardo dovrebbe imparare molto da partite come queste che mettono in evidenza i suoi punti deboli, che Marco De Tullio, da giocatore esperto qual è, ha semplicemente individuato e sfruttato nel migliore dei modi.

Sul punteggio di 1-1 si va quindi alla terza partita nella quale scendono in campo Cattoni Massimo e l'esordiente Zanotti Cristian.

5ª ritorno: Cattoni Massimo vs Zanotti Cristian
1:S+-++++++++++11-11-0
2:R-+++-+-++-++++-+11-52-0
3:S+++++--++-++-++11-43-0

Risultato scontato. Massimo sbriga la formalità di questo incontro col minimo sforzo. Zanotti, che milita nel campionato di C2, pur non potendo (ancora) impensierire il nostro Massimo, è sembrato oltre modo falloso pagando forse un pizzico di emozione eccessiva.

Al giro di boa, siamo in vantaggio per 2-1. La quarta gara vede opposti Andrea Bongini contro Marco De Tullio.

5ª ritorno: Bongini Andrea vs De Tullio Marco
1:R++-+--++++---++---++11-91-0
2:S---+-+-++-+-+++-+---9-111-1
3:R+-+-+-++--++++++11-52-1
4:S-++++---+-----+--6-112-2
5:R+-+++-++-+-++-++11-53-2

Incontro difficile, reso ancor più difficile dagli episodi polemici che si sono verificati durante l'incontro. Il testa-a-testa tra i due giocatori vede in netto vantaggio Bongini (4 incontri vinti e 1 perso nel lontano 2009). L'incontro avanza in modo abbastanza equilibrato nei primi due set: vince Bongini il primo per 11-9; con lo stesso risultato si aggiudica il secondo set De Tullio. Nel terzo set Andrea dilaga e infligge un netto 11-5. All'inizio del quarto set Bongini è ancora in vantaggio per 4-1, ma in breve si ritrova a rincorrere 6-10. Dalla panchina incoraggiamo Andrea a non mollare. Massimo proferisce una delle frasi di circostanza: "Dai Andrea ché è lunga" (sottinteso la partita); Nuvola invece interpreta la frase come se sottinteso fosse la pallina e si lamenta con l'arbitro del fatto che Massimo da consigli tecnici ad Andrea. Ne nasce una discussione prolungata che l'arbitro pensa bene di troncare con un cartellino giallo dato a Cattoni (e solo a lui non a entrambi i litiganti come di solito avviene). Appena il gioco riprende Bongini, sente che la pallina è rotta e chiede all'arbitro di cambiarla. Apriti cielo! Si teme che la partita non possa terminare perché delle circa 10 palline, che all'inizio della gara la società di casa aveva messo a disposizione dell'arbitro, ne rimangono solo 2; e già, perché anche se non l'abbiamo detto, nel corso dell'incontro di tanto in tanto le Donic tre stelle si rompevano. Ad ogni modo, con gli animi un po' esacerbati l'incontro riprende in un clima che l'arbitro definisce non più amichevole (infatti allontana il sottoscritto dalla panchina dove stavo amichevolmente senza averne titolo; richiama i giocatori che si erano allontanati dalla rispettive panchine a ritornarvi; decide di cambiare la famigerata pallina dopo aver chiesto il parere dell'avversario di Andrea; insomma l'arbitro, a modo suo, decide di prendere in mano le redini della situazione). Il quarto set, fermo ancora sul 6-10 in favore di De Tullio si conclude per 6-11. L'esito del match è rimandato all'ultimo set. A questo punto Andrea è determinato a portare a casa il match a tutti costi ed infatti lo porta a casa con un perentorio 11-5 che serve a tacitare chi aveva insinuato che stesse tentando di far invalidare tutte le palline per vincere l'incontro a tavolino.

La quinta gara vede di fronte Massimo Cattoni e Talocco Marco. Questo l'andamento della gara:

5ª ritorno: Cattoni Massimo vs Talocco Marco
1:S-+--+---+++--+--+-7-110-1
2:R---+---++++--+--+-7-110-2
3:S++-+--+++-+----+---8-110-3

Massimo ha giocato questa partita in modo dimesso e rinunciatario: in particolare dopo che sul 7-10 l'arbitro gli ha dato un punto di penalità per un presunto servizio irregolare, ha pensato bene di evitare qualsiasi commento per non incappare in una nuova sanzione che gli sarebbe costata la possibilità di disputare la prossima partita. Ha difatti ceduto la partita a Talocco, praticamente certo che Edoardo sarebbe riuscito a portare a casa il decisivo quarto punto. Massimo non ha pensato tuttavia che Nuvola sarebbe potuto entrare al posto di Zanotti per giocare l'ultima partita e cercare di riagguantare il pareggio, che il pronostico gli accordava. Però non l'ha fatto!

Alla fine del quinto match siamo quindi sul 3-2 in nostro favore e ci accingiamo a disputare l'ultimo match tra Cremente Edoardo e Zanotti Cristian. Ecco come è andata:

5ª ritorno: Cremente Edoardo vs Zanotti Cristian
1:R++-+-++++---+++-+11-61-0
2:S+--+++++++-+++11-32-0
3:R+-++++-+-++---++-+11-73-0

Anche questo è un risultato abbastanza scontato, visto il grande divario in classifica fra i due numeri tre.

Con questa importante vittoria ci mettiamo in viaggio per tornare a casa. Durante il viaggio, inevitabilmente, discutiamo di quanto successo, e sebbene a questo punto la discussione appare sterile ed inutile ha comunque il vantaggio di tenere sveglio il guidatore, durante le cinque ore di viaggio notturne, fino a destinazione :o)

Marcello Cremente

2015-03-19: Gorodetsky commenta la A2 

Sul sito della federazione è apparso puntuale l'articolo sulla quarta giornata di ritorno del campionato serie A2, gironi A e B, a firma di Ady Gorodetsky.

Di seguito l'estratto relativo alla nostra partita:

[...] TT LA SPEZIA 4 - 1 CLUB 99 MESSINA: Favori del pronostico rispettati per il La Spezia, con Bongini che porta subito avanti i suoi con netto 3 0 su Sabatino. Pareggio per i Messinesi con Arcigli che ha la meglio sul giovane Cremente in 5 set. Cremente si porta avanti 2 1 e sembra poter disporre dell'avversario, che comunque in questo girone di ritorno sta ottenendo risultati positivi e di fatto rimonta con quarto e quinto set vinti abbastanza agevolmente. Nel terzo incontro tocca a Cattoni e Gambina. Il maltese, non senza sorpresa, all'andato ottenne vittoria contro il più quotato avversario. Ed anche in questa occasione la partita è molto combattuta fino alla fine, dove Gambina potrebbe anche chiudere il match a suo favore prima di cedere 15 13. Un attento Bongini concede solo il terzo set ad Arcigli per il 3 1 finale che è anche 3 1 nel match, e nel quinto ed ultimo incontro Cattoni vince netto 3 0 su Sabatino e chiude le ostilità. [...]

Poco più avanti, Ady fornisce, come di consueto, l'elenco dei primi 10 atleti con le migliori percentuali di vittorie fino a questo momento. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. ne esprime 1 (Bongini), mentre Cremente, con 63,60%, e Cattoni, con 57,10%, sono fuori dall'olimpo.

Percentuali:
Nelle prime 10 posizioni in testa c'e' una "simpatica accoppiata" formata da Amato e Pinto con l'88,80% per effetto delle 16 vittorie e 2 sconfitte. Al terzo posto il nigeriano Oyetayo con l'85,70%. Al quarto Margarone con l'84,20%. Al quinto Rossi con l'80%, al quinto (sesto?) Di Marino con il 78,50. Sesti (settimi?) Piccolin e Bongini con il 75,00%. Settimo (nono?) è Talocco con il 73,30%. Ottavo (decimo?) Massarelli con il 66,60%. Nono (undicesimo?) Giuliani 64,70%. Decimo (undicesimo?) Galdieri con il 64,70%.

Marcello Cremente

2015-03-14: A2/B. TTClubSP vs Messina 

Quarta giornata di ritorno del campionato di A2 girone B disputata tra le mura amiche dal T.T. Club La Spezia A.S.D. contro l'A.P.D. CLUB 99 MESSINA. Dopo uno stop di oltre un mese (nel mezzo il rinvio dell'incontro della terza giornata contro il Marcozzi Cagliari) si ritorna in campo a difendere la seconda posizione in classifica. Guardandola, la classifica, appare evidente che la partita risulta molto delicata per entrambe le squadre: il T.T. Club La Spezia deve cercare di non fare passi falsi se vuole arrivare al recupero contro il Marcozzi, fissato per l'11 di aprile, con quei due soli punti di differenza che renderebbe l'incontro molto più interessante sotto tutti i punti di vista. D'altra parte anche il Club 99 Messina ha un disperato bisogno di almeno 1 punto, per affrontare la sfida salvezza del prossimo turno (contro il Città di Sessa Aurunca) con qualche chance.

L'incontro è diretto dal giudice arbitro sig. Luca Mariotti.

Dopo la presentazione delle formazioni scopriamo che la successione delle partite sarà la seguente:

  1. Bongini Andrea (43°: 12975) - Sabatino Dario (139°: 10786)
  2. Cremente Edoardo (142°: 10711) - Arcigli Marcello (104°: 11305)
  3. Cattoni Massimo (84°: 11564) - Gambina Andrew (463°: 8822)
  4. Bongini Andrea (43°: 12975) - Arcigli Marcello (104°: 11305)
  5. Cattoni Massimo (84°: 11564) - Sabatino Dario (139°: 10786)
  6. Cremente Edoardo (142°: 10711) - Gambina Andrew (463°: 8822)

Rispetto all'andata, il T.T. Club La Spezia conferma la stessa formazione mentre il Club 99 Messina gira la propria formazione invertendo le posizioni di Arcigli e di Sabatino. Se le partite finissero tutte secondo il risultato atteso verrebbe fuori il seguente andamento: prima partita: 1-0 (Bongini dovrebbe vincere su Sabatino); seconda partita: 1-1 (Arcigli dovrebbe vincere su Cremente); terza partita: 2-1 (Cattoni dovrebbe vincere su Gambina); quarta partita: 3-1 (Bongini dovrebbe vincere su Arcigli); quinta partita: 4-1 (Cattoni dovrebbe vincere su Sabatino); la sesta partita non dovrebbe essere disputata.

La carta ci vede quindi favoriti... non ci resta che analizzare le partite una a una per vedere se il pronostico viene rispettato o meno.

Per lo score delle singole partite, a cui ormai i nostri lettori sono talmente abituati da richiederlo sempre più a gran voce, dobbiamo ringraziare Paul Calugaru, il quale però era in altre faccende affaccendato al momento dell'inizio del match ed ha saltato purtroppo i primi due set.

Ecco quindi la prima partita tra Andrea Bongini e Sabatini Dario:

4ª ritorno: Bongini Andrea vs Sabatini Dario
1:R0-00-0
2:S0-00-0
3:R-++-+++++-+-+-++11-51-0

Il primo set è stato duro e combattuto ed è terminato in favore del nostro Andrea che se lo aggiudica ai vantaggi per 14-12. Il risultato degli altri due set, terminati rispettivamente 11-8 e 11-5, potrebbero far pensare ad un Sabatino rinunciatario, consapevole della forza del suo avversario, e forse demoralizzato dall'esito del decisivo primo set. Tuttavia sarebbe una conclusione sbagliata; Bongini ha dovuto conquistarsi ogni singolo punto giocando con molta accortezza e costringendo Sabatino a osare un po' di più e, immancabilmente a commettere qualche errore di troppo. La prima partita, comunque, termina secondo il pronostico e ci ritroviamo quindi in vantaggio per 1-0.

La seconda partita è quella tra Cremente Edoardo e Arcigli Marcello. Ecco la partita:

4ª ritorno: Cremente Edaordo vs Arcigli Marcello
1:S++-++---+++++++11-41-0
2:R-+++-+-+----++----7-111-1
3:S++-+++---++-++++11-52-1
4:R--++--------+-3-112-2
5:S-+++++-------+---6-112-3

Anche questa volta il pronostico è confermato. Partita difficile da interpretare in quanto i parziali dei vari set risultano sempre abbastanza netti e danno l'impressione, in ognuno di essi, che chi se lo aggiudica sia in grado di fare dell'altro un sol boccone. Da notare, per chi ama i riti e le scaramanzie, che fino al 2-2 il set viene vinto sempre dal giocatore che giocava alla sinistra dell'arbitro. Nel 5° set, Edoardo inizia proprio alla sinistra dell'arbitro e si porta al cambio campo con un confortante 5-1! Sembrava quasi fatta... ma quando passa nella metà campo maledetta non riesce a racimolare che un solo punto, mentre il suo avversario, forte dei favori della sorte, infligge ad Edoardo un pesante parziale di 10-1. Per chi invece, come il sottoscritto, non crede alle scaramanzie, la lettura dell'incontro è un tantino diversa: il rendimento incostante di Edo, oltre naturalmente al gioco oculato dell'avversario, è la conseguenza dei fitti impegni scolastici, per ottemperare ai quali ha dovuto sacrificare settimane di allenamento. Nessun rammarico, ovviamente; la scuola, per un ragazzo della sua età è certamente più importante; ma, semmai ce ne fosse bisogno, nessuno pensi di poter mantenere, o persino migliorare, i propri risultati sportivi, senza il quotidiano allenamento. L'abilità sportiva, così come ogni altra abilità, è sempre frutto di allenamento e dei sacrifici che ognuno è disposto a fare per potersi allenare.

Sul punteggio di 1-1 si va quindi alla terza partita nella quale scendono in campo Cattoni Massimo e lo straniero di Malta del Messina Gambina Andrew.

4ª ritorno: Cattoni Massimo vs Gambina Andrew
1:S+--++-++++-+-+++11-51-0
2:R--+----+--+++-++--7-111-1
3:S++---+---++-+++--+-+++12-102-1
4:R-+-----+++-+++---+-8-112-2
5:S-+-+-+---+++++-+-+---++--+++15-133-2

Senza dubbio l'incontro più combattuto, anche se sulla carta sembrava il più semplice. E infatti il primo set sembrava declinare alla perfezione il paradigma di quello che sarebbe dovuto essere l'incontro: 11-5 per Cattoni e via verso il secondo set nel quale non ci si aspettava niente di diverso. Ma, il secondo set non inizia benissimo (sarà la maledizione del campo di destra?) e, in men che non si dica, Massimo si ritrova sotto col punteggio di 2-8. Riesce a rimontare fino al 7-9, ma il set va comunque a Gambina che pareggia così 1-1. Il terzo set parte anch'esso in maniera difficoltosa: dopo l'iniziale 2-0 Massimo si ritrova ancora sotto 3-6. Ma stavolta la sua reazione arriva puntuale e si porta sull'8-7; dopo essere andato ancora sotto per 8-9, si riporta in parità, 9-9. Il suo avversario conquista il punto successivo ed ha la possibilità di giocare il primo set-point. Massimo non ci sta, lo annulla e chiude il set con il definitivo 12-10 portandosi in vantaggio per 2-1. Il quarto set ripropone l'altalena del secondo set: partenza pessima (1-6), parziale rimonta fino al 7-7, set consegnato all'avversario per 8-11. Si va quindi al decisivo quinto set, non senza qualche nervosismo di Massimo che contesta un'eccessiva esultanza antisportiva al suo avversario (il famigerato pugno in faccia, richiamato comunque dall'arbitro). Sostanziale equilibrio fino al 3-3, poi un momento di cedimento di Massimo fino al 3-6 prontamente riscattato col successivo 8-6, poi ancora punto a punto fino al 10-8, dove Massimo si conquista il diritto a giocarsi ben due match-point. E qui inizia il famoso finale al cardiopalma, infatti Massimo non riesce a sfruttare i due match-point e il suo avversario, non solo li annulla, ma si conquista a sua volta un match-point sul 10-11. Massimo contrattacca, annulla e risupera: 12-11. Sembra fatta e invece no! Gambina non si arrende e anzi eccolo lì sul 12-13 pronto a rovinarci la festa. Ma ancora una volta Massimo, freddamente, annulla il match-point riuscendo infine a infilare i due punti successivi per il definitivo 15-13. Pfiuuu! Ancora una volta, quindi il pronostico è confermato e ci portiamo sul 2-1

Al giro di boa, la quarta gara vede opposti Andrea Bongini contro Marcello Arcigli.

4ª ritorno: Bongini Andrea vs Arcigli Marcello
1:R-+++++--+-++--+--++11-81-0
2:S+-++++++++-++11-22-0
3:R--++--+--++-+-+---7-112-1
4:S-+++--++---++++++11-63-1

Ancora una volta il risultato atteso si materializza con questo 3-1. La partita è molto spettacolare, caratterizzata da scambi prolungati e da colpi magistrali. Ma anche da qualche punto fortunoso o da risposte errate a servizi efficacissimi. Un po' bugiardo il risultato del secondo set frutto di qualche retina, di qualche spigolo, di qualche servizio errato, insomma di un gioco non propriamente spettacolare come gli altri set. Ad ogni modo con questa vittoria ci portiamo sul 3-1.

La quinta gara vede di fronte Massimo Cattoni e Dario Sabatino.

4ª ritorno: Cattoni Massimo vs Sabatino Dario
1:S+--+-+--++-++-+++-+11-81-0
2:R--+--+-+--++++-++-+-+-+--+++15-132-0
3:S--+-+-+-++++-++++11-63-0

Il 3-0 finale non fa giustizia a Sabatino che ha disputato questo incontro con grinta e determinazione. La prova più evidente è il secondo set nel quale Cattoni deve rincorrere 3-7. Riesce a riagguantare il pareggio 7-7 poi 9-9 e da questo momento si conquista 3 set-point consecutivi tutti prontamente annullati dal coriaceo Sabatino, il quale, sul 12-12 si procura addirittura un set-point a favore portandosi sul 12-13. Ma anche Massimo non ci sta a cedere il set. I successivi tre punti sono tutti a suo favore per il 15-13 finale. Nell'ultimo set Cattoni subisce un iniziale 0-2 e poi, un'equilibrio perfetto porta il risultato sul 3-5; da questo punto in poi, forse una perdità di lucidità da parte di Sabatino, forse la voglia di vincere di Massimo, conducono dritti dritti all'11-6 finale, con un parziale 8-1 in favore di Massimo che chiude il match e regala la vittoria finale, per 4-1, al T.T. CLub La Spezia.

La sconfitta, per l'A.P.D. Club 99 Messina, decreta la matematica retrocessione perché, anche vincendo l'ultimo incontro contro i diretti avversari del Città di Sessa Aurunca, sarebbe impossibile raggiungere i 4 punti degli aurunci, per i quali invece la nostra vittoria sancisce la matematica salvezza.

La serata è continuata poi su altri tavoli, quelli del ristorante I Contadini, dove abbiamo potuto godere dell'amabile compagnia dei nostri avversari nel ruolo, stavolta, di graditi commensali :o).

Marcello Cremente

2015-02-10: Gorodetsky commenta la A2 

Eccoci all'appuntamento, ormai fisso, con Ady Gorodetsky che commenta il campionato di A2 maschile, sia il girone nord (A) sia il girone sud (B); sul sito della federazione è possibile leggere l'articolo completo.

Di seguito l'estratto delle parti che ci interessano:

[...] STET MUGNANO 3 - 3 LA SPEZIA: I Liguri non approfittano del passo falso della Marcozzi, ed anzi si trovano a dover rincorrere il Mugnano per ottenere la parità avendo però avuto chance di vittoria. Primo punto per la squadra di casa con Amato che ripete l’ottima prestazione dell’andata contro Bongini e vince 3 0 con tre set tutti ai vantaggi. Parte bene Izzo con Cattoni nel secondo match, ma l’esperto Spezzino dal secondo set non lascia più chance per il 3 1 finale. Sull’1 a 1 tocca ai 2 mancini, Galdieri e Cremente. Spartizione dei primi 2 set con punteggi in bilico, terzo e quarto set agevole prima per Galdieri poi per Cremente. Nel quinto set il napoletano però si porta avanti ben presto per il conclusivo 11 7. La quarta partita è sicuramente la più bella di tutte. All’andata si era imposto Amato ma Cattoni si era ritirato all’inizio del quinto set per crampi al polpaccio. Questa volta la partita è completa e i primi 4 set vedono Amato portarsi avanti 1 0 e 2 1 . Da quel momento Cattoni sale in cattedra e sembra essere diventato un muro davvero insormontabile per Amato che perde il quarto set e si ritrova sotti 4 9 nel quinto. Cattoni non regala niente, e Amato però proprio sembra non voler perdere e si va a conquistare punto su punto i 7 punti consecutivi per l’11 9 finale. 3 1 per il Mugnano che sente odore di sorpasso in classificia. Ma Bongini dopo aver conquistato il primo set, nonostante sembra in difficoltà con Galdiere perdendo il secondo, tiene duro nel terzo che si aggiudica a 9 e con l’11 8 finale riduce le distanze. Sesto ed ultimo incontro che sembra un po’ il primo in fotocopia di Izzo, ben motivato si aggiudica il primo set con Cremente che però reagisce contenendo il napoletano e con buoni parziali si aggiudica il match per l’ennesimo 3 3 di questa settimana di A2. [...]

Come di consueto, ecco l'elenco dei primi 10 atleti con le migliori percentuali di vittorie fino a questo momento. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. ne esprime 1 (Bongini) mentre Cremente, col suo 70%, risulta solo 11-esimo e quindi rimane fuori dall'olimpo:

Percentuali:
Nelle prime 10 posizioni, Amato sale al 92,85% [n.d.c.: considerando nel computo anche le due partite vinte col Team Italia, senza le quali si avrebbe 91,67%] seguito adesso da Pinto col 91,80% [n.d.c.: 91,67%]. Terzo Talocco con il 90,00% [n.d.c.: 81,82%]. Quarto Margarone con l’84,60%, al quinto posto Di Marino e Oyetayo con l’83,30%. Settimo Rossi con 76,90%, ottavo Piccolin con il 75,00%. All’ottavo posto un terzetto composto da Soraci, Giuliani e Bongini con il 71,40%.

Marcello Cremente

2015-02-07: TTClubSP vs Mugnano STET 'B' 

Siamo alla seconda giornata di ritorno del campionato di A2 girone B. La nostra squadra è chiamata ad un'impegnativa trasferta a Mugnano di Napoli dove ci aspetta la squadra 'B' della locale società guidata da Ady Gorodetsky. A renderla più difficile l'indisponibilità del nostro coach Michele Rossi che per improrogabili impegni è costretto, suo malgrado, a lasciare la sua squadra orfana dei suoi preziosi consigli. Senza il coach, quindi, partiamo da La Spezia alle 9:45, con tempo discretamente bello ed arriviamo a Napoli alle 16:30 sotto la pioggia. Ci riposiamo un'oretta in albergo e dopo qualche difficoltà a trovare la palestra (colpa delle mappe non aggiornate del mio navigatore che si ostinava a volerci condurre a destinazione facendoci imboccare una strada col segnale di divieto di accesso), finalmente arriviamo in palestra alle ore 18:00, minuto più minuto meno.

Con un pizzico di disappunto scopriamo che la temperatura interna della palestra è solo qualche grado superiore a quella esterna. La pioggia e la palestra non riscaldata mi riportano alla mente la trasferta dell'anno scorso a Sant'Espedito dove, peraltro, perdemmo. Quindi non proprio dei bei ricordi! Poi penso... ma Napoli non era 'o paisi do sole?

In palestra apprendiamo che giocheremo in contemporanea con l'altra squadra del Mugnano, la squadra 'A' (Di Marino Alessandro, Massarelli Maurizio e Olajide Adeyemi Omotayo), che milita nel girone A del campionato di A2 e che ospita, in questo turno, la quadra del Tennis Tavolo Torino (Pinto Daniele, Frigliolini Nicholas, Cardea Marcello). Per la cronaca l'incontro viene vinto dal Tennis Tavolo Torino per 4-1 con 2 punti di Pinto, 2 punti di Frigiolini per il Torino e 1 punto del nigeriano Omotayo, su Cardea, per lo STET Mugnano.

Sul nostro tavolo invece l'A.S.D. C.N. Mugnano STET "B" affronta la nostra squadra T.T. Club La Spezia A.S.D.. All'andata finì 3-3. Il pronostico del pre-partita dice: 1 X 2!

Dopo la presentazione delle formazioni scopriamo curiosamente che la successione delle partite sarà esattamente uguale a quello dell'andata, cioè:

  1. Bongini Andrea (41°: 12846) - Amato Antonino (43°: 12715)
  2. Cattoni Massimo (81°: 11474) - Izzo Michele (170°: 10325)
  3. Cremente Edoardo (143°: 10566) - Galdieri Mattia (39°: 12929)
  4. Cattoni Massimo (81°: 11478) - Amato Antonino (43°: 12715)
  5. Bongini Andrea (41°: 12846) - Galdieri Mattia (39°: 12929)
  6. Cremente Edoardo (143°: 10566) - Izzo Michele (170°: 10325)

Rispetto all'andata sono ovviamente cambiati i punteggi degli atleti e, di conseguenza, la loro posizione nel ranking nazionale. Se le partite finissero tutte secondo il risultato atteso verrebbe fuori il seguente andamento: prima partita: 1-0 (Bongini dovrebbe vincere su Amato); seconda partita: 2-0 (Cattoni dovrebbe vincere su Izzo); terza partita: 2-1 (Galdieri dovrebbe battere Cremente); quarta partita: 2-2 Amato dovrebbe vincere su Cattoni); quinta partita: 2-3 (Galdieri dovrebbe battere Bongini); sesta partita: 3-3 Cremente dovrebbe battere Izzo.

Ne dovrebbe conseguire un altro pareggio... non ci resta che analizzare le partite una a una per vedere se il pronostico viene rispettato o meno.

Ecco quindi la prima partita tra Andrea Bongini e Antonino Amato:

2ª ritorno: Bongini Andrea vs Amato Antonino
1:S+--++++--++----++---9-110-1
2:R----+--++-++++-+---8-110-2
3:S-++-++--++--+-+++---+---11-130-3

Primo pronostico sovvertito! D'altra parte anche all'andata lo scugnizzo Antonino aveva battuto il nostro più quotato Andrea per 3-1. Questo 3-0, sembra tuttavia eccessivamente penalizzante: i parziali di -9, -8, -11 evidenziano una partita comunque tirata e in ognuno dei set Andrea si è trovato ad un passo dal prevalere: 9-8 nel primo set, 8-8 nel secondo set, 11-10 nel terzo set; ed invece in ognuno dei 3 una sequenza di 3 negativi di fila consegnano set e match al giovane Amato che ha senza dubbio il merito di non arrendersi mai e di lottare su ogni punto. Ci ritroviamo quindi in svantaggio per 0-1 dopo la prima partita.

La seconda partita è quella tra Massimo Cattoni e Michelino Izzo. Ecco la partita:

2ª ritorno: Cattoni Massimo vs Izzo Michele
1:S-++--++--+-++--+--+--9-120-1
2:R+-++--++++++++11-31-1
3:S+-++-++++-+--+-++11-62-1
4:R+--+---+-++++++-++11-73-1

Questa volta il pronostico è confermato (all'andata finì 3-2). Il primo set ci mostra un Izzo sicuramente deciso a seguire le orme del suo compagno Amato nel cercare di sovvertire il risultato atteso; Michele se lo aggiudica infatti giocando con attenzione e determinazione; fino all'8-8 il punteggio prosegue altalenante ora a favore di Massimo, ora a favore di Michele, ma senza mai superare lo scarto di 1 punto! Poi Michele riesce a infliggere un parziale di 4-1 nel finale di set. Il resto della partita però non rispecchia minimamente l'andamento del primo set e i parziali di -3, -6, -7 raccontano di un Izzo disunito o, se vogliamo, di un Cattoni molto più accorto nella gestione di una partita che deve assolutamente vincere perché un secondo pronostico sovvertito sarebbe stato disastroso!

Sul punteggio di 1-1 si va quindi alla terza partita nella quale scendono in campo Edoardo Cremente e Mattia Galdieri.

2ª ritorno: Cremente Edoardo vs Galdieri Mattia
1:S-+---+-+--++++-+-++---10-120-1
2:R++--+-+-++-++---++-+11-91-1
3:S+--------++---3-111-2
4:R-+-----++++++++-++11-72-2
5:S-+---+++-+------5-112-3

Nuovo pronostico confermato, nonostante le speranze alimentate dal risultato dell'andata, allorché Edoardo riuscì ad ottenere un'importante vittoria inattesa. Vale la pena rilevare che, nonostante il forte divario di classifica tra i due (Galdieri 39-esimo, Cremente 143-esimo del ranking nazionale), questo incontro, così come i precedenti due tra i due atleti, ha richiesto il 5° set per decretare l'esito finale. La bilancia per ora pende dalla parte di Galdieri che vincendo questo incontro conduce per 2-1 la speciale gara testa-a-testa. La gara, è caratterizzata da una lunga sequenza di negativi (nel terzo e quarto set Edoardo subisce una parziale di 16-3), che lo portano dall'1-1, fino a quel momento maturato in maniera tutto sommato equilibrata, all'1-2 dopo il terzo set (perso con un preoccupante 3-11) e al punteggio d 1-6 nel quarto set. Edoardo sembrava aver perso la bussola. Il time-out chiamato sull'1-4 non sembrava aver sortito nessun positivo effetto. Ma poi sul punteggio, appunto, di 1-6, Edoardo inizia una rimonta tanto travolgente quanto imprevista che gli assegna il set concedendo solo un altro punto a Galdieri: 11-7 e pareggio nel computo dei set, 2-2. Nell'ultimo set Edoardo riparte male, 1-4, rimonta ancora fino a 4-4. Galdieri si aggiudica il punto del vantaggio nel cambio campo che Edoardo recupera prontamente: 5-5. A questo punto Edoardo stecca per ben due volte la pallina durante il suo attacco e da quel momento... buio. 5-11! E Galdieri, come da pronostico, si aggiudica questo terzo incontro. 1-2 a vantaggio del Mugnano.

Al giro di boa, la quarta gara vede opposti Massimo Cattoni contro Antonino Amato.

2ª ritorno: Cattoni Massimo vs Amato Antonino
1:S-+-++---++-++----+-8-110-1
2:R++--++-+-++++--++11-61-1
3:S+-++---++-+----++--8-111-2
4:R+++-+-++-++--++-+11-62-2
5:S++-+++-+-+-++-------9-112-3

Ancora una volta il risultato atteso si materializza con questo sofferto 2-3. Tanto rammarico in questa partita. Ricordiamo che all'andata Cattoni fu costretto da uno stiramento al polpaccio (sul 2-1 e 7-6 in suo favore nel quarto set) a consegnare sportivamente la partita al suo avversario. Questa, nonostante lo sfavore del pronostico, poteva essere la partita del riscatto. E tutto faceva credere che lo sarebbe stata perché nel quinto set, dopo essere riuscito a pareggiare 2-2 nel quarto, il punteggio recitava 9-4 in favore di Cattoni! Da quel momento Amato ricomincia la sua rimonta che inizia con un potente smash che segna quasi uno spartiacque nella conduzione di gioco di Massimo. Tanto accorto e determinato era sembrato fino al 9-4 quanto impotente e rinunciatario si è rivelato a partire dal 9-5. Il time out chiamato sul 9-6, che doveva servire a rompere il ritmo del suo avversario è risultato inefficace. Amato, con la determinazione di un rullo compressore, ha infilato punto su punto fino al definito 9-11! Semmai ce ne fosse bisogno questa è la riprova della determinazione del giovane "nazionale" e di quanto sia risoluto a lottare fino allo spasimo senza mai farsi sopraffare da situazioni temporaneamete sfavorevoli. Decisamente dimostra una maturità che lo rende pronto e adatto, forse, per il campionato superiore!

Con la sconfitta di Cattoni, siamo sull'1-3. Una situazione senz'altro scomoda perché ci impone di vincere entrambi i successivi incontri se vogliamo evitare una cocente sconfitta. Con tale stato d'animo scendono in campo Andrea Bongini e Mattia Galdieri, con la consapevolezza che il pronostico parla napoletano!

2ª ritorno: Bongini Andrea vs Galdieri Mattia
1:S-+++---+++--++-++-+11-81-0
2:R+---+++------+--5-111-1
3:S-+-++++----++--++-++11-92-1
4:R+--+++--+-+-+++-+-+11-83-1

E finalmente il risultato atteso viene nuovamente sovvertito. Certo in verità ci speravamo alla luce anche del perentorio 3-0 che Bongini aveva inflitto a Galdieri nel girone di andata. Tuttavia la cosa non è stata così semplice perché, come si vede dai parziali, il set vinto da Galdieri è stato vinto con una certa autorità mentre in quelli persi (gli altri tre) mai si è mostrato domo ma al contrario agguerrito e determinato. Ma non è bastato! 2-3 in favore del Mugnano ed esito finale rimandato all'ultimo incontro.

Ed ecco di nuovo di fronte i Campioni Italiani 2012-2013 di Doppio Maschile 4ª Categoria: Edoardo Cremente e Michele Izzo. Nella partita di andata Michele era salito sugli scudi, battendo Edoardo per 3-2 e regalando l'insperato pareggio alla sua squadra. Adesso i compiti sono invertiti. Tocca ad Edoardo tentare di regalare il pareggio al T.T. Club La Spezia. Il pronostico, seppur di poco, sarebbe dalla nostra ma ecco l'andamento della partita:

2ª ritorno: Cremente Edoardo vs Izzo Michele
1:S+----+-+---++-+++--8-110-1
2:R+-+-+-+-+++++--++11-61-1
3:S++-+++-+-+-+++-+11-52-1
4:R+++-+++---+---++++11-73-1

Il primo set mostra un Izzo agguerritissimo ma soprattutto un Edoardo che aveva affrontato la gara nel modo tatticamente sbagliato. Edoardo sa bene quali siano le qualità di Michele e tuttavia stava facendo un gioco che tali qualità esaltava piuttosto che soffocarle. Ma sono bastati alcuni giusti consigli dalla sua panchina e la partita già dal secondo set ha cambiato completamente volto dopo la 0-1 iniziale, 1-1, 2-1, 3-1! con parziali abbastanza eloquenti del cambiamento di registro dato alla partita: -8, 6, 5, 7!

La partita termina quindi ancora una volta con un 3-3. pareggio che è sostanzialmente un risultato giusto ma che, col senno di poi, amplifica il rammarico per il risultato del quarto incontro tra Cattoni e Amato.

La serata, grazie alla squisita ospitalità di Ady Gorodetsky, è continuata poi su altri tavoli, dove ognuno ha fatto il proprio allena mento (sì, scritto come due parole, infatti il mento andava su e giù con straordinaria armonia :o).

Marcello Cremente

2015-02-03: Gorodetsky commenta la A2 

Sul sito della federazione è possibile leggere l'articolo sulla prima giornata di ritorno del campionato dei due gironi di serie A2 a firma di Ady Gorodetsky.

Di seguito l'estratto relativo alla nostra partita:

[...] LA SPEZIA 4 - 1 CITTÀ DI SESSA AURUNCA : La vittoria iniziale a sorpresa di Alessandro Gammone, su Bongini 3 0 ha acceso la speranza nella squadra campana. Ma un ottimo Cremente, nel secondo incontro, vince 11 9 al quinto set dopo strenua battaglia contro il numero 1 campano Sanvitale, Cattoni nel terzo incontro lascia pochi punti a Vellucci in 3 set e La Spezia che si porta avanti 2 1. Bongini riscatta la sconfitta nel primo incontro, superando 3 1 con parziali molto tirati Sanvitale e ottiene il terzo punto per la squadra di casa. Nel qunto match, Cattoni ottiene un altro 3 0 contro Alessandro Gammone chiudendo la disputa sul 4 1 [...]

Poco più avanti, Ady fornisce, come di consueto, l'elenco dei primi 10 atleti con le migliori percentuali di vittorie fino a questo momento. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. ne esprime 2 (Bongini e Cremente che col suo 75% rientra in questo ideale olimpo):

Percentuali:
Nelle prime 10 posizioni, Amato balza in testa con il 91,60% superando il compagno di squadra Di Marino che subisce la prima sconfitta dell’anno e segue col 90,90%. Terzi a pari merito Pinto, Oyotayo e Talocco col 90.00%. In sesta posizione Massarelli, Rossi e Margarone con l’81,80%. Chiudono questa speciale classifica a pari merito al nono posto Bongini, Cremente, Soraci e Giuliani [ndc: col 75%].

Marcello Cremente

2015-01-31: TT Club La Spezia vs Sessa Aurunca 

Dopo 2 mesi di stop (a parte recuperi vari), inizia il girone di ritorno del campionato di serie A2 girone B. Il primo impegno casalingo del T.T. Club La Spezia A.S.D. è quello contro la squadra di coach Giuseppe Sanvitale, l'A.S.D. T.T. Città di Sessa Aurunca. All'andata vincemmo con un sonoro, quanto inaspettato, 4-0 ma c'è da aspettarsi che i nostri avversari si presentino oggi più agguerriti, per cercare di guadagnare punti preziosi che li allontanino dalle sabbie mobili della zona retrocessione.

La buona notizia è che la nostra squadra si presenta con la sua formazione titolare, avendo recuperato, insperatamente, il suo terzo uomo, Cremente Edoardo, costretto a due mesi di riposo dell'infortunio avvenutogli il 5 dicembre u.s.; col suo rientro Edoardo, libera il presidente Michele Bertolotti, già pronto a fare il suo esordio nella massima serie, che invece può scendere in campo con la sua C1 per riscattare la sconfitta subita nella partita di andata contro l'ostico Athletic Club di Facci, Galbo e Sanfilippo. Bertolotti and Company, non solo sovvertono il risultato dell'andata (un pesante 2-5) con un confortante 5-3, ma si piazzano anche al terzo posto in classifica in coabitazione con altre tre squadre... Hmmm sembra di sentire le gomitate ai fianchi per cercare di spodestare gli altri dalla comoda terza posizione...

Ma torniamo alla partita della nostra prima squadra. Dopo la presentazione delle squadre la sequenza degli incontri programmati è la seguente:

  • Bongini Andrea (12841) - Gammone Alessandro (11311)
  • Cremente Edoardo (10351) - Sanvitale Pasquale (10847)
  • Cattoni Massimo (11206) - Vellucci Pasquale (10695)
  • Bongini Andrea (12841) - Sanvitale Pasquale (10847)
  • Cattoni Massimo (11206) - Gammone Alessandro (11311)
  • Cremente Edoardo (10351) - Vellucci Pasquale (10695)

Proviamo a fare il solito esercizio di previsione basandoci esclusivamente sul ranking degli atleti in gara: dopo la prima partita 1-0 per noi in quanto Bongini dovrebbe battere facilmente Gammone; seconda partita 1-1, Sanvitale dovrebbe spuntarla su Cremente; terza partita 2-1, Cattoni dovrebbe battere Vellucci; quarta partita 3-1, Bongini dovrebbe battere Sanvitale; quinta partita 3-2, Gammone, anche se di poco, è più quotato di Cattoni; sesta e ultima partita 3-3, Vellucci dovrebbe avere la meglio su Cremente. Tutto ciò sulla carta. Sebbene sappiamo bene che questo esercizio è tanto sterile quanto inaffidabile, esso ci dà però un anticipo di quello che la gara potrebbe offrire; questa analisi ci dice che il pareggio è un risultato assai probabile; e partendo da una situazione di equilibrio, scivolare da una parte (la sconfitta) o dall'altra (la vittoria) è solo una questione di disattenzione, perdita di concentrazione, in un caso, o di scaltrezza, scelta della tattica vincente dall'altra. Insomma questa partita non può essere presa sotto gamba (ma d'altra parte quale potrebbe esserlo?) e va giocata col massimo dell'attenzione (ma d'altra parte quale potrebbe non esserlo?).

Ma vediamo come si sono svolti i fatti nella realtà.

Il primo incontro vede Andrea Bongini (12841) contro Alessandro Gammone (11311). Ecco la cronaca dell'incontro:

1ª ritorno: Bongini Andrea vs Gammone Alessandro
1:R+-+-------+---3-110-1
2:S++-+++----+--++-+---9-110-2
3:R++-+------++--++-++-9-110-3

Ed ecco che, come a far eco ai pensieri innanzi espressi, il primo colpo di scena getta nello sconforto i nostri portacolori. Se il nostro primo uomo, Andrea Bongini, 38-esimo del ranking nazionale, non riesce a trovare il bandolo della matassa contro Alessandro Gammone, 79-esimo del ranking nazionale, cosa possiamo aspettarci di buono dal resto delle partite? La causa più probabile di questa debacle di Andrea sembra sia imputabile alle nuove palline in generale, e a quelle adottate dalla nostra società - le Tibhar - in particolare, con le quali Andrea non è mai riuscito a instaurare il feeling necessario. Le palline d'altro canto, non fanno niente per cercare di favorire questo feeling: basti pensare che durante l'intera partita se ne sono rotte ben 6! (Chiedete a Pasquale Sanvitale che è riuscito a fracassarne una solo con la potenza del suo smash!) Certo si potrebbe controbattere che le condizioni sfavorevoli lo sono altrettanto per l'avversario e che, in partite di questo livello, parte della bravura di un giocatore consiste anche nel sapersi adeguare velocemente alle condizioni sfavorevoli che gli si presentano davanti.

Con comprensibile preoccupazione ci prepariamo a seguire il secondo incontro della giornata, quello di Edoardo Cremente (10351) contro Pasquale Sanvitale (10847).

1ª ritorno: Cremente Edaordo vs Sanvitale Pasquale
1:S-+-++++--+++---+++11-71-0
2:R----+--++-+-++++---8-111-1
3:S-+-+++-+++-+++--+11-62-1
4:R+++-+-++-++--++-------10-122-2
5:S+--+--+++-+--++++--+11-93-2

Wow! Credo di poter dire che Edoardo con questa partita abbia compiuto veramente un'impresa: primo, è riuscito a rimediare al passo falso del compagno di squadra Bongini, ristabilendo una parità che, sebbene prevista, sarebbe dovuta maturare in tutt'altro modo; secondo, è incredibile che dopo due mesi di fermo rientri in squadra con tale maturità e con appena una settimana di allenamento alle spalle; terzo, ... beh è mio figlio e quindi sono felice! E quasi quasi non gli rimprovero nemmeno quel passivo di -7 punti del 4° set che da 10-5, quando ormai la partita sembrava finita, lo vedono perdere il set buttando al vento ben 5 match-point! No! Non glielo rimprovero quindi... bravo Edo!

Riportata la partita nei binari normali, nel terzo incontro Massimo Cattoni (11206) affronta Pasquale Vellucci (10695) col seguente score:

1ª ritorno: Cattoni Massimo vs Vellucci Pasquale
1:S++-++++-++++-+11-31-0
2:R-++++--+--++-++++11-62-0
3:S++-+++--++++++11-33-0

La partita doveva essere vinta ed è stata vinta. Sorprende la facilità con cui è maturata anche perché nel girone di andata avevamo lasciato un Cattoni non in gran forma. Forse la notizia migliore è proprio la ritrovata forma fisica del Catto che ha dato veramente poco margine di manovra a Vellucci.

Per la quarta partita scendono in campo Andrea Bongini (12841) e Pasquale Sanvitale (10847). Ecco la cronaca punto a punto:

1ª ritorno: Bongini Andrea vs Sanvitale Pasquale
1:R----+--+-++--+-+-6-110-1
2:S+-+-+++-++++---+-+11-71-1
3:R++-+-+--+--++++-+--+11-92-1
4:S----+++-++-++++---+-++12-103-1

Confermando quindi il risultato atteso Bongini vince questo incontro, ma chiunque potrà immaginare i pensieri nefasti che serpeggiavano nelle teste di tutti i tifosi, del coach Rossi e di quanti avevano a cuore le sorti del T.T. Club La Spezia, alla fine del primo set, ceduto malamente da Bongini al suo avversario; quel 6-11 non faceva presagire niente di buono. Ma poi Andrea si è ri-unito ed ha espresso un gioco più cauto e al contempo più produttivo, quantunque insoddisfacente dal suo punto di vista. Ma la grandezza di un atleta sta proprio qui, nel sapersi adeguare a condizioni di gioco sfavorevoli e a capitalizzare al massimo le proprie qualità.

Col pareggio assicurato, come da previsione, ci accingiamo adesso ad affrontare le quinta partita, che vede di fronte Massimo Cattoni (11206) e Alessandro Gammone (11311). La partita, per i motivi espressi sopra si presenta delicata. Ecco come è andata la gara:

1ª ritorno: Cattoni Massimo vs Gammone Alessandro
1:R+---++--+++++++-+11-61-0
2:S-++-+++++-+-++--+11-62-0
3:R+++-+-+-+-++-+---++11-83-0

A conferma di un'ottima condizione di forma ritrovata, Massimo doma in tre set il più quotato avversario. Esprime un gioco preciso governando in maniera esemplare i ripetuti attacchi di Gammone che dovunque piazzasse i suoi top, trovava sempre Massimo pronto a bloccare con estrema precisione, fino a costringere all'errore l'avversario o a rimettergli una palla facilmente attaccabile. Ne è risultata una partita spettacolare e godibile che rende comunque onore ad entrambi gli atleti.

La vittoria di Cattoni rende inutile la sesta partita e regala a Edoardo l'opportunità di un rientro graduale, con la soddisfazione di aver contribuito ancora una volta al risultato positivo della squadra.

Marcello Cremente

Per la cronoca punto a punto questa volta dobbiamo ringraziare Paul Calugaru, atleta della nostra società che milita nel campionato di D1 girone B, il quale ha arricchito lo score di una legenda fatta da segni convenzionali con cui marcare i vari punti al fine di consentire di visualizzare meglio l'andamento della gara: è così possibile individuare i punti fatti su "errore al servizio", quelli fatti su "retina o spigolo", il "gran punto", un punto particolamente spettacolare, o il "timeout" invocato da un atleta. Sono idee che, per il momento non riesco a riportare nella tabella che rappresenta la partita, ma che potete apprezzare osservando voi stessi il gran lavoro fatto da Paul. Bravo Paul!

2014-12-20: TT Club La Spezia vs Marcozzi Cagliari 

Si è recuperata lo scorso sabato la partita della 3ª giornata di andata del campionato di A2 girone B tra il T.T. Club La Spezia A.S.D. e l'ASD Marcozzi A2, rinviata a suo tempo a causa dell'allerta meteo 2 proclamata in tutta la Liguria.

Con questa gara la nostra squadra perde il primato in classifica che si è goduta in solitario per una settimana e poi in coabitazione proprio con il Marcozzi per un'altra settimana.

Orfana del titolare Cremente Edoardo, costretto al riposo da un infortunio che speriamo di cuore non sia lungo come quello dell'anno scorso, e non potendo convocare la riserva titolare, Michele Bertolotti, perché nella terza giornata era sceso in campo con la sua C1 e quindi non poteva essere schierato per questo recupero, il coach Michele Rossi decide di far esordire il giovane Giacomo Palomba: di certo un premio per l'impegno di Giacomo.

Dopo la presentazione delle squadre la sequenza degli incontri, salvo interromperla quando una delle due squadre conquista quattro punti, sarebbe la seguente:

  • Oyetayo Shola (14835) - Palomba Giacomo (4828)
  • Rossi Carlo (11766) - Cattoni Massimo (11238)
  • Curcio Stefano (11172) - Bongini Andrea (12767)
  • Rossi Carlo (11766) - Palomba Giacomo (4828)
  • Oyetayo Shola (14835) - Bongini Andrea (12767)
  • Curcio Stefano (11172) - Cattoni Massimo (11238)

Giocando un po' con l'imponderabile, proviamo a immaginare se e come potremmo portare a casa almeno un punto: dopo la prima partita è facile immaginare uno 0-1; la seconda partita potrebbe essere aperta, anche se Rossi sulla carta risulta favorito essendo più avanti di Cattoni nel ranking nazionale, ad ogni modo pronostichiamo una possibile sconfitta e quindi 0-2; nella terza partita dovremmo accorciare le distanze, quindi 1-2; nella quarta è prevedibile un 1-3; la quinta partita, visti i punteggi, direbbe irrimediabilmente 1-4 e partita finita! Per sovvertire questo scontato finale occorrerebbe un miracolo o nella seconda partita, Rossi-Cattoni, oggettivamente abbordabile visto il minimo scarto in classifica tra i due, oppure nella quinta partita, nella quale Bongini potrebbe senz'altro essere in grado di fare la differenza; se almeno uno dei due miracoli anzidetti si verificasse si arriverebbe alla sesta partita sul 2-3, ma con Cattoni leggermente favorito dal ranking. In tutti i casi la giornata si preannuncia senza dubbio difficile!

Ma vediamo come si sono svolti i fatti nella realtà.

Il primo incontro vede l'esordiente Giacomo Palomba contro il loro numero uno Oyetayo Shola. Ecco la cronaca dell'incontro:

3^ andata: Palomba Giacomo vs Oyetayo Shola
1:R+--+---+--+----4-110-1
2:S++-------+---+-4-110-2
3:R-------+---+-2-110-3

Risultato scontato e pronostico rispettato: 0-1 per il Marcozzi. Si va quindi alla seconda gara che vede il nostro Massimo Cattoni affrontare il campioncino del Marcozzi (e della nazionale giovanile) Carletto Rossi. Ecco la cronaca:

3^ andata: Cattoni Massimo vs Rossi Carlo
1:S+---------++-+-4-110-1
2:R---+--+-----+-3-110-2
3:S-+++--+-+----+++---8-110-3

Il pronostico, anche questa volta, è rispettato e 0-2 per il Marcozzi, ma non può non saltare agli occhi che i parziali dei set sono realmente penalizzanti per un giocatore del livello di Massimo, che cede questo incontro sbagliando moltissimo contro un giocatore che invece sbaglia pochissimo. Quella che sulla carta sembrava una partita aperta, una partita da 5 set e con possibile finale ai vantaggi, sembra invece una mera formalità. Aspettiamo il Cattoni migliore, perché questo francamente non ci sembra di riconoscerlo. Dai Massimo!

Nel terzo match Andrea Bongini affronta Stefano Curcio. Ecco l'andamento della partita:

3^ andata: Bongini Andrea vs Curcio Stefano
1:R-+++--+++---+--++--+-++-++14-121-0
2:S++--+--+-++-+--+-+++11-92-0
3:R+-++---+----+++--+-8-112-1
4:S++-+--+++-+++++11-43-1

Doveva essere la partita del primo punto e così in effetti è stato. Ma non così semplice come ci si sarebbe aspettato, i primi tre set infatti sono stati tutti molto combattuti e Curcio sembrava non volerci stare. Bongini prende un attimo di respiro nel terzo set che cede al suo avversario, e poi sferra l'affondo finale. Ancora una volta pronostico rispettato e 1-2 ancora per il Marcozzi.

Scendono in campo per la quarta partita i due ragazzini, Giacomo Palomba e Carlo Rossi. Ecco la cronaca punto a punto:

3^ andata: Palomba Giacomo vs Rossi Carlo
1:S---++--+-+--+++-+-+-9-110-1
2:R-------++++-++-+-+-8-110-2
3:S+----++-+----++--6-110-3

Risultato ampiamente scontato ma dobbiamo registrare una partita giocata dal nostro Giacomo con molta grinta e determinazione, dando il meglio di sè e riscuotendo anche i complimenti del suo coach Michele Rossi. Bravo Giacomino! Ad ogni modo arriviamo alla quinta partita col punteggio parziale di 1-3, come previsto.

Scendono in campo il nostro Andrea Bongini e lo straniero del Marcozzi Oyetayo Shola. Questo è il match nel quale riponiamo ormai le ultime speranze di poter riagganciare un pareggio che, che come abbiamo detto, si presenta molto difficile. Ecco come è andata la gara:

3^ andata: Bongini Andrea vs Oyetayo Shola
1:R++-------+----3-110-1
2:S-+++--+++----+-++++11-81-1
3:R+-+---+++-++---+-+--9-111-2
4:S++-++--+-+---+-++-+--+--11-131-3

Il primo set non ci conforta granché, 3-11 è un passivo veramente pesante, tuttavia nel secondo set il nostro Andrea si riscatta imponento un 11-8 che riaccende le speranze. Il terzo set viene perso da Andrea col minimo scarto, mentre il quarto set era alla portata del nostro giocatore che usufruisce di un set point (10-9) che però non riesce a sfruttare. l'11-13 finale suggella un risultato ampiamente preventivabile e preventivato.

Complimenti al Marcozzi che con questa vittoria sancisce il suo predominio su questo campionato di A2 girone B, conquistando il simbolico titolo di Campione d'Inverno.

Cogliamo l'occasione di augurare a tutti i lettori/frequentatori del nostro sito un BUON NATALE ed un FELICE ANNO 2015.

Marcello Cremente

P.S. ringraziamo Walter Mozzachiodi, atleta della nostra società e militante nel campionato esordienti di D3, per la collaborazione offerta nel registrare meticolosamente gli score della partita. Grazie Walter!

2014-12-03: Gorodetsky commenta la A2 

Siamo alla quinta giornata del campionato di A2; come al solito, sul sito della federazione è possibile leggere l'articolo di Ady Gorodetsky che rendiconta sull'andamento delle partite sui vari campi da gara.

Di seguito l'estratto delle parti che ci interessano:

[...]Nel girone B La Spezia rompe gli equilibri superando Cori Latina.

Più oltre la disamina della partita:

TT LA SPEZIA 4 - 2 TT CORI LATINA: In un girone equilibratissimo, La Spezia infligge la prima sconfitta alla squadra Laziale. Merito di una ottima performance di squadra con tutti e 3 i giocatori locali che portano il loro contributo di punti. L’uomo del match è comunque Andrea Bongini, che con un combattutissimo 3-1 supera Talocco, fino a questo incontro imbattuto. Servono 5 set a Cattoni per avere la meglio sul capitano laziale Nuvola e a portare i liguri sul 2-0. De Tullio accorcia le distanze per il Cori con un netto 3-0 su Cremente e partita riaperta. Ed anzi Talocco riporta in parità i suoi, con uno degli incontri dai parziali piu’ combattuti della storia di questo girone (-10, 8, 10, -10, 11 ). Nel quinto incontro Bongini perde il primo set con De Tullio, ma non si disunisce e vince netto 3-1. Nel sesto incontro servono altri 5 set, tra il giovane Cremente e l’esperto Nuvola per stabilire l’esito finale. Nuvola si porta avanti 2-1, ma Cremente non si disunisce e si riporta in parità nel quarto set. Il quinto set vede partire avanti nuovamente Nuvola, 5-2, 7-4) ma Edo, per la felicità anche dell’amabilissimo e appassionatissimo papà(*), non si arrende, recupera, spreca un primo match point sul 10-9 per poi chiudere 12-10 e chiudere le ostilità portando alla vittoria la squadra di casa.

Nel riepilogo della classifica...

Nel girone Sud la classifica è di difficile lettura, in teoria è concluso il girone di andata, ma in pratica la Marcozzi ha 2 incontri da recuperare, La Spezia e Stet Mugnano 1. Va comunque complimentata La Spezia che per adesso è prima con 7 punti (4 partite).

Poco più avanti, Ady fornisce l'elenco dei primi 10 atleti con le migliori percentuali di vittorie fino a questo momento. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. ne esprime 1 (Bongini) non essendo il comunque lusinghiero 71,4% di Cremente sufficiente a collocarlo in questo ideale olimpo:

Percentuali:
Per quanto riguarda le prime 10 posizioni il solo Di Marino resta al 100%, in seconda posizione Talocco con il 90%. Al terzo posto segue un terzetto formato da Bongini, Soraci e Pinto 85,7%. In sesta posizione Margarone e Amato 85,7%. Ottavi Massarelli e Rossi 83%. In decima posizione Giuliani con il 77%.

Marcello Cremente

(*) Ringraziamo Ady per questa citazione e per le benevole parole spese in favore del sottoscritto!

2014-11-29: TT Club La Spezia vs TT Cori Latina 

Vi rendiamo conto delle gesta sportive dei nostri atleti, impegnati in data 29/11/2014 nella quinta giornata di campionato che, per la serie maggiore, dovrebbe rappresentare il giro di boa della stagione, dico dovrebbe perché i portabandiera della nostra società devono in realtà ancora recuperare un turno (si giocherà il 20/12 pv contro l'ostico Marcozzi Cagliari, che dovrà poi anche recuperare un secondo incontro).

Andiamo tuttavia con ordine, riportandovi quanto è avvenuto nel "nostro" palazzetto a partire dalle 15, orario in cui erano previsti altri 2 incontri che vedevano impegnati i nostri atleti: per la serie C1 giungeva dal Monferrato l'arcigna compagine del San Salvatore, decisa a vender cara la pelle in un agguerrito scontro-salvezza contro la squadra capitanata da The President Berto. Al medesimo orario si disputava anche il derby Spezia A vs Spezia C per il campionato di D2.

Quest'ultimo incontro non ha avuto a tutti gli effetti storia: la trentennale esperienza della compagine A (ex Don Bosco, in saecula saeculorum), pur priva dell'uomo di punta Biagioni (probabilmente bloccato davanti alla tv a farsi del sangue marcio per un rocambolesco Trapani-Spezia 3-2) ha avuto facilmente la meglio sull'esperienza inferiore al lustro della compagine C; parlo di esperienza anche in considerazione del fatto che l'unico incontro un po' più equilibrato è stato Bonfigli-Giannoni (1-3), nel quale Roberto è riuscito a strappare un set ed a giocarsela per larghi tratti alla pari con l'avversario, incontro che per l'appunto non vedeva una grande differenza in questi termini tra i 2. Per concludere la disamina della D2 non possiamo che accogliere con grande piacere il ritorno sul campo del predetto Claudio Giannoni che, dopo un periodo di stand-by ai box, abbiamo volentierissimo rivisto.

Veniamo dunque alla C1 e qui ci complimentiamo con la nostra seconda formazione nazionale che rimanda al mittente i piemontesi con un perentorio 5-1, frutto delle doppiette di Bertolotti e Magic Maggi e dello straordinario punto conquistato in rimonta (era sotto 2 set a 0) da un galvanizzatissimo Ivan, che consente ai nostri di conquistare 2 punti fondamentali per tirare un po' il fiato ed allontanarsi dalle sabbie mobili della zona retrocessione. Siamo certi che con l'impegno, la grinta e la dedizione che profondono (chi più chi meno, ovviamente) negli allenamenti, riusciranno a togliersi qualche ulteriore soddisfazione, forza ragazzi!

E siamo giunti all'appuntamento clou della pongistica giornata sportiva spezzina: ore 19, si affrontano per il campionato di serie A2 il TT Club La Spezia ed il Tennistavolo Cori Latina, formazione che, forse un po' a sorpresa ed in attesa dei recuperi di Cagliari, si trova, comunque meritatamente, in vetta alla classifica. Ma i nostri sono lì, li seguono a ruota e la domanda che tutti si pongono è: saremo capaci di far sentire ai laziali il fiato sul collo, mettendogli pressione e quindi di regalarci un'altra giornata di storica soddisfazione? La tensione già nel pre-gara è palpabile, tant'è che sulle tribune (come testimonia la foto dal profilo pubblico del presidente) qualcuno è colto da fame nervosa, fortunatamente sedata dai croccanti mezzi forniti dal TT Club.

Per quanto riguarda il racconto della battaglia (perché di battaglia, sportivamente parlando, si è trattato), il narratore non vi darà conto dal punto di vista tecnico, vista la sua abissale ignoranza a riguardo, ma si limiterà ad una sommaria ed emozionale analisi dei match (inframezzata dallo score punto per punto da voi tanto amato).

Il primo incontro vede affrontarsi i due top-ranking delle rispettive formazioni: Andrea Bongini (36) e Marco Talocco (19 d'Italia ed imbattuto in questa stagione di A2).

5^ andata: Bongini Andrea vs Talocco Marco
1:S---+++-+--+-+--++++-+--++--++-++17-151-0
2:R-++-+---+-+--++---7-111-1
3:S++--++-++-+--+-+--++11-92-1
4:R-+-+++++-+----+++-+11-83-1

Il match è teso, spettacolare, emozionante, un punto a punto tecnico-tattico nel quale vuole evidentemente entrare da protagonista anche l'incognita che non ti aspetti: the umpire. Già dai primissimi punti richiama Bongini per presunte battute non fuori dal campo (a noi, peraltro, parevano parecchio più irregolari quelle dell'avversario), giungendo poi ad assegnare punto all'avversario per la stessa motivazione durante un turno con Andrea al servizio. Gli animi si surriscaldano (arbitro ad Andrea: "Stia calmo", Andrea: "Stia calmo lei"), ma il nostro atleta di punta tira fuori classe e determinazione portandosi a casa un primo set dal parziale da cardiopalmo: 17-15. Il match prosegue tutto sul filo del rasoio e della tensione, tensione certamente non stemperata dalle richieste, talvolta sinceramente bizzarre, dell'avversario di interrompere alcuni scambi per let visti solo da lui. Ad ogni modo, alla fine, il nostro numero uno ha la meglio per 3-1 su Talocco e l'incontro tra le due formazioni sembra prendere una buona piega.

Buona piega confermata anche dal secondo incontro che vede Cattoni (55) avere la meglio su Nuvola (146), non senza però patimenti, in quanto, avanti 2 set a 0, il nostro atleta si fa recuperare, peraltro con un preoccupante quarto set terminato 11-1 per l'avversario.

5^ andata: Cattoni Massimo vs Nuvola Pietro
1:S+---++--+++--+--+++-+-++13-111-0
2:R-++-+-+++++++-+11-42-0
3:S--++--+--+--++-++--8-112-1
4:R-----+------1-112-2
5:S+++-++-+++++--+11-43-2

Ma Supermax nel quinto set rimette tutti in riga e con un secco 11-4 ci porta sul 2-0.

In campo ora Edo (150) contro De Tullio (41).

5^ andata: Cremente Edoardo vs De Tullio Marco
1:S-+-----+--+-+-++-6-110-1
2:R--+++---+-+-+---+++-9-110-2
3:S+----+++--++---+-++-9-110-3

L'impressione è che Edo parta un po' troppo timido, non riuscendo praticamente mai ad entrare in partita, tuttavia contro un ottimo avversario e strappando comunque nel secondo e terzo parziale 9 punti a set. 3-0 De Tullio e 2-1 per noi.

Il quarto incontro, Cattoni-Talocco, potremmo prenderlo a paradigma della giornata.

5^ andata: Cattoni Massimo vs Talocco Marco
1:S+--++--+-+--++++---+++12-101-0
2:R--++---+-++-+-++---8-111-1
3:S-++-+---++---++--+++--10-121-2
4:R+---+++----++--+-+++++12-102-2
5:S--++-++-+-+++---++--+---11-132-3

Una lotta strenua, punto per punto, un esito indeciso sino ai vantaggi del quinto set, alti e bassi umorali per i due atleti che ingaggiano un'avvincente battaglia a chi sbaglia meno in cui, aimè, stavolta primeggia il corese contendente per 3-2 (quinto set terminato 13-11, con 4 set su 5 ai vantaggi).

Bongini-De Tullio è incontro sulla carta equilibrato: solamente 5 posizioni nella classifica nazionale dividono i 2 atleti.

5^ andata: Bongini Andrea vs De Tullio Marco
1:S++-++---+--+-++----8-110-1
2:R+-++-++++--+--+-++11-71-1
3:S--+++++---+++---+++11-82-1
4:R++-+++--++++-++11-43-1

Andrea parte male perdendo il primo set, ma poi, sospinto dal calore dei tifosi (ai quali ha avuto anche modo di rivolgersi, mentre lo incitavano tra uno scambio e l'altro a tenere duro, ricordando loro che, testualmente, "So' sempre duro") va a vincere 3-1 con un rassicurante 11-4 finale.

Siamo 3-2 per noi. Edo si scontra con Nuvola per un glorioso punto che regalerebbe ai nostri nientemeno che la testa provvisoria della classifica... Tensione ai massimi livelli sia per noi che per gli avversari. Per noi probabilmente un po' di più, giocando in casa e schierando nell'incontro decisivo l'indigeno golden boy cresciuto nelle sapienti mani del coach Rossi...

5^ andata: Cremente Edaordo vs Nuvola Pietro
1:S---+--+-++++--+---7-110-1
2:R++++++-+----+++-+11-61-1
3:S-+------++++-+-++--8-111-2
4:R++-++--++--++--+++11-72-2
5:S---+-+-++--++-++-++-++12-103-2

Il primo set sembra riconsegnarci un Edo troppo timido per impensierire giocatori ben più esperti ed abituati a partite decisive di lui; qualcuno sugli spalti comincia a pensare che tutto sommato un 3-3 non sarebbe comunque risultato da buttare. Nel secondo set Edo si sveglia: 11- 6 per lui; perde poi il terzo e vince il quarto... Si va quindi, ancora una volta, al quinto e decisivo set. Come detto, io non sono in grado di fare una disamina tecnica dell'incontro, ma quel che è certo è che in questo set Edo ha dimostrato che se vuole è capace di tirare fuori quella cattiveria agonistica e quella concentrazione che solo i campioni possiedono. È riuscito a rimanere calmo anche quando le componenti esterne dalla panchina davano segni di cedimento; sotto per 5-2 al cambio campo, riusciva a riavvicinarsi sino al 5-4. Perdeva quindi un punto e qui, dobbiamo dire mirabilmente, il coach Rossi chiamava un time out che, se non dava risultato immediato (4-7), conduceva poi Edo sul 6-7, costringendo anche gli avversari a bruciarsi il time out per interrompere il filotto del nostro ragazzo. Si arrivava quindi ad un finale punto per punto e sul 10-9 per Edo in tanti, dalla panchina agli spalti, temevano a guardare lo scambio potenzialmente decisivo... e invece 10 pari... ma ancora Edo non mollava niente, nervi saldi e cuore in campo capitalizzava il lavoro sino a quel momento svolto e, lasciandosi andare ad un urlo liberatorio, portava il TT Club La Spezia alla vittoria per 3-2 e ad un assolutamente inatteso ad inizio stagione primo posto in classifica (ok, sappiamo che è provvisorio in attesa di 2 recuperi, ma intanto ce lo teniamo stretto).

Quando stiamo ormai rientrando nelle nostre dimore, ci giunge da una palestra a Genova ancora un risultato finale: l'altra formazione della D2 (con il padre di Edo che non poteva, suo malgrado, seguire il figlio in A2) riusciva a portare a casa un ottimo pareggio. Vedendo gli score di questo incontro, last but not least, non posso che sottolineare la grande prova di Lorenzo "self control" Colli (batte Serra 3-0 e perde solo al quinto contro Gandolfo), il giocatore preferito dallo scrivente per la nostra categoria e nel quale già in tempi non sospetti (2 stagioni fa quando faticava a portare a casa risultati positivi) il sottoscritto ha sempre creduto. Siamo molto felici per lui e siamo certi che potrà piano piano togliersi altre soddisfazioni.

Forza TT Club La Spezia!

Alessandro Agrillo

2014-11-27: Quota 5000 visite uniche 

Ci eravamo dati appuntamento a quota 5000, ed eccoci qua. Ormai sapete tutto sui numerelli che compaiono nella sezione Numero visite. Passiamo quindi senz'altro a riepilogare i nostri cinquemila e passa accessi raggruppandoli per bandierina, così come risultano a tutt'oggi. Nella colonna accessi, tra parentesi, il numero di accessi effettuati all'epoca di quota 3000, per apprezzare l'incremento che c'è stato. Quando tra parentesi compare lo zero "(0)", vuol dire - evidentemente - che la bandierina è una nuova conquista rispetto all'epoca di quota 3000. Se il numero di visite è uguale a quello tra parentesi, per es. n (n), vuol dire che non ci sono più state visite da quella nazione dall'epoca 3000. Ecco il risultato:

StatoAccessi
AF (Afghanistan) 1 (0)
AL (Albania) 29 (17)
DZ (Algeria) 2 (0)
AR (Argentina) 5 (0)
AU (Australia) 3 (0)
AT (Austria) 1 (1)
BD (Bangladesh) 2 (0)
BY (Belarus) 1 (1)
BE (Belgium) 1 (0)
BJ (Benin) 1 (0)
BO (Bolivia) 2 (0)
BA (Bosnia and Herzegovina) 1 (1)
BR (Brazil) 148 (8)
BN (Brunei) 1 (0)
BG (Bulgaria) 1 (1)
CA (Canada) 21 (4)
CL (Chile) 3 (0)
CN (China) 97 (37)
CO (Colombia) 4 (0)
HR (Croatia) 3 (3)
CZ (Czech Republic) 1 (1)
DO (Dominican Republic) 1 (0)
EC (Ecuador) 2 (0)
EG (Egypt) 2 (1)
SV (El Salvador) 1 (0)
EE (Estonia) 2 (1)
FR (France) 89 (16)
GE (Georgia) 1 (0)
DE (Germany) 158 (97)
GR (Greece) 3 (1)
HN (Honduras) 1 (0)
HU (Hungary) 1 (0)
IS (Iceland) 6 (6)
IN (India) 5 (0)
ID (Indonesia) 5 (0)
IE (Ireland) 9 (6)
IT (Italy) 2792 (1907)
CI (Ivory Coast) 4 (4)
JP (Japan) 6 (4)
KZ (Kazakhstan) 2 (1)
LV (Latvia) 1 (1)
LT (Lithuania) 2 (1)
LU (Luxembourg) 2 (2)
MY (Malaysia) 6 (2)
MX (Mexico) 10 (1)
MA (Morocco) 2 (1)
MZ (Mozambique) 1 (0)
NL (Netherlands) 180 (103)
NC (New Caledonia) 1 (0)
NO (Norway) 4 (1)
PK (Pakistan) 3 (0)
PE (Peru) 6 (0)
PH (Philippines) 5 (0)
PL (Poland) 6 (3)
PT (Portugal) 6 (0)
TW (Repubblica di Cina) 3 (1)
RO (Romania) 13 (8)
RU (Russia) 43 (20)
SA (Saudi Arabia) 1 (0)
SK (Slovakia) 1 (0)
ZA (South Africa) 3 (0)
KR (South Korea) 4 (3)
ES (Spain) 4 (1)
SE (Sweden) 16 (4)
CH (Switzerland) 10 (2)
TH (Thailand) 2 (1)
TR (Turkey) 3 (3)
UA (Ukraine) 29 (10)
AE (United Arab Emirates) 2 (0)
GB (United Kingdom) 31 (12)
US (United States) 1209 (721)
UY (Uruguay) 1 (0)
VE (Venezuela) 1 (0)
VN (Vietnam) 1 (0)

Il totale è 5002 accessi effettuati da ben 74 nazioni diverse!

Come ultima curiosità statistica aggiungiamo che, essendo nato il nostro sito il 16/05/2013, abbiamo raggiunto le nostre quote significative con questa progressione:

  • 1000 accessi: 04/11/2013 ossia 172 gg per i primi 1000
  • 2000 accessi: 17/02/2014 ossia 105 gg per altri 1000 accessi
  • 3000 accessi: 31/05/2014 ossia 103 gg per altri 1000 accessi
  • 5000 accessi: 27/11/2014 ossia 180 gg per altri 2000 accessi

A quando il prossimo appuntamento? Beh, diciamo ... quota 7500!

Marcello Cremente

2014-11-25: Gorodetsky commenta la A2 

Siamo alla quarta giornata del campionato di A2 e sul sito della federazione è possibile leggere l'articolo sull'andamento dei vari match, a firma di Ady Gorodetsky. Un appuntamento ormai fisso.

Di seguito l'estratto delle parti che ci interessano:

[...] Club Messina 99 2 – 4 La Spezia: Un ottimo Cremente spegne i sogni del Messina di poter ottenere il primo punto in questo campionato. Primi due punti per La Spezia con Bongini, netto 3-0 su Arcigli, e Cremente con altrettanto netto 3-0 su Dario Sabatino. Partita che sembra incamminarsi sul 4-0 ma in maniera imprevista il maltese Gambina con una vittoria al quinto set su Cattoni accorcia le distanze. Bongini le ristabilisce con altro 3-0 su Sabatino. Nel quinto incontro un buon Arcigli supera 3-1 Cattoni in evidente giornata no. Nel sesto e decisivo incontro, solo nel primo set Gambina rende la vita difficile a Cremente che chiude 3-0 e porta la vittoria in terra di Liguria.

Poco più avanti, Ady fornisce l'elenco dei primi 10 atleti con le migliori percentuali di vittorie fino a questo momento. Il T.T. Club La Spezia A.S.D. ne esprime ben 2:

Percentuali:
Queste le prime 10 posizioni: Talocco e Di Marino 100%, Soraci 87,5, Margarone e Amato 85,7, Pinto Bongini e Rossi 83,3, Massarelli e Cremente 80.

Marcello Cremente

2014-11-22: Le "Nazionali" del TTClubSP vincono 

Giocando sull'ambiguità del termine "Nazionali" il titolo intende celebrare il fatto che le due squadre del T.T. Club La Spezia A.S.D. che partecipano nei rispettivi campionati nazionali di A2/B e C1/G hanno vinto entrambe incamerando due preziosissimi punti per l'obiettivo stagionale della salvezza. Particolarmente importante la vittoria della compagine della C1 per diversi aspetti: primo perché, dopo tre giornate, con un'altra da recuperare, raccoglie i primi punti utili a smuovere una classifica che ci vede ancora pericolosamente nella zona retrocessione; secondo perché abbiamo battuto la squadra ASD L. RUM COMPAGNIA UNICA B con la quale eravamo appaiati in classifica a zero punti, vincendo quindi uno scontro diretto; terzo perché vediamo il nostro presidente Michele Bertolotti tornare a fare 3 ed a dare quindi sicurezza ai suoi compagni di squadra; quarto perché finalmente anche il nostro giovane Ivan Apeddu riesce a sbloccarsi e a dare il suo personale contributo alla vittoria finale conquistando uno dei cinque punti necessari; infine, dato che anche Michele Maggi ha conquistato un importante punto, viene evidenziata l'importanza del lavoro di squadra. L'incontro si è giocato sabato con inizio alle ore 19:00 quando ormai i nostri ragazzi conoscevano il lusinghiero risultato dell'altra "nazionale" del TT Club impegnata in terra siciliana.

E veniamo all'incontro della "nazionale maggiore". Partenza in aereo alle 6:30; arrivo a Palermo alle ore 08:00 circa; tra noleggio auto, viaggio Palermo-Messina, fermata per il pranzo, arrivo in palestra alle 14:00 circa. Si scopre che l'incontro della serie A2 non è l'unico in programma nella palestra del A.P.D. CLUB 99 MESSINA; si gioca in contemporanea con tutte le squadre minori (si fa per dire: C1, B2 e B1) della società che ci ospita. In totale 4 partite in una palestra con tanti tavoli montati da sembrare in assetto da torneo.

Sugli spalti (?) della palestra un inviato speciale (lo zio Renato, che ringraziamo sia per l'incoraggiamento alla squadra, sia per il servizio offerto) informava il sottoscritto via WhatsApp sull'andamento delle partite, inizialmente con messaggi un po' diradati nel tempo poi in live con messaggi punto-a-punto.

Questa la sequenza degli incontri:

  1. Bongini Andrea (36) - Arcigli Marcello (161)
  2. Cremente Edoardo (150) - Sabatino Dario (107)
  3. Cattoni Massimo (55) - Gambina Andrew (395)
  4. Bongini Andrea (36) - Sabatino Dario (107)
  5. Cattoni Massimo (55) - Arcigli Marcello (161)
  6. Cremente Edoardo (150) - Gambina Andrew (395)

La prima partita è tra Bongini Andrea e Arcigli Marcello. Sulla carta non dovrebbero esserci problemi, tuttavia il nostro numero 1 ci deve sciogliere le riserve sul suo recupero dalla lombalgia che lo aveva colpito a inizio mese. Mettiamoci in poltrona e riviviamo l'andamento delle partite così come l'abbiamo vissuto in diretta. Un chiarimento sulla notazione: "[...]" significa che il punteggio che manca non ci è pervenuto; "..." significa che i punti che mancano sono volontariamente omessi perché fatti tutti dallo stesso giocatore.

    Set 1: [...]
  • 6-5
  • [...]
  • 11-11
  • [...]
  • 12-12
  • [...]
  • 14-12
    Set 2: [...]
  • 4-4
  • ...
  • 8-4
  • ...
  • 8-8
  • ...
  • 11-8
    Set 2: [...]
  • 3-1
  • ,
  • 4-1
  • ,
  • 4-2
  • ...
  • 10-2
  • ,
  • 10-3
  • ,
  • 11-3

Bongini conferma la sua superiorità di ranking e vince questo incontro portando in vantaggio la nostra squadra. Interessante la sequenza di 6 positivi (dal 4-2 al 10-2 del terzo set).

Si disputa quindi il secondo incontro tra Cremente Edoardo e Sabatino Dario. Il pronostico direbbe: Sabatino, ma la differenza nel ranking tra il nostro numero 3 e il loro numero 1 non è poi abissale e possiamo aspettarci una partita aperta a ogni risultato.

4^ andata: Cremente Edoardo vs Sabatino Dario
1:R+++-+-+++++--+-+11-51-0
2:S+-++++++-+-++--+11-52-0
3:R+--++--++---++++++11-73-0

Importantissima vittoria di Edoardo che, ci riferiscono, ha giocato concentrato e con determinazione. Con questa vittoria inattesa regala inoltre il secondo punto alla sua squadra e tanta gioia a nonna Maria che lo segue trepidante dagli spalti.

È la volta adesso di Cattoni Massimo contro lo straniero avversario Gambina Andrew. Massimo, come vedremo, non è in forma: le tante ore di guida (da La Spezia a Pisa, in piena notte, e poi da Palermo a Messina) certamente non lo mettono nelle condizioni migliori per affrontare la partita. Ci si aspetterebbe che vincesse d'imperio contro questo avversario che gli sta quasi 350 posizioni indietro nel ranking nazionale, ma le cose non vanno nel verso sperato.

    Set 1: [...]
  • 2-3
  • ,
  • 2-4
  • ...
  • 6-4
  • ...
  • 6-6
  • ...
  • 10-6
  • ...
  • 10-11
  • ,
  • 11-11
  • ...
  • 11-13
    Set 2: ...
  • 0-4
  • ,
  • 1-4
  • ...
  • 1-6
  • ...
  • 4-6
  • ,
  • 4-7
  • ,
  • 5-7
  • ,
  • 5-8
  • ,
  • 6-8
  • ,
  • 6-9
  • ...
  • 8-9
  • ...
  • 8-11
    Set 3: [...]
  • 1-1
  • ,
  • 1-2
  • ...
  • 3-2
  • ,
  • 3-3
  • ...
  • 5-3
  • ...
  • 5-5
  • ...
  • 8-5
  • ...
  • 8-7
  • ,
  • 9-7
  • ,
  • 9-8
  • ...
  • 11-8
    Set 4: ...
  • 3-0
  • ,
  • 3-1
  • ...
  • 9-1
  • ,
  • 9-2
  • ...
  • 11-2
    Set 5: ...
  • 0-3
  • ...
  • 2-3
  • ,
  • 2-4
  • ,
  • 3-4
  • ,
  • 3-5
  • ...
  • 5-5
  • ,
  • 5-6
  • ,
  • 6-6
  • ...
  • 7-9
  • ...
  • 7-11

Massimo incappa in una sconfitta inattesa che lascia un po' di amaro in bocca perché dopo lo 0-2 iniziale sembrava essere riuscito a ritrovare il bandolo della partita, riequilibrando il computo dei set e disputando un quarto set che, dal punteggio (11-2) faceva ben sperare per l'esito finale. Peccato!

Si va al quarto incontro tra Bongini Andrea e Sabatino Dario. Bongini non manca l'appuntamento e conferma la sua supremazia sull'avversario imponendo un netto 3-0 e garantendo, al contempo, il pareggio assicurato:

4^ Andata: Bongini Andrea vs Sabatino Dario
1:S++++-+-++++-++11-31-0
2:R-+++-++--++++-++11-52-0
3:S+-++-++++-+++++12-33-0

Tocca di nuovo al nostro numero 2 Massimo Cattoni affrontare Arcigli Marcello nel quinto incontro della giornata. Massimo conferma la sua condizione "no" e cede anche questo incontro per la seconda sconfitta inattesa della giornata.

4^ Andata: Cattoni Massimo vs Arcigli Marcello
1:S++--+---+-+-+-+---7-110-1
2:R-+--++-+++-+---+---8-110-2
3:S++-+++++-+-+++11-31-2
4:R+-++--+++-+--+-+--+-+--+-+-+--14-161-3

Si può anche in questo caso recriminare perché dopo il travolgente terzo set (11-3), nel quarto set Massimo spreca due set point (10-9 e 11-10) e alla fine, dopo essere stato in vantaggio per tutto il set, cede set e match al suo avversario.

Tocca ancora a Cremente Edoardo affrontare Gambina Andrew nell'ultimo match della giornata. La situazione ricorda un po' quella già vissuta in casa contro il Mugnano Napoli: Edoardo, con il pareggio assicurato, gioca ancora una volta per regalare la vittoria alla sua squadra. Non ha il calore del pubblico amico a sostenerlo, ma sa che negli spalti lo osserva la sua speciale clack che lo ha raggiunto per l'occasione da Siracusa per incontrarlo e sostenerlo: nonna Maria, zio Renato, zia Assunta col figlio Fabio.

4^ Andata: Cremente Edoardo vs Gambina Andrew
1:S+-+-+--++--+-+++-+-+11-91-0
2:R--+++-++++-++++11-42-0
3:S+---+-++-+-++++++11-63-0

Questa volta l'impresa riesce: Edoardo vince e regala i due importantissimi punti al T.T. Club La Spezia A.S.D. che, dopo la quarta giornata, si ritrova seconda in classifica (assieme alla "ASD Marcozzi A2" con la quale deve per altro recuperare la partita della terza giornata rinviata a causa dell'allerta meteo) con 5 punti ed ad un solo punto dalle due capolista ("Tennistavolo Cori Latina" e "A.S.D. C.N. Mugnano Stet B"). Fanalino di coda a 0 punti "A.S.D. T.T. Città di Sessa Aurunca" e "A.P.D. Club 99 Messina".

Marcello Cremente

P.S.: Abbiamo citato tutti i protagonisti di questa avventura messinese: i nostri atleti, la clack siracusana, gli atleti della squadra avversaria... ci siamo dimenticati di qualcuno? Beh sì! Insiame alla squadra, come sempre, c'era anche coach Michele Rossi, il cui sostegno tecnico non sarà di certo mancato ma che non si intravedeva attraverso i messaggi di WhatsApp. Di una cosa però abbiamo avuto esperienza diretta... era visibilmente felice quando l'abbiamo incontrato al ritorno a La Spezia, e un sorriso (quasi una risata) a trentadue denti ne era la vivida evidenza. Pensiamo che la sua più grande soddisfazione sia quella di veder ripagato il suo lavoro con i risultati come questi. Grazie coach!

2014-11-01: 1^ Tn. Naz. NERO 

Mentre a La Spezia, nella nostra palestra, si svolgeva il primo Torneo Nazionale Predeterminato VERDE, di cui speriamo di poter dare un resoconto prossimamente, due dei nostri atleti, Cremente Edoardo e Bongini Andrea, erano impegnati in trasferta a Terni dove si svolgeva il Torneo Nazionale Predeterminato NERO al quale i due potevano partecipare in virtù del proprio ranking nazionale. A Terni erano in programma, tra quelle di nostro interesse, la gara TOP 121/452 (alla quale era iscritto Cremente Edaordo, 181 del ranking nazionale) e la gara TOP 13/120 (alla quale erano iscritti Bongini Andrea, 36 del ranking nazionale e Cremente Edoardo che aveva ottenuto la wildcard dal settore agonistico della FITeT).

La giornata inizia subito male, perché il nostro Andrea Bongini è costretto a rinunciare a causa di una lombalgia che lo ha colpito in mattinata proprio mentre si preparava fisicamente alla gara. Peccato! Facciamo un "in bocca al lupo" ad Andrea nella speranza che possa recuperare al più presto la forma fisica.

Cremente si ritrova quindi, suo malgrado, a dover rappresentare da solo il T.T. Club La Spezia, in questa occasione. La giornata non è stata esaltante e l'andamento delle varie gare, che ora esporremo nel solito dettaglio "punto a punto", oltre a dimostrarlo, evidenziano una preoccupante mancanza di continuità di rendimento all'interno, addirittura, dello stesso set.

Girone n. 23

  • Incardona Paolo (9507)
  • Cremente Edoardo (9457)
  • Alunni Gianluca (8340)
  • Citera Alberto (8292)

Vediamo l'andamento delle partite del girone, annotando che Incardona, la testa di serie numero 1 del girone, dopo il primo incontro con Alunni, perso per 3-0, abbandona la gara presumibilmente per un dolore alla spalla.

GQ: Cremente Edoardo vs Citera Alberto
1:S+-+-++++-+--++-+---+11-91-0
2:R-+-+-+----+++----6-111-1
3:S-++++--+-+++++-+11-52-1
4:R-+----+-+--+---4-112-2
5:S----+---+++-+--+-6-112-3

Dopo questa Sconfitta Inattesa, giustificabile forse col fatto che Edoardo si è presentato al tavolo senza praticamente aver fatto riscaldamento, si disputa l'altra partita tra Alunni e Citera. Alunni si impone, come da pronostico, vincendo per 3-0. L'ultimo incontro è tra Cremente e Alunni:

GQ: Cremente Edoardo vs Alunni Gianluca
1:R+-----++++--+-++-+++11-91-0
2:S-+++-+-+++-++++11-42-0
3:R+++-+-+-+--++----+-+++12-103-0

Con questa vittoria, e grazie al bilancio positivo tra set vinti e set persi, Edaordo passa il girone come primo. Il tabellone a eliminazione diretta lo vede opposto, nella fase dei 32-esimi di finale, a Cacciapuoti Domenico (8479); questo l'andamento della gara:

32-esimi: Cremente Edoardo vs Cacciapuoti Domenico
1:S+---++--++-++++--++11-81-0
2:R+---++++---+---+-++-9-111-1
3:S------+++++++-+--++-+-+--+-++-++17-152-1
4:R+++++-++++++11-13-1

Il terzo set è senz'altro quello decisivo: Edoardo, sul 9-9, conquista senza saperli sfruttare 3 set point di fila, poi ne deve annullare due al suo avversario, se ne fa annullare ancora uno sul 15-14 per poi vincere finalmente per 17-15. L'ultimo set non è nemmeno da prendere in considerazione perché il suo avversario era deluso e innervosito per aver perso il set precedente. Nei 16-esimi di finale Edaordo incontra Celli Danilo (9799) 144 del ranking nazionale. Ecco la loro partita:

16-esimi: Cremente Edoardo vs Celli Danilo
1:R--+---+++-+-+++--+-+--10-120-1
2:S+-++++--++-----++++11-81-1
3:R--+------+--++++++++-+-+-+--13-151-2
4:S+----+---++---++++++--10-121-3

Al di là dell'amarezza per l'esclusione, sono preoccupanti, come si diceva all'inizio, le lunghe sequenze di punti persi che denotano un temporaneo calo di rendimento. Lo scotto da pagare è una stressante rincorsa al recupero se va bene, ma se va male, come negli ultimi due set della partita con Celli, la sconfitta è inevitabile.

La gara viene vinta da Bamiduro Ademola su Corazza Andrea, terzi classificati Vigini Michele e Marzano Tommaso.

L'altra gara, il TOP 13/120, in programma per le 15:30, inizia con più di mezz'ora di ritardo. Cremente è inserito nel girone della testa di serie numero 4 del torneo (Adeyemo Fatai), girone che si rivela ostico ma non senza chance:

Girone n. 4

  • Adeyemo Fatai (13285)
  • Rossi Carlo (10727)
  • Cerza Matteo (10382)
  • Cremente Edoardo (9457)

Cerza (classe 1999) è l'unico col quale Edoardo si è già scontrato diverse volte (sin dal 2007 nella categoria giovanissimi) e il confronto "testa a testa" ci dice che Matteo si è aggiudicato i primi tre incontri mentre Edoardo si è aggiudicato gli ultimi due in ordine di tempo. Con Rossi Carlo (classe 2001) non esistono precedenti e la partita potrebbe essere interessante sotto diversi punti di vista, non ultimo il fatto che nel prossimo turno del campionato di A2 la squadra del giovane gioiellino della Nazionale sarà nostra ospite e lo scontro tra i due potrebbe riproporsi. Adeyemo Fatai (numero 17 del ranking nazionale sembra l'unico assolutamente fuori portata. Edoardo esce battuto da tutti e tre gli scontri, ma l'andamento delle partite danno certamente qualche spunto di riflessione.

GQ: Cremente Edoardo vs Rossi Carlo
1:R-++++-++-+-++-----+---10-120-1
2:S++++++--++---+------9-110-2
3:R--++-+-+-------4-110-3

La partita con Carletto Rossi è emblematica: Edoardo si ritrova nel primo set in vantaggio per 9-4 e nel secondo set in vantaggio per 8-2 ed è riuscito a perderli entrambi, senza parlare del parziale di 7-0 nel finale del terzo set: imbarazzante!

GQ: Cremente Edoardo vs Cerza Matteo
1:S-+-+++--+++----+---8-110-1
2:R+++++-+--+-----+-+-++-++13-111-1
3:S+-++--+-++-+-++-+-----10-121-2
4:R-+-+++--++----+---7-111-3
GQ: Cremente Edoardo vs Adeyemo Fatai
1:S+---+--+++---+---6-110-1
2:R-+-++----+-----4-110-2
3:S+-++-+-+----+++-+---9-110-3

Da segnalare che Adeyemo Fatai aveva battuto Cerza nel primo incontro mentre Rossi, dopo aver vinto con Edoardo ha battuto anche Adeyemo per 3-1. Nell'ultima partita Cerza batte 3-0, con una vittoria inattesa, Rossi il quale, per differenza set, si trova terzo del girone e non passa quindi il turno.

La gara viene vinta da Manna Romualdo su Margarone Alberto, terzi classificati Conciauro Rocco e Massarelli Maurizio.

Marcello Cremente

2014-11-01: Torneo Nazionale VERDE 

Il prossimo 1 e 2 novembre il T.T. Club La Spezia A.S.D. organizza il Torneo Nazionale Predeterminato VERDE per la zona nord (gli altri ad Ariano Irpino (AV) e a Vibo Valentia (VV)).

È possibile visionare i Dati sintetici del torneo per i dettagli.

Sarà possibile seguire i risultati LIVE sul sito della federazione nazionale al questo indirizzo.

Marcello Cremente

2014-10-21: Gorodetsky commenta la A2 

Anche per la seconda giornata del campionato di A2 sul sito della federazione è possibile leggere l'articolo sull'andamento dei vati match, sempre a firma di Ady Gorodetsky.

Di seguito l'estratto delle parti che ci interessano:

[...] Seconda giornata di A2 caratterizzata soprattutto dalle ottime performance dei nostri giovani a dispetto, spesso, di più quotati ed esperti atleti. Bene i nazionali e non solo, basti pensare che in questa seconda giornata sono andati a punti: Pinto, Frigiolini, Piccolin, Bressan, Amato, Rossi, tra i nazionali ma anche Izzo e Cremente. [...]

Poco oltre:

[...] La Spezia 3-3 Stet Mugnano: Partita rocambolesca, con diversi risultati inattesi che ne hanno condizionato l'esito. Ben 4, dei 6 incontri, sono finiti al quinto set. Gli spezzini sono favoriti da virtuali bookmakers, ma si parte subito con un botto imprevisto, la vittoria 3-1 di Amato su Bongini. Riporta in parità il punteggio Cattoni, ma non senza dover faticare, contro il buon Izzo di questo inizio campionato, vincendo al quinto set. Altro risultato imprevisto è quello che vede Cremente, finalmente tornato protagonista, dopo uno sfortunato periodo che lo ha tenuto lontano dal tavolo per problemi di salute, vincere 3-2 sul più quotato Galdieri e portare avanti la propria squadra 2-1. Amato si sa, non è giocatore che si tira indietro, e comincia un'altra battaglia con l'esperto Cattoni. Lo spezzino sembra poter aver la meglio quando è avanti 2-1 7-5. Ma in pochi minuti succede l'imprevedibile, dapprima Amato (anch'egli imbattuto) ottiene 6 punti consecutivi portando il match al quinto set. Alla ripresa però, un infortunio al polpaccio, costringe Cattoni al ritiro e pertanto l'incontro torna in parità 2-2. Bongini ha la meglio su Galdieri 3-0 con ultimi set conclusi col minimo scarto, e si va così con la squadra di casa in vantaggio 3-2 all'ultima sfida. Di fronte i 2 junior Cremente e Izzo, che in coppia vinsero il titolo italiano di doppio IV agli Italiani di Riva. I 2 si equivalgono anche nei punti vinti e persi dei primi 4 set, minimo scarto nei primi 2, 11-4 nel terzo e quarto. Al quinto è il giocatore del Mugnano però a condurre e portare la sua squadra ad un insperato pareggio. [...]

Marcello Cremente

2014-10-18: A2/B. TTClubSP vs Mugnano STET 'B' 

Lo scorso 18 ottobre, il T.T. CLub La Spezia A.S.D. ha ospitato in casa la squadra del A.S.D. C.N. Mugnano STET "B" per la gara della seconda giornata del campionato di A2/B. Il risultato della partita, 3-3, ci assicura un altro importantissimo punticino in vista dell'obiettivo stagionale della salvezza e della permanenza in A2. Pur essendo una giornata positiva, possiamo permetterci di lamentare un certo rammarico per come ci è sfuggito la posta completa.

Analizziamo nel dettaglio la gara. Questa la presentazione delle squadre:

  1. Bongini Andrea (n. 36) - Amato Antonino (n. 78);
  2. Cattoni Massimo (n. 54) - Izzo Michele (n. 163));
  3. Cremente Edoardo (n. 181) - Galdieri Mattia (n. 50);

La prima gara vede di fronte il nostro Bongini Andrea (n. 36) contro Amato Antonino (n. 78). La partita non è facile perché, sebbene Bongini sia sulla carta favorito, il quindicenne picciotto (ormai diventato scugnizzo), Antonino Amato, è uno dei ragazzi più promettenti nel panorama pongistico italiano facente già parte, in pianta stabile, della nazionale giovanile. Basterà l'esperienza del nostro Andrea a domare l'esuberante voglia di affermazione del giovane Amato? Avremmo potuto voler dire di sì ma purtroppo il risultato in campo non è quello auspicato. Amato si porta avanti vincendo il primo set per 11-7; Bongini pareggia il conto vincendo il secondo set per 11-9; con lo stesso punteggio di 11-9 Amato fa suo il terzo set e infine si aggiudica il quarto e decisivo set per 11-7. Con questa vittoria Amato sovverte il risultato atteso e porta in vantaggio il Mugnano. La gara inizia in salita per il T.T. Club La Spezia.

La seconda gara vede Massimo Cattoni (n. 54) affrontare Izzo Michele (n. 163). Quella che sulla carta dovrebbe essere una sorta di passeggiata per Cattoni risulta essere una gara piene di insidie. L'agguerrito Izzo si porta in vantaggio vincendo il primo set per 11-8. Cattoni sa che non può permettersi passi falsi e si aggiudica il secondo set per 11-4 quasi a voler puntualizzare quali siano i reali valori in campo. Ma Izzo non ci sta! Si riporta infatti in vantaggio imponendosi con un netto 11-6 sul nostro Massimo: 2-1 in suo favore. A questo punto Cattoni decide di fare sul serio e ristabilisce le giuste distanze assestando un uno-due micidiale al suo avversario: 11-4 il quarto set e 11-3 l'ultimo e definitivo set che ristabilisce anche la parità tra le due squadre.

La terza gara vede di fronte Cremente Edoardo (n. 181) e Mattia Galdieri (n. 50). Anche questa sulla carta dovrebbe essere una formalità. Ma questa non è stata per niente la partita delle formalità e l'1-1 maturato fino a questo momento lo dimostra in pieno. Inoltre i due giocatori si erano già incontrati nello scorso campionato e Galdieri aveva vinto, sì, ma con un sofferto 3-2 con un quinto set molto tirato. Ad ogni modo il primo set se lo aggiudica proprio Galdieri per 11-7; con lo stesso punteggio Cremente ristabilisce la parità dei set vincendo il secondo; si porta poi in vantaggio vincendo il terzo set per 11-8; ma Galdieri non vuole vanificare l'impresa del suo compagno di squadra Amato e si riporta quindi in parità vincendo il quarto set per 11-6. Sul 2-2 è Cremente che esulta imponendo un netto 11-6 all'avversario e pareggiando il conto dei risultati inattesi della giornata.

Arriviamo alla giro di boa della gara col risultato di 2-1 in nostro favore, come da pronostico ma maturato attraverso due risultati inattesi (quello di Amato e quello di Cremente): guardando il ranking possiamo però dire che il risultato più inatteso è senz'altro quello di Edoardo che supera un avversario di oltre 130 posizioni più avanti.

La quarta gara vede opposti Cattoni Massimo (n. 54) contro Amato Antonino (n. 78). L'incontro si sviluppa su binari ordinari per la prima parte: Amato si porta in vantaggio aggiudicandosi il primo set per 11-8. Cattoni si impone nei successivi due set (11-7, 11-8) portandosi in vantaggio per 2-1. Nel quarto set sul punteggio di 7-6 in suo favore Cattoni si infortuna: uno stiramento al polpaccio destro che lo lascia vistosamente dolorante. Fino a quel momento Massimo aveva dato la netta sensazione di poter controllare il giovane avversario e di riuscire a portare in porto la vittoria. L'infortunio lo costringe invece alla fine del set, che perde per 7-11, al ritiro. Dà quindi sportivamente la mano al suo avversario e all'arbitro e ritorna claudicante in panchina. È a questo episodio che ci riferivamo a inizio articolo allorché lamentavamo un certo rammarico per l'andamento dell'incontro. Tuttavia, al di là delle recriminazioni, ci auguriamo che Massimo possa recuperare al più presto la condizione fisica e soprattutto che non abbia a soffrire fastidiosi strascichi muscolari.

La gara comunque continua con il nostro Bongini Andrea (n. 36) che incontra nella quinta partita Galdieri Mattia (n. 50). Forse per la sconforto di aver perso la prima partita, forse perché Galdieri non ha le stesse motivazioni del giovane Amato, fatto sta che Bongini ha vinto questa partita in modo più semplice di quanto ci si potesse aspettare (visto il ranking dell'avversario). Senza eccessivamente battagliare Bongini si impone con il punteggio di 11-3, 11-9 e il definitivo 12-10, infliggendo un 3-0 all'avversario che appare decisamente deluso della propria prestazione odierna.

Sul punteggio di 3-2 in nostro favore, e quindi con un punto già saldamente incamerato, assistiamo al finale di gara tra Cremente Edoardo e Izzo Michele. In palio c'è la vittoria per Cremente o il pareggio per Izzo. Per il vincitore, la gratidudine della propria squadra. I due atleti, coetanei, si conoscono sin da piccoli. Insieme si sono laureati Campioni Italiani 2012-2013 di Doppio Maschile 4ª Categoria. Il testa a testa tra i due, lo scorso anno, è stato di un sostanziale pareggio: 3-0 per Cremente il 16/03/2013 nel TOP8 del Singolo Maschile Allievi; 3-0 per Izzo il 25/04/2013 negli Ottavi di Finale del Singolo Maschile Allievi. Michelino ha il vantaggio psicologico di aver vinto l'ultimo scontro.

Per la sesta ed ultima partita si incontrano quindi Cremente Edoardo (n. 181) e Izzo Michele (n. 163). Nonostante il ranking veda favorito Izzo, la battaglia inizia con Cremente che vince il primo set per 11-9. Izzo deve arrivare fino ai vantaggi per aggiudicarsi il secondo set (12-10) e pareggiare. Dopo i primi due set, entrambi finiti col minimo scarto, a riprova di una partita giocata con intensità e concentrazione, le stranezze di questo sport: Cremente perde lucidità e Izzo vince il terzo set per 11-4 dopodiché Izzo perde lucidità e Cremente vince il quarto set per 11-4. Sembrerebbe che la consapevolezza dell'importanza della partita giochi qualche brutto scherzo a entrambi gli atleti. Sul 2-2, nell'ultimissimo set della giornata, si torna a giocare con maggiore equilibrio, ma alla fine Izzo prevale per 11-8, regalando il punto del pareggio anche alla sua squadra.

Dopo la seconda giornata di campionato questa la classifica: 4 squadre in testa a 3 punti... e ci siamo anche noi!

Marcello Cremente

2014-10-15: Gorodetsky commenta la A2 

Sul sito della federazione è possibile leggere l'articolo sulla prima giornata di campionato dei due gironi di serie A2 a firma di Ady Gorodetsky.

Di seguito l'estratto relativo alla nostra partita:

[...] Netto e inaspettato 0 4 per il Sessa Aurunca di Mister Sanvitale in casa contro il La Spezia. Partita che si annunciava piu combattuta sulla carta. Bongini in quattro set supera Sanvitale che per i primi 3 set era in partita. Piu’ netta la vittoria di Cattoni su Vellucci sempre in quattro set. Sul 2 0 per il La Spezia, ottima prova al rientro in campionato dopo quasi otto mesi di assenza, di Cremente che batte in cinque combattuti set il più esperto Alessandro Gammone per lo 0 4 finale. [...]

C'è solo da annotare che il punto di Cremente era quello dello 0-3 e non quello dello 0-4, come riportato nell'articolo, nel quale, per altro, non si dà conto dell'ultima partita di Bongini con Vellucci finita 3-0 per Bongini e che concludeva l'incontro per lo 0 4 finale.

Marcello Cremente

2014-10-11: A2/B. TTClubSP vs TT SESSA AURUNCA 

È ufficialmente iniziata la stagione agonistica 2014/2015 e purtroppo non è la festa di sport che ognuno di noi si aspettava di vivere. I gravi eventi alluvionali che hanno colpito la nostra regione, e soprattutto la provincia di Genova (nel momento in cui scriviamo c'è ancora attiva una allerta meteo 2), hanno costretto il comitato regionale a rinviare tutti gli incontri dei campionati regionali di C2, D1 gir. B, D2 gir. C, D2 gir. D, praticamente tutti i campionati in cui militano le nostre squadre; la prima giornata verrà recuperata sabato 18 e domenica 19 ottobre, mentre la seconda giornata dovrà essere recuperata entro il venerdi 7 novembre.

La nostra prima squadra, invece, ha regolarmente disputato il suo incontro della prima giornata del campionato di A2 gir. B. Dopo una lunga trasferta in auto fino a Sessa Aurunca (CE), il T.T. CLub La Spezia A.S.D. ha affrontato la squadra locale (A.S.D. T.T. Città di Sessa Aurunca) portando a casa una vittoria importantissima per il raggiungimento dell'obiettivo stagionale che è, anche per quest'anno, la permanenza nel campionato di A2. Il risultato della partita, 4-0, non rende merito agli avversari che, seppur soccombenti, hanno giocato con grinta e determinazione. La nostra compagine, che alla vigilia della partita si sarebbe forse accontentata di un pareggio che sarebbe stato un risultato altrettanto importante, torna invece a casa col bottino pieno.

Ma andiamo per gradi. Annotiamo innanzitutto il ritorno in prima squadra di Edoardo Cremente, che smette finalmente di assistere e sostenere i suoi compagni solo da bordo campo, dando invece anche il suo personale contributo alla vittoria finale: suo infatti il punto del 3-0. Decisamente un buon rientro!

Un'altra nota positiva ed apprezzatissima, della quale dobbiamo un ringraziamento al presidente della società ospitante Giuseppe Sanvitale, è stata quella di poter seguire la partita in diretta streaming nel sito della società ospitante. Abbiamo comunicato link ai nostri "tifosi" di La Spezia i quali hanno così potuto seguire "comodamente da casa nel proprio divano" l'andamento della partita. Abbiamo così ricevuto, praticamente in diretta, gli incitamenti da girare ai nostri atleti :-).

Per chi invece non fosse riuscito a seguire la diretta streaming, è stato offerto un servizio tramite SMS, di cui riportiamo il contenuto con relative risposte:

Prima partita: Bongini - Sanvitale

E vai!!

6-11. 0-1.

11-9. 1-1.

E andiamo!

6-10, 10-10, 18-16. 2-1.

Bene!

11-4. 3-1. Vince Bongini.

Seconda partita: Cattoni - Vellucci

Complimenti al bongio!!!

11-6. 1-0.

8-11. 1-1.

Dai catto!!!

11-3. 2-1.

11-7. 3-1. Vince Cattoni.

Terza partita: Cremente - Gammone

10-12. 0-1.

Forza Edo!!!!!!!

12-10. 1-1.

Yes!!!!!!!

11-9. 2-1.

Grande Edo

6-11. 2-2.

Dai che è buona!!!!

11-9. 3-2. ale, ale. Vince Cremente.

Grandi!!!! Il punto c'è!!!!

Quarta partita: Bongini - Vellucci

11-8. 1-0.

11-7. 2-0.

11-6. 3-0. Vince Bongini. Vince T.T. Club La Spezia A.S.D.

Grazie dei mess e gira i miei complimenti a tutti. Ciao.

A proposito,... Voglio augurare ad uno dei nostri più cari tifosi nonché atleta di punta, un enorme augurio di pronta guarigione. Guarisci presto Sergio!

Annotiamo ancora che ha fatto il suo ingresso in questo campionato la nuova pallina: grande incognita sulla quale non ci sono dei giudizi omogenei. I commenti raccolti, sia tra i nostri giocatori sia tra i nostri avversari, non sono in generale positivi: tutti lamentano una preoccupante variabilità di qualità all'interno della stessa confezione. Palline diverse della stessa marca hanno comportamenti visibilmente diversi. Infine, sembrano obiettivamente più fragili delle precedenti, tant'è che durante l'incontro se ne sono rotte ben due e anche la terza lasciava dei fondati sospetti sulla sua integrità.

Ma passiamo adesso alla gara vera e propria. Questa la presentazione delle squadre:

  1. Sanvitale Pasquale (n. 62) - Bongini Andrea (n. 36);
  2. Vellucci Pasquale (n. 86) - Cattoni Massimo (n. 54);
  3. Gammone Alessandro (n. 76) - Cremente Edoardo (n. 181);

Visti i ranking dei giocatori delle due squadre, la formazione è abbastanza ininfluente: anzi l'auspicabile incontro Vellucci (numero 3 degli avversari) contro Cremente (numero 3 dei nostri), che sulla carta avrebbe dato una maggiore chance a Edoardo, è bene che non si sia verificato. Tra i due infatti esiste un precedente (febbraio 2013, nel girone del Singolo Maschile TOP600, vinto poi da Edoardo), a netto vantaggio di Vellucci: 3-0! E se è vero che Vellucci, giocatore molto dotato e talentuoso, pecca a volte, fortunatamente per i suoi avversari, di una certa incostanza di rendimento, e altrettando vero che se fosse stato in giornata avrebbe potuto dare del filo da torcere non solo a Cremente ma anche a Bongini e Cattoni.

La prima gara vede di fronte Sanvitale Pasquale (n. 62) contro il nostro Bongini Andrea (n. 36). Sanvitale parte subito molto bene e chiude il primo set con un perentorio 11-6. Cede il secondo set ma di misura 9-11 dando la possibilità al nostro Andrea di rimettere la partita in carreggiata. Sostenuto da un discreto (per gli standard del nostro sport) numero di persone accorse ad assistere all'incontro, Sanvitale parte deciso anche nel terzo set arrivando ad un parziale di 10-6: ben 4 set point per portarsi avanti e sperare di travolgere il nostro Andrea sull'onda del vantaggio acquisito. Ma le cose sono destinate ad andare diversamente: Andrea, punto su punto, annulla i 4 set point e ingaggia una battaglia epica per non cedere questa importante frazione di gara. Questo è il set in cui i due atleti deliziano i presenti con scambi molto spettacolari e prolungati che strappano gli applausi del pubblico ma che, secondo il sottroscritto, hanno finito per affaticare maggiormente il nostro avversario. Il set finisce 16-18 a vantaggio di Bongini, non prima però di aver dovuto annullare altri set-point e di vedersene annullare a sua volta! Il quarto set finisce 3-11 per Andrea a dimostrazione di quanto sia stato fatale per Sanvitale (sia sotto il profilo psicologico sia sotto il profilo fisico) l'esito del set precedente.

La seconda gara vede il numero tre avversario Vellucci Pasquale (n. 86) affrontare Cattoni Massimo (n. 54). Cattoni parte subito bene, mostrando di riuscire a contenere le esuberanze del suo avversario. 6-11 in suo favore il risultato del primo set: rassicurante! Non altrettando il secondo set che lo vede soccombere per 11-8. Ma i parziali dei successivi due set, 3-11 e 7-11, ci raccontano di un Cattoni che è riuscito a trovare il bandolo della matassa imponendo all'avversario il proprio gioco.

Dopo i primi due incontri ci troviamo in vantaggio per 2-0. Ripetiamo, a scanso di equivoci, che sebbene questo fosse il risultato atteso sulla carta, nella realtà esso è maturato in modo tutt'altro che semplice e non è stato per niente scontato.

La terza gara vede di fronte Gammone Alessandro (n. 76) e il rientrante Cremente Edoardo (n. 181). Sembrerebbe arrivato il momento, per il TT Sessa Aurunca, di accorciare le distanze e conquistare il primo punto. Non è così! Edoardo gioca senza nessun timore reverenziale per il ranking dell'avversario e già dal primo set, che perde ai vantaggi (12-10), capisce che il suo avversario è alla sua portata. Il secondo set finisce con lo stesso punteggio ma coi punti invertiti: 10-12 ed Edoardo pareggia il computo dei set. Un pareggio importantissimo dal punto di vista psicologico. Il terzo set finisce ancora con due soli punti di scarto 9-11 a vantaggio di Edoardo, che forse col doppio vantaggio allenta un po' la tensione agonistica... o forse no, fatto sta che Gammone rimonta il set di svantaggio con un preoccupante quanto imperioso 11-6. A questo punto Edoardo capisce che occorre un supplemento di concentrazione e gioca l'ultimo set punto a punto. Al cambio campo è sotto di un punto: 4-5. In breve però raggiunge un vantaggio ragguardevole (7-10) che nemmeno gli ultimi due punti subiti con altrettanti spigolini, riescono a rendere vano. Sull'ultimo punto, il conclusivo 9-11, che gli assegna la vittoria, Edoardo dà libero sfogo alla sua gioia con un urlo liberatorio.

Arriviamo alla giro di boa della gara potendo contare su un pareggio già acquisito (3-0) ma ormai certi che il bottino potrà essere più sostanzioso. Non aver ceduto nemmeno il punto più scontato dà alla squadra un tonificante entusiasmo.

La quarta gara vede opposti Vellucci Pasquale (n. 86) contro il nostro numero uno Bongini Andrea (n. 36). L'incontro, sia per l'entusiasmo del risultato attuale di 3-0, sia per il fatto che Vellucci si trova evidentemente in una giornata "no", si srotola su un sicuro 8-11, 7-11, 6-11, che testimoniano la continua perdità di lucidità da parte di Vellucci alla quale Bongini oppone un gioco sicuro che sugli scambi lunghi (soprattutto quelli rovescio-rovescio) mettono l'avversario in difficoltà e lo inducono all'errore.

Vinciamo questa partita consapevoli di aver ottenuto un risultato importante ai fini della salvezza. Un'occhiata ai risultati degli altri campi ci mostra che le squadre più accreditate per la vittoria finale, il Tennistavolo Cori-Latina e l'ASD Marcozzi A2 di Cagliari, hanno pareggiato mentre l'A.S.D. C.N. Mugnano STET "B" ha battuto con un perentorio 4-0 l'A.P.D. Club 99 Messina. Curiosamente ci troviamo quindi, insieme al Mugnano primi in classifica e con i rispettivi atleti che possono sfoggiare un temporaneo 100% come si vede dallo score sotto riportato. Lo immortaliamo in questo articolo, non tanto per la presunzione di poterlo mantenere, quanto perché sia di buon auspicio per il morale della squadra.

Marcello Cremente

2014-10-05: 1^ Tn. Naz. Giov. - Este 

Dopo i primi tornei regionali, eccoci anche al primo appuntamento nazionale dell'anno a cui partecipano atleti della nostra società: si tratta del 1^ Torneo Nazionale Giovanile, per l'occasione striplato nelle sedi di Este (PD), Terni e San Nicola la Strada (CE). La sede prescelta dalla nostra società è stata quella di Este, dove tradizionalmente si concentrano gli atleti più bravi (lo dicono i numeri e le classifiche, non lo diciamo noi). A rappresentare i colori del T.T. Club La Spezia A.S.D., sotto l'attenta guida di coach Michele Rossi, c'erano Giacomo Palomba, categoria Ragazzi, presentatosi alla sua gara come testa di serie numero 8 e Edoardo Cremente, al rientro in una partita ufficiale (l'ultima fu giocata lo scorso 11 gennaio) dopo lo stop forzato della scorsa stagione. Edoardo, categoria Juniores, si presentava come testa di serie numero 9 della sua gara.

Innanzitutto dobbiamo dire che ci ha fatto molto piacere la citazione fatta sulla pagina facebook di Roba da Pongisti (Visitalo) ("Edo is back!") nonché la calorosa accoglienza ricevuta a Este da Edoardo da parte di tanti amici: dei ragazzi con cui ha ingaggiato tante battaglie sui tavoli di tutta Italia, ma anche dei loro allenatori che nel tempo hanno avuto modo di apprezzare il nostro atleta sia sotto l'aspetto umano, sia sotto l'aspetto agonistico. Non facciamo l'elenco dei nomi per tema di dimenticarne qualcuno, ma, di tutto cuore, grazie a tutti.

A scendere per primo in campo è stato Cremente, la cui gara, il Singolo Maschile Juoniores (SMJ), è iniziata alle ore 10:00. All'arrivo in palestra, dopo la partenza da La Spezia alle 6:00 quando ancora era buio, andiamo subito a scoprire la composizione dei gironi:

Girone n. 9

  • Cremente Edoardo (9457)
  • Ceccon Alessandro (5708)
  • Trapletti Fausto (4067)
  • Patron Riccardo (2004)

Dai punti in classifica gli avversari non sembrano poter impensierire Edoardo, anche se il consiglio del coach è stato quello di non sottovalutare nessuno e di giocare comunque concentrato per il rispetto che si deve al quotidiano lavoro svolto ma anche, e soprattutto, agli avversari.

Questo l'andamento, punto a punto, delle tre partite:

GQ: Partita con Trapletti Fausto
set 1 R:---++-++-+-++-++++(11-7)1-0
set 2 S:+-++-++++-+-+-++(11-5)2-0
set 3 R:-+++-++++++++(11-2)3-0
GQ: Partita con Ceccon Alessandro
set 1 S:+++++-++++--+--+(11-5)1-0
set 2 R:-++++++-+------++-++(11-9)2-0
set 3 S:---+-+-+++-+-+---++-(9-11)2-1
set 4 R:+++++-+++-+--++(11-4)3-1
GQ: Partita con Patron Riccardo
set 1 R:++---++++-++-++-+(11-6)1-0
set 2 S:+++-++----+++-++-+(11-7)2-0
set 3 R:-+--++++--++++-+--+(11-8)3-0

Come previsto Edoardo si qualifica primo del suo girone. C'è da aspettare un paio d'ore (il tempo necessario allo svolgimento delle partite degli ultimi 6 gironi) prima di poter conoscere il nuovo avversario. Si tratta di Romano Gregorio (5822) che, come Edoardo, gode del passaggio diretto (con la X) ai 16-esimi di finale nel tabellone da 64 approntato dal Giudice Arbitro, sig. Luca Mariotti, dopo la fase a gironi.

Anche questa è una partita che Edoardo, come mostra lo score sotto riportato, gestisce abbastanza agevolmente infliggendo un netto 3-0 al suo avversario:

16-esimi: Partita con Romano Gregorio
set 1 R:-+-++-++++++++(11-3)1-0
set 2 S:-+-++-+---++++-+++(11-7)2-0
set 3 R:+--+++-----+++++++(11-7)3-0

Con questo risultato Edoardo accede agli ottavi di finale, mostrando di aver saputo difendere il suo nono posto nel ranking della gara. Il passo ulteriore sarebbe battere la testa di serie numero 8, il torinese Corazza Andrea per scalare il turno ed entrare nei primi 8. Nell'unico incontro tra i due (marzo 2013) la vittoria era andata a Edoardo con un rotondo 3-0, ma allora c'era una netta differenza di classifica tra i due (264-esimo Edoardo con 8989 punti; 1048-esimo Corazza con 5899 punti). Se si pensa che oggi Corazza è più avanti in classifica di Edoardo, si capisce (oltre al fatto che Corazza è cresciuto tantissimo) che quel risultato è veramente poco significativo.

...E infatti ecco l'andamento della partita:

Ottavi: Partita con Corazza Andrea[pos: 171; pti: 9520]
set 1 S:+-++++--++--+--+-++(11-8)1-0
set 2 R:--+---+++-++---+++-++-+-+--+--(14-16)1-1
set 3 S:---+-+--+----+++-(6-11)1-2
set 4 R:+--+--+++-------(5-11)1-3

Come si vede, il set decisivo è stato il secondo. Edoardo, dopo aver annullato un set point (9-10), ne ha avuto ben 3 di fila (11-10, 12-11, 13-12) per chiudere il set e portarsi sul 2-0. E invece Corazza, gestendo evidentemente meglio la situazione ribalta il risultato e si aggiudica quell'importante parziale. La partita è tutta in quel set. A dire il vero nell'ultimo set, sul 2-4, il time-out chiamato da coach Rossi, sembrava aver sortito l'effetto desiderato tanto che Edoardo si porta sul 5-4 facendo sperare in un ritrovato equilibrio che avrebbe potuto portare almeno al quinto set. Ma è stato solo un fuoco di paglia come rivela il passivo di 7-0 subito nel finale di set. Onore ad Andrea Corazza in attesa della rivincita.

La gara viene vinta da Luca Bressan su Jordy Piccolin, terzi classificati Daniele Pinto e Nicholas Frigiolini.

E passiamo adesso alla gara di Singolo Maschile Ragazzi (SMR) che vedeva Giacomo Palomba nel compito di difendere la sua ottava posizione nel ranking della gara e in quello, ancor più arduo, di migliorarla, se possibile. In virtù del fatto di essere la testa di serie 8 della gara Giacomo gioca nel:

Girone n. 8

  • Giacomo Palomba (3968)
  • Spolaore Andrea (3034)
  • Rossi Francesco (1998)
  • Polato Nicolò (0)

Anche Giacomo rispetta - in questa fase - il pronostico e supera il proprio girone come primo: batte dapprima Rossi Francesco (12-10, 11-3, 11-3); suda più del dovuto con Spolaore Andrea al quale cede anche un set (11-5, 10-12, 11-2, 11-8); e infine liquida Polato Nicolò per 3-0 (11-2, 11-0, 11-9).

Il tabellone da 32 lo vede accedere con la X direttamente agli ottavi di finale dove lo aspetta la testa di serie numero 9, Cagna Simone (3943). E purtroppo a Cagna riesce quello che a Edoardo non è riuscito, ossia dalla posizione 9 battere la 8 e scalare un turno per entrare nei quarti di finale, ossia nei primi 8.

La gara viene vinta da Gualdi Matteo su Cicchitti Alessandro, terzi classificati Sulis Jacopo e Trifirò Mariano.

Marcello Cremente

2014-09-21: Ivan Apeddu vince il SMO2K 

È con piacere che segnalo che da pochi minuti il nostro atleta Ivan Apeddu ha conquistato con un estenuante 12 a 10 al quinto set, il torneo regionale di quinta categoria. Complimente a Ivan. Pres

Questo l'SMS col quale il presidente Michele Bertolotti ha dato notizia dell'impresa del nostro Ivan Apeddu al 2° Torneo Open Regionale di Chiavari. Ci associamo al presidente e facciamo anche noi tutti i complimenti al nostro Ivan incitandolo a continuare su questa strada; la ricetta sembra essere quella giusta: 200 grammi di allenamento, 300 grammi di impegno, un pizzico di umiltà e fortuna q.b.

Marcello Cremente

Inserire immagine HI
Sede sociale: Via dei Boschetti 21, 19126 La Spezia (SP)
Campo di gara: Palasport G. Mariotti - La Spezia
C.F.: 91067070119 - P.Iva: 01286640113 - codice federale FITeT: 020
Presidente: geom. Michele Bertolotti c/o Studio Bertolotti, Via dei Boschetti 21 - 19126 La Spezia (SP)
tel 0187.300291 - fax 0187.1672052 - E-mail: tennistavololaspezia@libero.it
cell: 347.7633031 (Michele Bertolotti) - 338.8873731 (Raffaele Mazziotta) - 329.5729562 (Michele Rossi)
Web Master: Marcello Cremente